Language
Clicks
1.2K

GIOVANNI PAOLO II:«L'ADESIONE FORMALE ALLO SCISMA COMPORTA LA SCOMUNICA!!!!!!!!!!!!!!!»

LETTERA APOSTOLICA
ECCLESIA DEI
DEL SOMMO PONTEFICE
GIOVANNI PAOLO II
IN FORMA DI MOTU PROPRIO


1. Con grande afflizione la Chiesa ha preso atto dell'illegittima ordinazione episcopale conferita lo scorso 30 giugno dall'Arcivescovo Marcel Lefebvre, che ha vanificato tutti gli sforzi da anni compiuti per assicurare la piena comunione con la Chiesa alla Fraternità Sacerdotale di San Pio X, fondata dallo stesso Mons. Lefebvre. A nulla infatti sono serviti tali sforzi, specialmente intensi negli ultimi mesi, nei quali la Sede Apostolica ha usato comprensione fino al limite del possibile(1).
2. Questa afflizione è particolarmente sentita dal Successore di Pietro, al quale spetta per primo la custodia dell'unità della Chiesa(2), anche se fosse piccolo il numero delle persone direttamente coinvolte in questi eventi, poiché ogni persona è amata da Dio per se stessa ed è stata riscattata dal sangue di Cristo, versato sulla Croce per la salvezza di tutti.
Le particolari circostanze, oggettive e soggettive, nelle quali l'atto dell'Arcivescovo Lefebvre è stato compiuto, offrono a tutti l'occasione per una profonda riflessione e per un rinnovato impegno di fedeltà a Cristo e alla Sua Chiesa.
3. In se stesso, tale atto è stato una disobbedienza al Romano Pontefice in materia gravissima e di capitale importanza per l'unità della Chiesa, quale è l'ordinazione dei vescovi mediante la quale si attua sacramentalmente la successione apostolica. Perciò, tale disobbedienza - che porta con sé un rifiuto pratico del Primato romano - costituisce un atto scismatico(3). Compiendo tale atto, nonostante il formale monitum inviato loro dal Cardinale Prefetto della Congregazione per i Vescovi lo scorso 17 giugno, Mons. Lefebvre ed i sacerdoti Bernard Fellay, Bernard Tissier de Mallerais, Richard Williamson e Alfonso de Galarreta, sono incorsi nella grave pena della scomunica prevista dalla disciplina ecclesiastica(4).
4. La radice di questo atto scismatico è individuabile in una incompleta e contraddittoria nozione di Traditione. Incompleta, perché non tiene sufficientemente conto del carattere vivo della Tradizione, «che - come ha insegnato chiaramente il Concilio Vaticano II - trae origine dagli Apostoli, progredisce nella Chiesa sotto l'assistenza dello Spirito Santo: infatti la comprensione, tanto delle cose quanto delle parole trasmesse, cresce sia con la riflessione e lo studio dei credenti, i quali le meditano in cuor loro, sia con la profonda intelligenza che essi provano delle cose spirituali, sia con la predicazione di coloro i quali con la successione episcopale hanno ricevuto un carisma certo di verità»(5)
Ma è soprattutto contraddittoria una nozione di Tradizione che si oppone al Magistero universale della Chiesa, di cui è detentore il Vescovo di Roma e il Corpo dei Vescovi. Non si può rimanere fedeli alla Tradizione rompendo il legame ecclesiale con colui al quale Cristo stesso, nella persona dell'apostolo Pietro, ha affidato il ministero dell'unità nella sua Chiesa(6)
5. Dinanzi alla situazione verificatasi, sento il dovere di rendere consapevoli tutti i fedeli cattolici di alcuni aspetti che questa triste circostanza pone in particolare evidenza.
a) L'esito a cui è approdato il movimento promosso da Mons. Lefebvre può e deve essere motivo per tutti i fedeli cattolici, di una sincera riflessione circa la propria fedeltà alla Tradizione della Chiesa autenticamente interpretata dal Magistero ecclesiastico, ordinario e straordinario, specialmente nei Concili ecumenici da Nicea al Vaticano II. Da questa riflessione, tutti devono trarre un rinnovato ed efficace convincimento della necessità di migliorare ancora tale fedeltà, rifiutando interpretazioni erronee ed applicazioni arbitrarie ed abusive, in materia dottrinale, liturgica e disciplinare.
Soprattutto ai Vescovi spetta, per propria missione pastorale, il grave dovere di esercitare una chiaroveggente vigilanza piena di carità e di fortezza, affinché tale fedeltà sia salvaguardata ovunque(7).
b) Vorrei, inoltre, richiamare l'attenzione dei teologi e degli altri esperti nelle scienze ecclesiastiche, affinché anch'essi si sentano interpellati dalle presenti circostanze. Infatti, l'ampiezza e la profondità degli insegnamenti del Concilio Vaticano II richiedono un rinnovato impegno di approfondimento, nel quale si metta in luce la continuità del Concilio con la Tradizione, specialmente nei punti di dottrina che, forse per la loro novità, non sono stati ancora ben compresi da alcuni settori della Chiesa.
c) Nelle presenti circostanze, desidero soprattutto rivolgere un appella allo stesso tempo solenne e commosso, paterno e fraterno, a tutti coloro che finora sono stati in diversi modi legati al movimento dell'Arcivescovo Lefebvre, affinché compiano il grave dovere di rimanere uniti al Vicario di Cristo nell'unità della Chiesa Cattolica, e di non continuare a sostenere in alcun modo quel movimento. Nessuno deve ignorare che l'adesione formale allo scisma costituisce una grave offesa a Dio e comporta la scomunica stabilita dal diritto della Chiesa(8)
A tutti questi fedeli cattolici, che si sentono vincolati ad alcune precedenti forme liturgiche e disciplinari della tradizione latina, desidero manifestare anche la mia volontà - alla quale chiedo che si associno quelle dei Vescovi e di tutti coloro che svolgono nella Chiesa il ministero pastorale - di facilitare la loro comunione ecclesiale, mediante le misure necessarie per garantire il rispetto delle loro giuste aspirazioni.
6. Tenuto conto dell'importanza e complessità dei problemi accennati in questo documento, in virtù della mia Autorità Apostolica, stabilisco quanto seque:
a) viene istituita una Commissione, con il compito di collaborare con i Vescovi, con i Dicasteri della Curia Romana e con gli ambienti interessati, allo scopo di facilitare la piena comunione ecclesiale dei sacerdoti, seminaristi, comunità o singoli religiosi e religiose finora in vario modo legati alla Fraternità fondata da Mons. Lefebvre, che desiderino rimanere uniti al Successore di Pietro nella Chiesa Cattolica, conservando le loro tradizioni spirituali e liturgiche, alla luce del Protocollo firmato lo scorso 5 maggio dal Cardinale Ratzinger e da Mons. Lefebvre;
b) questa Commissione è composta da un Cardinale Presidente e da altri membri della Curia Romana, nel numero che si riterrà opportuno secondo le circostanze;
c) inoltre, dovrà essere ovunque rispettato l'animo di tutti coloro che si sentono legati alla tradizione liturgica latina, mediante un'ampia e generosa applicazione delle direttive, già da tempo emanate dalla Sede Apostolica, per l'uso del Messale Romano secondo l'edizione tipica del 1962(9).
7. Mentre si avvicina ormai la fine di questo anno specialmente dedicato alla Santissima Vergine, desidero esortare tutti a unirsi alla preghiera incessante che il Vicario di Cristo, per l'intercessione della Madre della Chiesa, rivolge al Padre con le stesse parole del Figlio: Ut omnes unum sint!
Dato a Roma, presso San Pietro, il giorno 2 del mese di luglio dell'anno 1988, decimo di pontificato
.

GIOVANNI PAOLO II

(1)Cfr. Nota informativa del 16 giugno 1988: L'Osservatore Romano, 17-VI-1988, pp. 1-2.
(2)Cfr. CONC. VATICANO I. Cost. Pastor æternus, ca. 3: DS 3060.
(3)Cfr. Codex Iuris Canonici, can 751.
(4)Cfr. Codex Iuris Canonici, can 1382.
(5)CONC. VATICANO II, Cost. Dei Verbum, n. 8, Cfr. CONC. VATICANO I, Cost. Dei Filius, cap. 4: DS 3020.
(6)Cfr. Mt 16, 18: Lc 10, 16; CONC. VATICANO I, Cost. Pastor æternus, cap. 3: DS 3060.
(7)Cfr. Codex Iuris Canonici, can. 386; PAOLO VI, Es. Ap. Quinque iam anni, 8-XII.1970: AAS 63 (1971) pp. 97-106.
(8)Cfr. Codex Iuris Coninici, can. 1364.
(9)Cfr. CONGREGAZIONE PER IL CULTO DIVINE, ep. Quattuor abhinc annos, 3-X-1984: AAS 76 (1984) pp. 1088-1089.

Write a comment …
Doctor Angelicus mentioned this post in UN SUUUUUUUUUPERRR DON MINUTELLA!!!!!!!!.
@Walter, certamente l'attuale Chiesa è una falsa Chiesa. Bergoglio non è più Papa
Walter
Mons. Lefebvre verrà riconosciuto come Santo... mettetevelo nella testa!
Walter
GPII, rispetto all'eretico argentino era un buon Papa, ma ha comesso qualche errore....
Walter
I veri scismatici sono i modernisti e Bergogliani!!! Ma non avete occhi per vedere??? Non vedete l'eresia protestante e atea nel seno della Chiesa Cattolica??? Difendete l'indifendibile... poveri voi...
@Sam Gamgee, ma io non l'ho mai messo in dubbio che la loro preparazione sia eccellente, anzi io sostengo che siano i migliori!
Però devono accettare i pontefici del concilio e il novus ordo, e ritornare nella comunione della Chiesa, altrimenti a nulla serve la loro preparazione.

Sono certo che se diventassero cattolici, perché ora non lo sono, celebrerebbero la messa di Paolo VI, come Dio … More
fasoms likes this.
@Francesco I, naturalmente si possono avere dei punti di riserva nei confronti del novus ordo, anche io ne ho. La rovina attuale della Chiesa dipende proprio dalla messa, che i sacerdoti celebrano senza alcun rispetto della liturgia perché non hanno capito niente del concilio Vaticano II!
Certamente il vetus ordo è migliore!
Sam Gamgee
@Doctor Angelicus : non sara' mai possibile , perché il Piccolo Resto sara' parte della Chiesa bimillenaria Cattolica , tutto cio' che ha elencato Lei, con gradi diversi , e' chiesa (post)modernista e quindi , a parte le solite eccezioni, eretica ,come la giudico' S. Pio X . All'interno della FSSPX ci sara' certo qualche mela marcia e posizioni discutibili ,ma per i pochi contatti che ho avuto in Italia ed informazioni dagli USA, e' veramente Chiesa Cattolica ,con seminari e seminaristi di altissimo livello.
@Sam Gamgee, certo è che il piccolo resto aumentarebbe, se la fraternità di San Pio X accettasse il novus ordo, Giovanni XXIII, Paolo VI, Giovanni Paolo I,Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Papa Francesco (sia chiaro ora non è più Papa, ma lo è stato fino a quando non ha voluto rigettare le tesi eretiche di AL)
Ma loro seguono Lefebvre e lasciamoli Lefebvre se sono così contenti.
Sam Gamgee
Lo 'stato di necessita' quando fu chiesto da Lefebvre era drammatico , ora e' spaventosamente piu' tragico ,al punto che c'e' da chiedersi quanto ci sia di cattolico oltre il Piccolo Resto.
@Sancte Joseph, Lefebvre gli ha ordinati proprio per avere chi continuasse sua opera
Domanda: e se Lefebvre non avesse ordinato quei vescovi ci sarebbe ancora la FSPX? Credo che Lefebvre sapeva a cosa andava incontro e non deve averlo fatto a cuor leggero. C'era e c'è in gioco il vero sacerdozio per cui ora Lefebvre, PaoloVI e Giovanni Paolo II, stanno pregando per la Sposa di Cristo.
Parmalat
No polos.. la sede non è vacante! Finché Benedetto XVI unico vero Papa è in vita e continua a vestire il Bianco la sede è occupata! Non ci sono due Gesù!
Bergoglio inganna molti.. ma se rimani cattolico ne lui ne l’anticristo prevarranno su di te!
polos
@Doctor Angelicus Dire che "la sede è vacante" sarebbe come dire "Iddio ha abbandonato la Sua Chiesa". L'ultimo Papa (dopo quello ancora vivente [oracolo del Signore]) sarà Pietro II, questa volta dal Cielo, e siccome è già morto, come primo Papa (intendo le spoglie mortali), non potranno più farlo fuori... (intendo Pietro II).
Parmalat
Il bello è, che ci siamo sicuramente, chi più chi meno arricchiti di spirito di verità!
Io appartengo al di più!!!

Grazie di cuore a Doctor Angelicus Acchiappaladri è Diodoro!
È stato un piacere leggere i vostri commenti!
@Doctor Angelicus
caro amico, una cosa sono i fatti storici, una cosa sono le simpatie e i desideri personali .

Se per qualche motivo non le va bene quello che il nostro caro Benedetto XVI decise rispetto alla posizione canonica dei vescovi della FSSPX, deve lamentarsi con il papa Benedetto XVI, non con me che non ho alcuna competenza e responsabilità a riguardo.

Per mia fortuna non mi sembra… More
Diodoro
Un solo, piccolo, commento: molti pensano "l'ambiente lefevriano è stato ed è un po' discolo, ma in fondo voleva e vuole il bene della Chiesa". Io pensai, allora (al momento delle ordinazioni episcopali illegittime), "Si fanno la loro Chiesa".
Oggi continuo a pensarlo, e concordo pienamente con Doctor Angelicus. Ci sarebbero da aggiungere delle considerazioni sull'ambiente geografico/culturale e … More
@Acchiappaladri
@Parmalat

Tutto quanto ho detto, l'ho detto in spirito di amicizia, carità e fraternità. Senza alcun tono di disprezzo, sia chiaro!

Più amici di prima
@Parmalat, Carissimo ti ringrazio per la tua stima. Ovviamente se tutti gli eretici fossero come la fraternità di San Pio X, la Chiesa sarebbe una "Dea", cosa che ora non lo è, per di più con la sede vacante, dopo che Bergoglio è diventato eretico

P.S
Sono calmissimo, a volte forse mi viene un po' la verve minutelliana
Parmalat
Grazie Doctor Angelicus..
Ammiro la tua fedeltà in Cristo.. ma non puoi comparare la fraternità sacerdotale con i protestanti!
I Sacramenti dati dai Sacerdoti della Fraternità San Pio X, sono validissimi oggi più che mai, perché dati in condizioni di grave pericolo per la Chiesa Cattolica, non riconoscendo Bergoglio come Papa!
Stai calmo.. fatti un drink..
Don Minutella a me piace e spero che un … More
@Parmalat
MANNAGGIA al suo avatar che ravviva vecchie ferite!!! ;-) ;-)
Ma grazie per il commento: le nostre menti erano sintonizzate sulla stessa lunghezza d'onda mentre indipendentemente scrivevamo i nostri rispettivi commenti :-)
L'Onnipotente sa sorprendentemente trarre nuove opportunità di Bene anche dal Male che i peccatori hanno liberamente scelto di commettere:
forse gli storici della … More
Quel triste fatto storico avvenne 29 ANNI FA e tale FU la dolorosa situazione canonica (necessaria conseguenza del non riconoscimento, da parte del papa allora regnante, dello "stato di necessità" invocato dai dissidenti) per alcuni, 19 ... troppi, anni!

Ma OGGI non è più così: infatti è pure un fatto storico che da 10 ANNI, grazie al Signore, dopo il misericordioso, straordinario (come recente… More
solosole
@Parmalat A parte la pubblicità occulta del suo avatar(ma la pagano???), condivido anche le virgole ed i punti esclamativi del suo enunciato.
Parmalat
La scomunica di San Giovanni Paolo II nei confronti dei lefebvriani era giusta, perché non riconobbe i Papi del concilio vaticano II..
Ma oggi anche le pietre riconoscono nei lefebvriani, una delle pochissime fonti di salvezza!
Bergoglio in comunione con lo spirito del Anticristo, porta la chiesa cattolica in pericolo di dannazione!
Dai loro frutti riconoscerete l’albero!
Il vero Papà Benedetto … More
View 2 more likes.