Clicks1.8K
it.news
62

Francesco afferma: la Chiesa "violava gravemente" il "diritto alla vita" finché lui non ha "modificato" il Catechismo

La pena di morte è una "grave violazione" del "diritto alla vita" di ogni persona, afferma papa Francesco in un messaggio video del 27 febbraio al congresso mondiale di Bruxelles contro la pena di morte.

Francesco non ha dato spiegazioni per questa sua teoria confusa. Invece, ha detto di aver "modificato" il Catechismo perché il "punto di vista della Chiesa" sulla pena di morte è "maturato".

Francesco ammette che la pena di morte è stata considerata "per tanto tempo" una risposta adeguata alla gravità dei crimini, per salvaguardare il bene comune.

Francesco afferma che abolire la pena di morte nel mondo rappresenta una "coraggiosa affermazione" della "dignità umana", che non è mai persa, anche dopo aver commesso i peggiori crimini.

Il punto, però, non è questo. Nemmeno il Pontefice può condannare categoricamente la pena di morte, che in linea di principio può esistere come mezzo di legittima difesa o come deterrente.

#newsJvwcbasmkv
antiprogressista likes this.
studer
Oggi la collettività non ha bisogno della pena di morte per la protezione. Per l'espiazione non è necessario il patibolo, vi sono i sacramenti e il purgatori, bastano. Quindi la pena di morte tranne in casi di leggittima difesa è omicidio colposo e quindi peccato gravissio. La prassi e l'insegnamento sulla pena di morte nel passato della chiesa era mirato alla legittima difesa. Essa con le …More
Oggi la collettività non ha bisogno della pena di morte per la protezione. Per l'espiazione non è necessario il patibolo, vi sono i sacramenti e il purgatori, bastano. Quindi la pena di morte tranne in casi di leggittima difesa è omicidio colposo e quindi peccato gravissio. La prassi e l'insegnamento sulla pena di morte nel passato della chiesa era mirato alla legittima difesa. Essa con le prigioni che abbiamo non giustifica più la pena di morte. Negli stati dove vige la pena di morte essa si è rivelata incapace di ridurre i tassi di criminaltà come si puo verificare negli Stati Uniti. Chi propaga la pena di morte inutilmente è un irresponsabile che pecca gravemente perché incita ad inutili stragi. Qui non si scherza, qui si rischia l'inferno ! Chi sostiene la pena di morte se nevada in Cina !!!
Il peccato gravissimo e' il buonismo e il perdonismo che non danno giustizia alle vittime dei crimini e ai loro familiari , che portano il peso e il dolore di quei crimini per tutta la vita, mentre i malfattori pagano poco o non pagano affatto la loro colpa. alla base della giustizia ci deve essere il principio 'occhio per occhio e dente per dente' . Chi e' contro la pena di morte , attenda di …More
Il peccato gravissimo e' il buonismo e il perdonismo che non danno giustizia alle vittime dei crimini e ai loro familiari , che portano il peso e il dolore di quei crimini per tutta la vita, mentre i malfattori pagano poco o non pagano affatto la loro colpa. alla base della giustizia ci deve essere il principio 'occhio per occhio e dente per dente' . Chi e' contro la pena di morte , attenda di vedere una persona cara vittima innocente di criminali e poi vediamo se non cambia idea.
il vandea
La pena di morte e' pienamente legittima. Chi lo nega viola il diritto alla vita delle vittime degli assassini e la giusta riparazione alle loro famiglie. Inoltre e' uno strumento di espiazione per il criminale pentito (come il ladrone buono crocefisso accanto a Gesu', che accettando il suo supplizio come giusta pena per il male commesso e pentendosi, si raccomando' alla Misericordia divina …More
La pena di morte e' pienamente legittima. Chi lo nega viola il diritto alla vita delle vittime degli assassini e la giusta riparazione alle loro famiglie. Inoltre e' uno strumento di espiazione per il criminale pentito (come il ladrone buono crocefisso accanto a Gesu', che accettando il suo supplizio come giusta pena per il male commesso e pentendosi, si raccomando' alla Misericordia divina salvando cosi' la sua anima).
Pietro da Cafarnao likes this.
Stat Crux
Se il papa studiasse San Tommaso, capirebbe che la pena di morte non è altro che la legittima difesa cui ricorre la collettività.
Ed allora perché ha beatificato Pio IX che non esitava a far uso di "Madame la Guillotine" sino alla fine del suo potere temporale ?

L'ultimo giustiziato fu un brigante condannato per omicidio e ghigliottinato in Palestrina due mesi prima della conquista di Roma da parte delle truppe del Regio Esercito Italiano.
La pena di morte rimase in vigore nella Città del Vaticano dal 1929 sino al 1969 …More
Ed allora perché ha beatificato Pio IX che non esitava a far uso di "Madame la Guillotine" sino alla fine del suo potere temporale ?

L'ultimo giustiziato fu un brigante condannato per omicidio e ghigliottinato in Palestrina due mesi prima della conquista di Roma da parte delle truppe del Regio Esercito Italiano.
La pena di morte rimase in vigore nella Città del Vaticano dal 1929 sino al 1969 anche se prevista solo per l'omicidio del Papa.

Nel Regno d'Italia, invece, la pena di morte non era prevista neppure per l'omicidio del Sovrano: infatti l'anarchico Bresci che assassinò Re Umberto I fu condannato all'ergastolo.
Come sempre: Bergoglio dice tutto ed il contrario di tutto e non si comporta coerentemente con quanto dice.
TommasoG likes this.
TommasoG
Carmelitos likes this.