Lingua
Click
31
Giuseppe Di Tullio 1

Il professor Petras:Bolton tenta di coprire i crimini di guerra degli USA

Professor Petras: Bolton tenta di coprire i crimini di guerra degli Stati Uniti – controinformazione.info

Ultime
Arrivano a Idlib le equipe delle TV occidentali per riprendere la sceneggiata dell’attacco chimico montato dai cashi bianchi
Professor Petras: Bolton tenta di coprire i crimini di guerra degli Stati Uniti
Gli USA stanno considerando l’idea di attaccare le forze russe in Siria?
SVEZIA. Il “laboratorio” fallito dell’Utopia Mondialista
Libia. Assalto dei miliziani al quartiere generale della compagnia petrolifera statale NOC
LA NATO BOMBARDA IN SIRIA OBIETTIVI CIVILI UTILIZZANDO IL FOSFORO BIANCO
L’IRGC ha confermato di aver annientato con lancio di missili una cellula terrorista nel Kurdistan iracheno
Terroristi ed Elmetti Bianchi pronti per la “provocazione” con il gas su Idlib
Sebastian Kurz (Austria): “Deve essere chiaro che i confini dell’Europa sono chiusi all’immigrazione clandestina”
L’oracolo del nulla

APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

controinformazione.info
Quello che gli altri non dicono

Home
Termini e condizioni
Pubblicità
Sostienici
Privacy Policy

Menu

Categorie
Africa ed imperialismo
Agricoltura ed ecologia
Alienazione
America in declino
America Latina
Antifascismo
Arabia Saudita
Asia e nuovi equilibri
Attacco all'identità italiana
Attacco all'Iran
Attacco alla Russia
Attacco alla Siria
Attacco alle radici cristiane
Attualità
Attualità internazionale
Bankers e finanzieri
BRICS e nuovo ordine multipolare
Chiesa Cattolica e modernismo
Chiesa post conciliare
Cina
Cinema ed attualità
Classe politica al servizio della grande finanza
Classe politica euroserva
conflitti in Medio Oriente
Conflitti in Nord Africa
conflitti nei Balcani
Conflitti per l'egemonia
Conflitto con l'Iran
Conflitto con la Russia
conflitto in Libano
conflitto in Libia
Conflitto in Palestina
conflitto in Serbia-Kosovo
Conflitto in Siria
Conflitto in Ucraina
conflitto nello Yemen
Contaminazione nucleare
costume
Crimini degli USA ed alleati
Crisi dell' UNIONE EUROPEA
Crisi in Corea nord
Crisi in Grecia
Crisi politica in Italia
Cristianesimo e nuove frontiere
Declino della potenza USA
Democrazia USA
Difesa del territorio
Diritti sociali e diritti civili
dittatura europea in arrivo
Dominio dei mari
Dominio finanziario
Dominio imperiale USA
Economia
Elite finanziaria e banchieri
energia
Eurasia e suoi sviluppi
Europa
Europa in declino
Eventi
Filosofia
Francia
Geopolitica
Germania
Giustizia
Globalizzazione
guerra economica
Guerra mediatica
Guerra valutaria
Hezbollah e conflitto in SIria
Ideologia Gender
Immigrazione di massa
Imperialismo
Imperialismo
Intellettuali al servizio della propaganda
Intelligence e servizi segreti
Interessi delle grandi lobby
Interviste
Iran e asse della resistenza
Islam ed Europa
Italia e alleanze con paesi arabi
La Lega di Salvini
Lotte contro il Globalismo
Manipolazione dei media
Media
Neocolonialismo
Neoliberismo e pensiero unico
Notizie censurate dai Media
Nuovo colonialismo
Nuovo governo italiano
Nuovo Ordine Mondiale
Opere pubbliche e investimenti
Opinioni ed analisi
Palestina ed occupazione israeliana
Pensioni e previdenza
Perdita della Sovranità
Persecuzione contro i cristiani
Politica
Politica estera dell'Italia
Pubblicazioni
Quarta Teoria Politica
Razzismo ed antirazzismo
Regno Unito
Ricorrenze
Roma
Russia
saggistica autori
Sanzioni alla Russia
Sanzioni USA
Scienza e tecnologia
Scuola e formazione
Sdradicamento delle comunità
Senza categoria
Serbia e Kosovo
Sinistra mondialista
Sionismo ed i suoi crimini
società multiculturale
sociologia
sorveglianza e spionaggio
Sovranità
Spagna in crisi
spionaggio e servizi segreti
Storia
Storia e complotti
Storia e cultura
Storia e falsificazioni
Storia religioni
strategia ed armamenti
Tecniche di sobillazione USA
Terrorismo
Terrorismo e stato islamico
Traffico di armi
Turchia il nuovo sultanato
Ungheria
Venezuela
© 2018 controinformazione.info – Tutti i diritti riservati – Termini e condizioni
Area Riservata

Home
Termini e condizioni
Pubblicità
Sostienici
Privacy Policy

Categorie
Africa ed imperialismo
Agricoltura ed ecologia
Alienazione
America in declino
America Latina
Antifascismo
Arabia Saudita
Asia e nuovi equilibri
Attacco all'identità italiana
Attacco all'Iran
Attacco alla Russia
Attacco alla Siria
Attacco alle radici cristiane
Attualità
Attualità internazionale
Bankers e finanzieri
BRICS e nuovo ordine multipolare
Chiesa Cattolica e modernismo
Chiesa post conciliare
Cina
Cinema ed attualità
Classe politica al servizio della grande finanza
Classe politica euroserva
conflitti in Medio Oriente
Conflitti in Nord Africa
conflitti nei Balcani
Conflitti per l'egemonia
Conflitto con l'Iran
Conflitto con la Russia
conflitto in Libano
conflitto in Libia
Conflitto in Palestina
conflitto in Serbia-Kosovo
Conflitto in Siria
Conflitto in Ucraina
conflitto nello Yemen
Contaminazione nucleare
costume
Crimini degli USA ed alleati
Crisi dell' UNIONE EUROPEA
Crisi in Corea nord
Crisi in Grecia
Crisi politica in Italia
Cristianesimo e nuove frontiere
Declino della potenza USA
Democrazia USA
Difesa del territorio
Diritti sociali e diritti civili
dittatura europea in arrivo
Dominio dei mari
Dominio finanziario
Dominio imperiale USA
Economia
Elite finanziaria e banchieri
energia
Eurasia e suoi sviluppi
Europa
Europa in declino
Eventi
Filosofia
Francia
Geopolitica
Germania
Giustizia
Globalizzazione
guerra economica
Guerra mediatica
Guerra valutaria
Hezbollah e conflitto in SIria
Ideologia Gender
Immigrazione di massa
Imperialismo
Imperialismo
Intellettuali al servizio della propaganda
Intelligence e servizi segreti
Interessi delle grandi lobby
Interviste
Iran e asse della resistenza
Islam ed Europa
Italia e alleanze con paesi arabi
La Lega di Salvini
Lotte contro il Globalismo
Manipolazione dei media
Media
Neocolonialismo
Neoliberismo e pensiero unico
Notizie censurate dai Media
Nuovo colonialismo
Nuovo governo italiano
Nuovo Ordine Mondiale
Opere pubbliche e investimenti
Opinioni ed analisi
Palestina ed occupazione israeliana
Pensioni e previdenza
Perdita della Sovranità
Persecuzione contro i cristiani
Politica
Politica estera dell'Italia
Pubblicazioni
Quarta Teoria Politica
Razzismo ed antirazzismo
Regno Unito
Ricorrenze
Roma
Russia
saggistica autori
Sanzioni alla Russia
Sanzioni USA
Scienza e tecnologia
Scuola e formazione
Sdradicamento delle comunità
Senza categoria
Serbia e Kosovo
Sinistra mondialista
Sionismo ed i suoi crimini
società multiculturale
sociologia
sorveglianza e spionaggio
Sovranità
Spagna in crisi
spionaggio e servizi segreti
Storia
Storia e complotti
Storia e cultura
Storia e falsificazioni
Storia religioni
strategia ed armamenti
Tecniche di sobillazione USA
Terrorismo
Terrorismo e stato islamico
Traffico di armi
Turchia il nuovo sultanato
Ungheria
Venezuela
© 2018 controinformazione.info – Tutti i diritti riservati – Termini e condizioni
Area Riservata
Dominio imperiale USA
Professor Petras: Bolton tenta di coprire i crimini di guerra degli Stati Uniti
Da Redazione Set 11, 2018 1 commento
Il super falco John Boston

“John Bolton, consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca, sta cercando di coprire i crimini di guerra degli Stati Uniti in Afghanistan e in Medio Oriente”, lo afferma lo scrittore e professore statunitense James Petras.
Bolton ha minacciato sanzioni contro i giudici della Corte penale internazionale (ICC) che hanno pianificato di indagare sui presunti crimini di guerra commessi dagli americani in Afghanistan, dicendo che questo costituisce un attacco alla sovranità degli Stati Uniti.

Bolton ha bollato l’ICC “assolutamente pericolosa” nel tentativo di esercitare pressione sulla corte che sta progettando di indagare sui presunti crimini di guerra degli Stati Uniti.

“Gli Stati Uniti useranno tutti i mezzi necessari per proteggere i nostri cittadini e quelli dei nostri alleati dall’ingiusta azione giudiziaria da parte di questa corte illegittima”, ha detto Bolton ai membri della Società federalista conservatrice riuniti in un hotel di Washington, DC.
“Questa è una dichiarazione che copre essenzialmente i crimini di guerra commessi dagli Stati Uniti durante la loro invasione e occupazione dell’Afghanistan ( da 17 anni) “, ha detto il professor Petras.
“Abbiamo letto numerosi casi di forze armate statunitensi che hanno attaccato matrimoni, festival, feste religiose, attaccando villaggi, uccidendo sostenitori e dissidenti di governi alternativi”, ha affermato.
“Ci sono state centinaia di migliaia di residenti in Afghanistan e comunità espulse dalle loro terre d’origine. C’è bisogno di un tribunale criminale per giudicare il comportamento dei generali americani e dei loro sostenitori tra le forze mercenarie in Afghanistan “, ha osservato l’analista.
US Army in Afghanistan
“Penso che Bolton stia cercando di nascondere i crimini di guerra e, naturalmente, cosa si dovrebbe aspettare da un funzionario che è stato a favore delle guerre in tutto il Medio Oriente. E penso che Bolton dovrebbe essere la persona principale che dovrebbe essere indagata dal tribunale internazionale “, ha concluso.
Il procuratore capo dell’ICC ha chiesto un’indagine formale sui crimini di guerra in Afghanistan a seguito dell’invasione del paese guidata dagli Stati Uniti nel 2001.
Ha detto che le forze statunitensi e gli agenti della CIA potrebbero aver commesso crimini di guerra torturando i detenuti in Afghanistan con un sistema di tecniche di tortura approvate, che includevano l’annegamento simulato.
Human Rights Watch ha accolto con favore la possibilità di impedire ai responsabili di spiegare ciò che hanno definito orrende violazioni dei diritti umani contro gli afghani.
Gli Stati Uniti – sotto la presidenza repubblicana di George W. Bush – ei suoi alleati hanno invaso l’Afghanistan il 7 ottobre 2001 come parte della cosiddetta “guerra al terrore” di Washington. L’offensiva ha rimosso il regime dei talebani dal potere, ma dopo oltre un decennio e mezzo, le truppe straniere sono ancora dispiegate nel paese.
Dopo essere diventato presidente nel gennaio 2009, il presidente Barack Obama, un democratico, ha promesso di porre fine alla guerra afgana – uno dei più lunghi conflitti nella storia degli Stati Uniti – ma non è riuscito a mantenere la sua promessa.
Trump, che ha parlato contro la guerra afgana, ha soprannominato l’invasione del 2001 e dopo l’occupazione dell’Afghanistan come “la guerra di Obama”.
Ma Trump ha anche annunciato di schierare migliaia di altre truppe nel paese devastato dalla guerra. Trump ha detto che le sue opinioni sono cambiate da quando è entrato nella Casa Bianca e che avrebbe continuato l’intervento militare “finché avremo visto determinazione e progresso” in Afghanistan.
Fonte: Press Tv
Traduzione: Alejandro Sanchez
Condividi:
Fai clic qui per condividere su Twitter (Si apre in una nuova finestra)
Fai clic per condividere su Facebook (Si apre in una nuova finestra)
Fai clic qui per condividere su Google+ (Si apre in una nuova finestra)

Categorie
Dominio imperiale USA
Redazione
Articolo precedente
Gli USA stanno considerando l’idea di attaccare le forze russe in Siria?

Prossimo articolo
Arrivano a Idlib le equipe delle TV occidentali per riprendere la sceneggiata dell’attacco chimico montato dai cashi bianchi


Annulla risposta

Captcha *

Digitare il testo visualizzato sopra:

Guido C. 3 ore fa
Sono proprio pessimi, non c’è niente da fare…
Rispondi Mi piace4 Non mi piace

Powered by madidus.
Scrivi un commento