Lingua
it.news 6 2

Il Cardinale Schönborn profana un'altra volta la sua Cattedrale

Per la cosiddetta Giornata Mondiale contro l'AIDS, il 1° dicembre, l'arcivescovo pro-gay di Vienna, Il cardinale Christoph Schönborn, ha invitato un gruppo rock nel santuario della sua Cattedrale del XIV secolo, per esibirsi in uno spettacolo chiamato “Jedermann (reloaded)” [Ognuno (ricaricato)].

Lo spettacolo è stato presentato come un evento di raccolta fondi per un progetto contro l'AIDS in Sudafrica.

Schönborn ha chiesto al suo amico personale, il notorio propagandista gay austriaco Gery Keszler, di organizzare questa dissacrazione.

Il protagonista dello spettacolo è stato Philipp Hochmair, guarda caso un omosessuale che vive in uno pseudo-matrimonio gay.

L'importo raccolto con questa blasfemia supera i 68'000 Euro. NovusOrdoWatch.org spiega: "Tradotto in valuta biblica, stimiamo che si aggiri su circa 30 denari".

Lo scorso anno, Schönborn ha usato la Cattedrale per un massiccio spot per il “gay pride” in celebrazione di Sodoma e Gomorra.

#newsNlqicskvho
TommasoG
@nolimetangere @Mi cha el
Dovreste saperlo. Il vescovo Schoenborn è fedelissimo alla tradizione. Alla sua personalissima, pacchiana, volgare, sacrilega, satanica tradizione di profanazione.
Non c’è da stupirsi se poi Minutella parla di Falsa Chiesa...Ora, io non approvo per niente questo folle scomunicato e seminatore di discordia, però su questa cosa non posso che dargli ragione: qualche … Espandi
il vandea
Il demonio ringrazia e da appuntamento a casa sua.
Mi cha el
Veramente Insopportabile...Gesù....vieni....abbi pietà di Noi!
Marziale
Che puzza nauseante di zolfo !
nolimetangere
E che ci si può aspettare da codesta gente? Si credono più da Dio e dissacrano per offenderlo e dimostrare che, poiché non li brucia all'istante, non esiste.
Il fatto già che si ostinino tanto, dimostra che lo sanno bene che esiste.
Che poi dei prelati facciano da sponsor, chiaramente interessati in prima persona al tema, è solo nauseante.
A dire il vero però, non tutti i mali vengono per nuocere… Espandi