Clicks17
Fatima.

POVERI NOI !

....Anne Soupa è una biblista, ospitata perfino sulle colonne dell’Osservatore Romano.

Ciò che imputano a Giovanni Paolo II non è tanto la tolleranza verso il legionario di Cristo Marcial Maciel Degollado, bensì la visione della donna che il Papa polacco ha imposto alla chiesa nel suo quarto di secolo di pontificato. La sua colpa è intanto quella (da cardinale arcivescovo di Cracovia) di “essere stato la voce decisiva che portò Papa Paolo VI a condannare la contraccezione nell’enciclica Humanae vitae”, quindi di aver “elaborato una teologia della donna riferita alla Vergine Maria, figura di silenzio e di obbedienza”. Che a un Papa, vicario di Cristo in terra, sia imputato di aver preso a riferimento la madre di Cristo e madre della chiesa, è quantomeno curioso. Ma non finisce qui, visto che Karol Wojtyla “protettore degli abusatori nel nome della ‘ragione della chiesa’ e principale autore della costruzione ideologica della donna” merita di subire una damnatio memoriae in piena regola: “Chiediamo che sia vietato insegnare, diffondere o pubblicare la ‘teologia del corpo’ da lui predicata nel corso delle catechesi del mercoledì”.