Clicks9.7K

COS'E' LA MISERICORDIA?

La misericordia non è mai gratis, come insegnavano i gesuiti: è il punto di arrivo, dopo il sacrificio della croce. Infatti, la domenica di san Tommaso (per gli orientali) o della misericordia per i cattolici, viene celebrata nell’ottava di Pasqua, dopo la settimana santa, dopo aver commemorato e fatta nostra, la passione e l’espiazione di Cristo. Dunque, la misericordia significa ritenere possibile la conversione, il cambiamento di mentalità e di comportamento morale. La violazione del Decalogo, è avvenuta un momento dopo che Dio l’aveva dato a Mosè, ma tale violazione non ha fatto venire in mente ai profeti, a Gesù o alla Chiesa che bisognasse cambiarlo, perché difficile da praticare; al contrario, ha reso più insistente il richiamo alla conversione. Misericordia vuol dire chiamare a conversione il peccatore. I Giubilei hanno quest’unico significato: favorire l’abbandono della condotta immorale e il ritorno a Cristo. Questi, ha chiamato a conversione noi peccatori, non ha detto: rimanete nella condizione di peccato in cui siete. Invece, sembra che la misericordia, oggi, sia intesa in questo modo: “Tu sei come sei, e Dio lo sa, ma non fa niente, rimani pure nella condizione di peccato”. All’inizio del ministero di Gesù, c’è l’appello: “Il regno di Dio è vicino. Convertitevi e credete al Vangelo”(Mc 1, 15). Negare questo, significa pensarla come Lutero: poter essere peccatore – perché la natura, secondo lui, sarebbe irrimediabilmente corrotta - e contemporaneamente giusto, perché la grazia mi assolverebbe dal castigo. Per questo, all’epoca della Riforma protestante, nessun cattolico si sognava di dire che Lutero avesse ragione. Oggi, succede di sentire il contrario. Tra gli appunti di Giovanni Paolo II, pubblicati dal suo segretario, si legge: “Una domanda: intendo il mio servizio nella Sede di Pietro come la difesa della legge di Dio? Delle leggi del Creatore e Redentore”(Karol Wojtyla, Joannes Paulus II. Sono tutto nelle mani di Dio. Appunti personali 1962-2003,Libreria Editrice Vaticana 2014, p 245).

Don Nicola Bux
manto di maria and 2 more users like this.
manto di maria likes this.
solosole likes this.
alacer
Non c'è niente da fare: in Paradiso ci si arriva solo con lacrime e sangue, come d'altronde ha insegnato Gesù. Se va bene, chi sta nel mondo, se non ha particolari vocazioni eroiche, si fa un lunghissimo Purgatorio... se va bene, appunto!
manto di maria and 2 more users like this.
manto di maria likes this.
solosole likes this.
Walter likes this.
Sam Gamgee
''Non per nulla l'abolizione della legge divina naturale e' il perno sul quale e' stato fatto ruotare il sinodo sulla famiglia ,mentre la questione dei 'divorziati' e' stata prefabbricata con l'intento plateale di desacralizzare la promessa matrimoniale per distruggere cosi' l'istituzione . La contraffazione della misericordia divina serve a sollevare dalla difficolta' di obbedire a comandamenti …More
''Non per nulla l'abolizione della legge divina naturale e' il perno sul quale e' stato fatto ruotare il sinodo sulla famiglia ,mentre la questione dei 'divorziati' e' stata prefabbricata con l'intento plateale di desacralizzare la promessa matrimoniale per distruggere cosi' l'istituzione . La contraffazione della misericordia divina serve a sollevare dalla difficolta' di obbedire a comandamenti che mortificano il desiderio individuale di felicita'...guadagnando la simpatia popolare . E qui si innesta un paradossale non senso : viene innalzata la bandiera della misericordia di Dio per alleviare le insofferenze verso la Sua Legge e il disagio creato dalla eventuale violazione.....siamo di fronte alla appropriazione indebita della misericordia di Dio usata per cancellare la Sua Legge che va sostituita con quella umana piu' in voga. ( Patrizia Fermani , da ' Riscossa Cristiana ' 04/4/2016
manto di maria and one more user like this.
manto di maria likes this.
antiprogressista likes this.
mirban likes this.