Lingua
Click
412
Don Attilio 3 5

LA PRESUNZIONE DELLA MORTE

Se qualcuno ci volesse insinuare che la morte sia l'ultima istanza si sbaglierebbe di grosso. Sarebbe una presunzione piena, come paragonare la morte a Dio che è l'Alfa e l'Omega. La morte fisica null'altro è che il passaggio dal tempo all'eternità, paragonabile alla nascita nella quale si passa da un ambiente ad un altro. E quanta gioia produce un bambino che arriva al mondo?! Cosi abbiamo motivo di considerare la morte non più come uno spauracchio da scongiurare in ogni momento ma come un appuntamento a cui è giusto prepararsi a puntino. Chi di noi andrebbe ad un matrimonio con i vestiti sporchi e stracciati?

Scrivi un commento
Diodoro
@povero prete Mi permetto di aggiungere, caro Padre:
"...Sì, Dio ha creato l'uomo per l'immortalità; lo fece a immagine della propria natura. Ma la morte è entrata nel mondo per invidia del diavolo;e ne fanno esperienza coloro che gli appartengono" (Sap 2, 23-24).
Questa è una verità che il popolo cristiano non conosce, perché non viene MAI proclamata dal pulpito: senza la catastrofe del Peccato… Espandi
A A scuola da Dio piace questo. 
A solosole piace questo. 
povero prete
La mote comunque rimane sempre un dramma. Anche Cristo sudò sangue di fronte alla croce. La morte è una sconfitta della nostra umanità, il punto estremo della nostra umiliazione. Essa può essere solo affrontata con la fede di Cristo ed in Cristo. Egli è la manifestazione della fedeltà/amore del Padre alle sue Creature. Proprio perchè Dio è fedele a se stesso è fedele anche alle sue opere, e … Espandi
A A scuola da Dio piace questo. 
Visualizza 4 altri Mi piace.