Clicks1.3K

CRESCE LA RIVOLTA NELLA BASE E NEI QUADRI DEL MOVIMENTO 5 STELLE NONOSTANTE IL TENTATIVO DI NASCONDERELO

di

Luciano Lago
Contro Informazione

Come ci si poteva facilmente aspettare, il trasformismo ed il camaleontismo dei vertici del movimento 5 Stelle, ormai trasformatosi in un partito filo UE e omologato alla casta, sta producendo una valanga di critiche e di insulti da parte della base che aveva inizialmente dato fiducia ai Di Maio, Grillo e compagnia cantante ma non soltanto dagli iscritti e dalla base. Alcune figure di primo piano del movimento iniziano a comunicare la loro uscita dal partito Pentastellato. Questo fa suonare le sirene di allarme fra gli stessi responsabili del 5 S., visto che esiste una buona possibilità che il movimento imploda sui se stesso con un crollo verticale dei consensi che potrebbe rivelarsi molto peggiore di quello manifestatosi nelle ultime elezioni europee e amministrative.

Sembra che la nomina di Gentiloni come commissario UE sia stata l’ultimo goccia che ha fatto traboccare il vaso. In particolare il deputato europeo 5 S. Piernicola Piedicini, ha dichiarato : “Nella Ue stiamo consegnando l’Italia al Pd”, questa dichiarazione già da sola dimostra che anche tra gli eurodeputati M5s sta scoppiando il malcontento.
“Non riconosco più il mio Movimento” ha dichiarato Piedicini, “In Ue stiamo consegnando l’Italia al Pd”, tra gli eurodeputati M5s inizia a essere una posizione di dissidenza diffusa. Lo stesso eurodeputato su Facebook ha pubblicato un post dichiarando la sua delusione per la nuova alleanza con il Partito democratico “In Ue stiamo consegnando l’Italia al Pd”, in molti aggiungono che questo voltafaccia non era compatibile con il nostro programma.

Volano gli stracci all’interno dei 5 Stelle con vari elementi in vista che non perdonano al partito di Grillo, Casaleggio e Di Maio di aver tradito tutti i loro propositi e di aver omologato il movimento al fronte delle peggiori forze neoliberiste, pro UE e al servizio dei potentati finanziari, pur di conservare incarichi, poltrone e privilegi.

Idem la posizione di un altro europarlamentare pentastellato Ignazio Corrao il quale ha dichiarato:
“Complimenti a chi ha negoziato le posizioni di governo per il Pd”, ha scritto sarcastico l’eurodeputato siciliano su Twitter, che poi ha fatto notare come ai dem siano andati “economia, commissario Ue e affari europei e anche tutti i ministeri strategici per il sud” ovvero dove il M5s aveva preso più consensi alle elezioni politiche del 2018.

Il post di Pedicini, come quello più duro di Corrao sia nei toni che nei contenuti, fa pensare a un probabile addio di alcuni eurodeputati pentastellati al M5s. “Ho sempre pensato che il Movimento avrebbe dovuto crescere, migliorare, diventare maturo”, ha aggiunto l’eurodeputato.

Siamo costretti ad assistere passivamente alla consegna dell’Italia al PD…Questa la constatazione più diffusa. Molte critiche poi sono destinate alla nomina del nuovo ministro dell’economia, nomina approvata dai 5 Stelle, visto che questi, Roberto Gualtieri, risulta un esponente del PD di lungo corso e presidente uscente della commissione economica del Parlamento europeo, quella che sempre aveva approvato le peggiori politiche di austerità dettate dalla Commissione Europea, dalla BCE e dal Fondo Monetario Internazionale. Facile prevedere che questo personaggio garantirà l’obbedienza assoluta del Governo Conte alle politiche di Bilancio e di austerità che saranno promosse dalla Commissione Europea.

Quando proclamava “Fuori dall’Euro”….

L’Italia di Conte e Di Maio sarà considerata comunque un paese gravato da un forte debito e quindi obbligato ad essere commissariato da Bruxelles senza aspettarsi sconti. Altra defezione eccellente quella di Deborah Billi, già fedelissima di Casaleggio e responsabile della comunicazione dei grillini, la stessa che dirigeva la campagna pubblicitaria del movimento sui social e che era considerata la più esperta comunicatrice del Movimento. “Finalmente Libera”, ha titolato con un post su FB, “L’obbrobrio che si è consumato oggi nel palazzo ha superato per nefandezze quello del 2011, si consegna il paese ai carnefici della Grecia”, ha scritto sostanzialmente la Billi, aggiungendo che il movimento sta facendo l’opposto di quello che gli aveva insegnato Casaleggio senior. “Nella scatoletta di tonno abbiamo trovato la piovra ed è stato più facile lasciarci abbracciare che combatterla”, ha scritto sarcasticamente la Billi.

Si potrebbe continuare elencando vari soggetti del movimento 5 Stelle, come consiglieri regionali che passano ad altro gruppo come altri che comunicano di aver strappato la tessera per protesta. In sostanza volano gli stracci all’interno dei 5 Stelle con vari elementi in vista che non perdonano al partito di Grillo, Casaleggio e Di Maio di aver tradito tutti i loro propositi e di aver omologato il movimento al fronte delle peggiori forze neoliberiste, pro UE e al servizio dei potentati finanziari, pur di conservare incarichi, poltrone e privilegi. Esattamente il comportamento che i 5 Stelle rimproveravano alla casta politica.

Il camaleontismo del M5s oggi divenuto filo Ue: il voto di fiducia in Senato espresso da Monti e da Pierferdinando Casini al nuovo governo Conte, stanno lì a dimostrare la prova del tradimento e del voltafaccia dei loro "gerarchetti"!

Si può ben osservare che il trasformismo politico portato alla sua massima espressione non sempre paga e di questo Di Maio e soci si accorgeranno presto non appena si dovranno misurare con i loro ex sostenitori ed elettori molti dei quali appaiono pieni di rancore e rabbia nei confronti dei vertici.

Come comunemente si dice, le chiacchiere ormai stanno a zero e gli applausi ed il voto di fiducia in Senato espresso da Monti e di Pierferdinando Casini al nuovo governo Conte, stanno lì a dimostrare la prova del tradimento e del voltafaccia dei gerarchetti del 5 Stelle.

Fonte: www.controinformazione.info/cresce-la-rivol… del 12 Settembre 2019
Il movimento cinque stelle non esiste piu, ed i primi ad esserne soddisfatti sono i loro fondatori: la missione è stata compiuta alla perfezione, quindi il sensus per esistere e continuare non sussiste più.
Da genovese ho sempre avuto un certo disagio verso Grillo, anche se all'inizio (1994) ne condividevo parte delle opinioni. Non capivo più il senso di trovare spunti comici su temi che …More
Il movimento cinque stelle non esiste piu, ed i primi ad esserne soddisfatti sono i loro fondatori: la missione è stata compiuta alla perfezione, quindi il sensus per esistere e continuare non sussiste più.
Da genovese ho sempre avuto un certo disagio verso Grillo, anche se all'inizio (1994) ne condividevo parte delle opinioni. Non capivo più il senso di trovare spunti comici su temi che avrebbero dovuto solo fare provare rabbia e malcontento.
L'ho capito dopo, quando ho visto lo stesso principio applicato in forma diversa nel modus operandi del movimento da lui fondato, e di conseguenza il suo ruolo: doveva cioè incanalare in qualche forma il malcontento crescente nella classe media (quel poco che ne resta) per inquadrarla e portarla dove richiesto: qui, al governo col PD, di cui rappresentavano le stesse istanze dissimulate (vedi operato della giunta romana attuale).
Il fine ultimo doveva essere traghettare la classe media verso l'accettazione della grande agenda mondiale, di cui fino ad ora era stato fedele portavoce il PD ed i suoi antecedenti.
Ed eccoci qua
nolimetangere and one more user like this.
nolimetangere likes this.
vincenzo angelo likes this.
Analisi amara,anche per chi non ci ha mai creduto, ma acuta.Grillo non e' diverso dallo Jovanotti che a Firenze racconta,in 8 minuti di video,di aver partecipato a un certo incontro ,e dice cose che sembrano opposte a quelle di Grillo,ma con la stessa verve visionaria su tecnologia e futuro.Sono dei pifferai magici,uno di lungo corso,l'altro aspirante,forse.Poi c'e' da dire che tra i laici non …More
Analisi amara,anche per chi non ci ha mai creduto, ma acuta.Grillo non e' diverso dallo Jovanotti che a Firenze racconta,in 8 minuti di video,di aver partecipato a un certo incontro ,e dice cose che sembrano opposte a quelle di Grillo,ma con la stessa verve visionaria su tecnologia e futuro.Sono dei pifferai magici,uno di lungo corso,l'altro aspirante,forse.Poi c'e' da dire che tra i laici non credenti coloro che ingaggiano neo "apprendisti"hanno gioco piu' facile, almeno in teoria, perche' poi oggi anche tra i cattolici sedicenti... Grillo era il tipo giusto per "acchiappare"in strati sociali trasversali,ceto medio o medio-piccolo e giovani.L'hanno scelto apposta, non me lo toglie dalla testa nessuno,come hanno scelto Bergoglio.Aggiungo che Casaleggio serviva anche proprio per far" andare giu'" Grillo a chi potesse trovarlo un po' indigesto.
jack67 and one more user like this.
jack67 likes this.
nolimetangere likes this.
jack67 likes this.
Nel movimento sono confluite tante persone, che credevano davvero a tutte le chiacchiere del comico, e credevano che una persona seria come Casaleggio fosse una garanzia.
Poi si sono intrufolati, o li hanno intrufolati, tanti piddini, che cercavano un posto al sole e probabilmente erano delatori di partito.
E bla bla bla bla, hanno avuto grillite acuta tutti. Una epidemia. Dicevano tutti le stess…More
Nel movimento sono confluite tante persone, che credevano davvero a tutte le chiacchiere del comico, e credevano che una persona seria come Casaleggio fosse una garanzia.
Poi si sono intrufolati, o li hanno intrufolati, tanti piddini, che cercavano un posto al sole e probabilmente erano delatori di partito.
E bla bla bla bla, hanno avuto grillite acuta tutti. Una epidemia. Dicevano tutti le stesse cose.
Abbiamo notato che i sindaci grillini altri non sono che sindaci piddini nei fatti, e direi anche peggiori. Il cambiamento per un miglioramento è stato un peggioramento.
Poi l' exploit, fuoco di paglia. Perchè dopo il bla bla bla è venuta fuori l' incompetenza grave. E la disonestà. Gravissima disonestà.
Conte poi, faceva la spoletta piddini- grillini, tanto di tutto, tanto di niente, ossia pro potentati finanziari.
"Chi mi battezza mi è compare" si dice proprio dalle sue parti.
E abbiamo visto chi sono i suoi compari.
Ora, come in tutte le cose, c' è la parte buona e la parte cattiva.
Il movimento che seguiva l' ideologo, aveva una dignità. E quelli che hanno quella dignità fanno bene ad andarsene, perchè meglio andare via, che stare con traditori.
Gli altri...
Non avevano nè idea e nè dignità.. Ma proprio niente.
E sono tornati ad essere niente. Sono ora quello che prima disprezzavano.
Anzi molto ma molto meno.
Si sono consegnati al pd dicendo "fa' di me quel che vuoi!". Per una poltrona su cui non staranno seduti a lungo.
Il pd li userà come vermi da esca nelle acque pescose dei potentati europei.
Brutta storia.

Non serve piú nel dramma che viviamo dire destra o sinistra.
Non serve per uscire fuori dal tunnel, o pozzo.
Purtroppo molti non vogliono ragionare e non riescono a dialogare.
Ma per uscire da questo pozzo, in cui Conte ci sta spingendo sempre piú giú, occorre essere ragionevoli ed avere buonsenso. Avere voglia di salvarsi e di salvare l' Italia.
Non significa nulla dire destra o sinistra.. Significa guardare le cose in faccia e vedere e capire come ci hanno ridotti e come abbiano decretato la nostra fine.
E poi dicono " restiamo umani". Che cretinata. Per restarlo bisogna esserlo, ma è umano chi ha progettato il dissolvimento di una Nazione? Ed è umano chi si schiera a loro favore per carrierismo e profitto personale?
Dove sta l' essere umani? E poi dicono agli altri -che si sono già svenati sotto imposizione e coercizione-di restare umani? E noi ci siamo e ci restiamo umani, ma non usassero la parola umanità o umanesimo cosí sporcamente, come paravento al tradimento fatto ad una intera Nazione.
Come Giuda tutti tradiscono per denaro. Trenta o quaranta non importa.
Il tradimento è tradimento.
Ora se davvero ci saranno fuoriusciti dal M5s ben venga. Qui non bisogna fare i capricci dei bambini, occorre impegno e serietà e amore per il prossimo, gli italiani, in Italia ci viviamo tutti, e bisogna pensare ai nostri figli e nipoti. E proibire l' aborto.
E lottare per salvarci. Dio ha chiamato in politica persone capaci, a cui dare credito.
Non è il nome del partito a cui badare, ma alla capacità e credibilità dei leaders.
Chi ama l' Italia si accomodi dentro.
Saranno i benvenuti.
vincenzo angelo and one more user like this.
vincenzo angelo likes this.
Francesco I likes this.
Dovete lottare sapendo di essere alle Termopili,sui punti strategici,quelli spirituali in primis,ma sapendo che la vittoria sara' quando non sembrera' piu' possibile.Secondo lo schema della parabola del servo inutile,attraverso un di piu' di carita' che scende dall'Alto,al di la' della stretta logica giustizia-retribuzione, ricordando sempre la Profezia di Giorgio Varens.Quelli che gia' lo sanno …More
Dovete lottare sapendo di essere alle Termopili,sui punti strategici,quelli spirituali in primis,ma sapendo che la vittoria sara' quando non sembrera' piu' possibile.Secondo lo schema della parabola del servo inutile,attraverso un di piu' di carita' che scende dall'Alto,al di la' della stretta logica giustizia-retribuzione, ricordando sempre la Profezia di Giorgio Varens.Quelli che gia' lo sanno se non lo dimenticheranno saranno credo i piu' preziosi,e se nel cuore della notte dovessero dimenticarlo non lo faranno completamente,se hanno scelto,come Maria sorella di Marta la parte migliore,quella che non sara' loro tolta,quella che santa Teresa di Lisieux chiama"La mia parte"con cui salire al monte Carmelo,dove il miracolo del Sole ne fara' offerte gradite a Dio,tra altre che Dio non gradira':gli idolatri di ieri di oggi e di domani.
jack67 and one more user like this.
jack67 likes this.
nolimetangere likes this.
jack67 likes this.
nolimetangere likes this.