Lingua
it.news 1

Cina: papa Francesco impara nel modo peggiore

La Cina ha dimostrato una tendenza a rinnegare gli accordi e il Vaticano adesso è alle prese proprio con questo, scrive TheAtlantic.com (4 dicembre).

Il Vaticano ha venduto il proprio accordo di settembre con la Cina come un accordo che avrebbe promosso "unità" allontanando le preoccupazioni che costituisse una "svendita" verso un governo comunista.
Ma poi, lo scorso mese, Monsignor Shao Zhumin, vescovo di Wenzhou, ancora non riconosciuto da Pechino, è scomparso. Per TheAtlantic.com questo è un segnale che Pechino non allenterà la propria pressione sulla Chiesa, ma invece userà l'accordo per spingere per avere ancor più controllo.

Sophie Richardson, direttore cinese di Human Rights Watch, finanziata dalle oligarchie occidentali, ha detto:
“Il papa ha effettivamente dato a Xi Jinping [il presidente della Cina] un timbro di approvazione, quando la sua ostilità verso la libertà religiosa non poteva essere più chiara."

Foto: © Mazur/catholicnews.org.uk, CC BY-SA, #newsYnsblnhvgo
Christoforus78
Davvero ancora vogliamo ostinarci a dare fiducia a Bergoglio? Bisogna proprio essere cechi, sordi e muti per non capire che sta portando la Chiesa alla disintegrazione. La nota positiva è che per quanti giochi possano fare Dio ha il controllo di tutto e se permette tanta sofferenza è solo per la purificazione della Chiesa ed il suo profondo rinnovamento spirituale