I preti che dicono “no” a Bergoglio

Di sacerdoti “ribelli” ce ne sono sempre stati nella Chiesa, tuttavia, essi hanno avuto quasi sempre posizioni progressiste, eversive o, comunque, non ortodosse rispetto alla dottrina bimillenaria …
Maurizio Muscas
Monsignor Livi , un santo sacerdote nonchè grandissimo teologo un tempo vicino allOpus Dei, poi capì.... RIP
nolimetangere
Innanzitutto lode e stima a questi consacrati che onorano il loro sacerdozio nella VERITA'.

Perchè la verità non è che si può dire se conviene, MA SI DEVE DIRE.
E che sia verità l' invalida elezione dell'argentino, senza andare troppo nel complicato, lo dimostra lui stesso, dimostrando appunto che non è e non può essere Papa, perchè nessun Papa può dire le cose che lui dice e nessun Papa può …More
Innanzitutto lode e stima a questi consacrati che onorano il loro sacerdozio nella VERITA'.

Perchè la verità non è che si può dire se conviene, MA SI DEVE DIRE.
E che sia verità l' invalida elezione dell'argentino, senza andare troppo nel complicato, lo dimostra lui stesso, dimostrando appunto che non è e non può essere Papa, perchè nessun Papa può dire le cose che lui dice e nessun Papa può fare le cose che lui fa. E nessun Papa può arrogarsi diritti che non ha.
NON SI CAMBIA NULLA a piacimento soggettivo e soprattutto a piacimento dei poteri forti..

Ha avuto il suo seguito in chi si riconosceva nella sdrammatizzazione del peccato, nello sdoganamento, nel brutto messo in bella copia, nella rivalutazione misericordista del peccatore incallito.

Praticamente un salvacondotto per adulterio ed omosessualità. Ed eutanasia? Prossimamente su questo schermo?

Ciò afferra la mente semplice del fedele sconvolto da questo settennato.
Chiaramente c'è chi grida all'insubordinazione, etc etc.. Storia vecchia.
Ma le menti fini dei cattolici, dei consacrati, sacerdoti e vescovi e cardinali, e laici impegnati e qualificati, vanno nel profondo, e mettono sul tavolo parecchie cosine a cominciare dai Dubia.
Nessuna risposta.

E d'altronde attendere una risposta è un'utopia, o per dirla tutta, è mettere di fronte a responsabilità ben circostanziate e spiegate davanti a tutti, pubblicamente.
Silenzio.
Silenzio colpevole è consenziente.
E cosa mai si potrebbe rispondere?
Non è che un consacrato qualsiasi arriva dove è arrivato, pur senza grande conoscenza teologica o dogmatica e pur senza essere fine dicitore delle ispirazioni del Santo Spirito e pur senza emanare olezzi di profumo di santità, quindi da sè soltanto, come se sul suo capo svolazzasse la colomba inviata da Dio stesso, e quindi con il suo pontificato arricchire la Chiesa di martirio, di edificanti esempi, come fosse stato platealmente inviato da Dio stesso avendogli dato doti e doni nascoste ai più....
I frutti sarebbero stati buonissimi.
Se qualcuno fa così lo fa perchè pur non avendo chiaramente la colomba che discende sul suo capo, probabilmente avrà un altro patrocinio effettivo, altra egida. Altrimenti come sarebbe riuscito il colpo di mano? Diciamo che tiene un certo filo di Arianna? Ma di chi è il gomitolo?

Quindi e se, invece, si opera come un' impresa di demolizioni, nel silenzio di moltissimi, appare chiaro che Dio non c'entra proprio nulla con questa storia.
E anche con gli attoniti e interdetti e silenti a fargli ala e corte, nemmeno con loro Dio c'entra.

Perchè Cristo parlò, e parlò bene, e si infuriò dicendo: Ma voi ne avete fatto una spelonca di ladri!

Non è che non si infurierebbe lo stesso per una spelonca di gay e adulteri impenitenti, e proabortisti e eretici..
Insomma... è chiaro no? E pur disse:
Va e non peccare più, mica ha detto va e pecca come e quanto ti piace, conficcami pure spine in testa e chiodi nelle carni, sputami e offendimi che tanto io mi prendo tutto da te, perchè non io sono il tuo dio ma tu sei il mio.

Che alla fine il messaggio di questo settennato è questo.
La scalata definitiva, e la sua preparazione è stata meticolosamente preparata ed ora il piano in fase di attuazione.. e si crede che il successo arriderà.
Ride bene chi ride in ultimo però.


MA CHI MAI PUO' stravolgere la Sacra Scrittura con astuzie, escamotages, travestimenti, dissimulazioni,e para o pseudo sillogismi e illudersi di riuscire per sempre nel sovvertimento?

La Sacra Scrittura è invincibile.
La storia della Chiesa è inalterabile.
Gli insegnamenti dei DOTTORI DELLA CHIESA non sono opinabili, o legati al relativismo.
Gli insegnamenti dei Dottori della Chiesa sono intrinsecamente scritturali e permeati di Verità trasmessa dallo Spirito Santo.


Per cui si può anche provare (e si prova) a demolire la Chiesa, mascherando l'operato con una scusa o con un'altra, e facendo quel che si vuole, ma così in fondo si ammette di non avere alcun sentore della grandezza di Dio e della Sua potenza. Quindi l'acting in nome di chi?

Almeno si sperava che si potesse arguire dalla Natura qualcosina... Che so, almeno la Creazione.... Invece manco ciò.

Ma come si può portare in processione un idolo orrendo e labbruto raffigurante una donna india GRAVIDA, che chiamano Pachamama, e che dovrebbe simboleggiare madre terra, quindi la FERTILITA' e poi dare medaglie a proabortiste?

Cioè o si è per la fertilità o si è per l'aborto.
No tutt'e due.
Che confusione.
Ma Dio è armonia.
warrengrubert
Molti se ne sono accorti da quel nefasto "buona sera".
Il punto è che noi non siamo uniti e coordinati nel contrastare questi eretici.
Laura Gafforio shares this
1.6K
I preti che dicono "NO" a Bergoglio
Veritasanteomnia
Bellissimo articolo: un briciolo di speranza che qualcun altro possa capire