Lingua
Click
667
it.news

Annullata l'ingiusta condanna dell'arcivescovo Wilson

Il giudice della Corte Distrettuale di Newcastle, Roy Ellis, ha annullato la condanna di luglio dell'ex arcivescovo di Adelaide Philip Wilson per aver "coperto" molestie sessuali.

Questa condanna ha messo in discussione l'integrità del sistema legale australiano. L'arcivescovo pur essendo innocente ha già scontato quasi quattro mesi agli arresti domiciliari a casa di sua sorella. Era anche stato costretto a dimettersi come arcivescovo di Adelaide a luglio.

L'accusa affermava che il ventiseienne don Wilson era stato informato da due chierichetti, nel 1976, che questi sarebbero stati molestati dall'ex sacerdote James Fletcher, ma Wilson "non fece nulla" al riguardo.

Uno dei falsi accusatori di Wilson, Peter Creigh, è scoppiato in lacrime dopo che il giudice ha esposto le sue bugie.
Creigh dovrebbe essere accusato di diffamazione.

Il caso contro Wilson era meramente indiziario. Non c'erano prove oltre ogni ragionevole dubbio che fosse stato informato delle molestie, sempre che ci fossero state, o che ricordasse di essere stato informato.

Il giudice Ellis ha dichiarato ripetutamente durante il processo di appello che Wilson era un uomo intelligente, articolato, che sembrava fare del suo meglio per rispondere alle domande postegli durante il processo.

#newsUcawjmvjpg