Clicks1.2K
it.news
1

Altre accuse contro l'amico riciclato di Francesco

La nomina del vescovo argentino in disgrazia Gustavo Óscar Zanchetta, un protetto di Francesco, ad assessore dell'Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica (APSA) è "sorprendente", specialmente a causa del profilo del nominato, scrive Sandro Magister (28 dicembre).

Zanchetta ha abbandonato la sua precedente diocesi all'improvviso, dichiarando "problemi di salute", solo per riapparire poco dopo un ottima forma fisica. Secondo i media argentini, ha lasciato la sua diocesi in uno stato disastroso.

Poi sono emerse notizie che Zanchetta abbia rifiutato una perquisizione nel suo veicolo da parte della polizia, appellandosi al suo "status vescovile". La polizia cercava droga.

Zanchetta collaborerà con il presidente dell'APSA, Cardinal Domenico Calcagno, che incontra regolarmente Francesco e che è un tenace oppositore della riforma del Cardinal Pell delle finanze vaticane.

Secondo Sandro Magister, la nomina di Zanchetta aumenterà la confusione in cui la tanto decantata riforma della curia vaticana si trova.

#newsArszlzuppr
Sam Gamgee
Non e' la prima volta che un vescovo argentino lascia la sua diocesi in uno stato disastroso ed approda regolarmente in Vaticano . Roma e' diventata un 'refugium peccatorum ' ?
antiprogressista likes this.