언어
클릭 수
848

Che cos'è l'orazione mentale

telegram.me/IstruzioneCattolica
L'orazione, secondo i maestri di spirito, non è altro che un'elevazione della nostra mente e del nostro cuore a Dio: ossia, in altri termini, è un esercizio dell'anima, mediante il quale essa si volge a Dio. Si può fare in due maniere: colla voce, ed allora si chiama orazione vocale, come quando si recitano preghiere, si cantano inni, salmi, e cose simili; col solo interno, ed allora si chiama orazione mentale.

Attenendoci pertanto alla sola orazione mentale, dovete sapere, dilettissimi, che l'anima nostra vive ed agisce con tre facoltà o potenze, le quali si chiamano memoria, intelletto e volontà. Quando adunque l'anima con queste tre potenze si rivolge a Dio, si dice che fa orazione. Mi dimanderete come ciò succede? Rispondo che colla memoria l'anima si rivolge a Dio, quando si ricorda una cosa che riguarda Dio: come p. es. una verità della fede, letta o udita, un mistero, un fatto; coll'intelletto l'anima si rivolge a Dio quando considera p. es. la forza e l'importanza di quella verità rivelata, la bellezza e l'amabilità di quel mistero, il pregio di una virtù, o la bruttezza del vizio contrario, il merito di un esempio. Infine l'anima si rivolge a Dio colla volontà, quando impressionata per cognizioni ricavate dal riflettere sopra una cosa, si eccita ad atti e sentimenti buoni; come p. es. di timore dei giudizi di Dio, di gratitudine per i benefizi da lui ricevuti, di amore verso una virtù che a Dio è cara, di odìo verso il vizio, e andate voi discorrendo.

Ecco che significa trattare, conversare con Dio; che vuol dire elevazione della mente e del cuore a Dio; che s'intende insomma per orazione mentale. Come voi ben vedete, ella è una cosa semplicissima, e che si riduce a questo: di richiamare la mente alla considerazione di una verità spirituale, e concernente la propria santificazione, per quindi ottenere che il cuore si commuova ed induca la volontà a fare ciò che si richiede per santificarsi.