Lingua
Click
2 mila
it.news 5

Arcivescovo laico: "Prego in lingue sconosciute ogni giorno"

Justin Welby, arcivescovo anglicano di Canterbury, ha detto alla stazione radio Cristiana Premier che "nella mia vita di preghiera, come parte della mia disciplina quotidiana, prego in lingue sconosciute ogni giorno, non occasionalmente, ma come parte della mia preghiera quotidiana" alle 5 del mattino.

Ha aggiunto che, data l'ora di primo mattino, "di solito non è un momento immensamente estatico".

Welby ha detto anche che si aspettava di sentire da altre persone "parole di conoscenza o profezie". Sono entrambi comuni tra i Pentecostali e nelle chiese evangeliche "carismatiche".

Welby è associato all'ala evangelica degli Anglicani. È amico vicino a Nicky Gumbel, vicario della chiesa Evangelica inglese principale della Santa Trinità di Brompton, nei quartieri ovest di Londra, architetto del corso Alfa, durante il quale le persone sono incoraggiate a parlare in lingua.

Foto: Justin Welby, © Mazur/catholicnews.org.uk, CC BY-SA, #newsRfcqnhlwqc
ricgiu
Il carisma apostolico permetteva agli Apostoli di essere compresi da un uditorio di lingue straniere, non il contrario.
Garantisco che io e @Stev33 non ci eravamo messi d'accordo prima: non mi stupisco di essere riuscito a immaginare questa ennesima malvagia truffa di satana ... basta pensare a qualcosa di cattivo e per certo quello è già stato pensato dal Nemico :-(
Stev33
Una volta un mio amico assistette insieme ad un suo amico esperto in lingue antiche ad una preghiera del rinnovamento nello Spirito e sentì una persona pregare in lingue(non ricordo di quale lingua si trattasse ma se non ricordo male era l'aramaico).Ebbene quella persona non stava pregando ma bestemmiando e ne era ignara.Purtroppo il demonio ci sta sempre dietro per fregarci anche nei momenti … Espandi
@Francesco I fra l'altro se questo battezzato, purtroppo per lui pervicacemente eretico, "prega" in lingue che non conosce ... come fa a capire che stia davvero pregando??????????? :-D
Se qualcuno mi ispirasse dei pensieri espressi nella lingua dei pastori della Mongolia sudoccidentale, a me incognita, come farei a comprendere che sto facendo lode all'Onnipotente o chiedendo una grazia a N.S.G.… Espandi
Francesco I
La xenoglossia può anche essere sintomo di possessione demoniaca !