Lingua
Click
37

Concerto rock nella cattedrale di Santo Stefano a Vienna. Intervista al teologo mons. Nicola Bux

di Sabino Paciolla

Ogni volta che mi capita di vedere le immagini di un concerto tenuto nella cattedrale di Santo Stefano a Vienna, come il Life Ball 2018, confesso che mi viene il magone, mi assale un certo disagio. Certo, si obietterà che non si conosce il contenuto specifico del concerto. Rimane il fatto che un concerto di rock elettronico, con luci colorate che fanno pensare ad una discoteca, lascia poco spazio al dubbio. Del resto, lo spettacolo dal titolo “Jedermann” nella Cattedrale di Santo Stefano nella Giornata Mondiale dell’AIDS era impensabile in passato, ha detto Gery Keszler prima dell’inizio della serata. Evidentemente, con il card. Christoph Schönborn tutto diventa “pensabile”.

Come noto, la cattedrale di Santo Stefano a Vienna è retta dal cardinale Christoph Schönborn, il quale non è nuovo a questo tipo di manifestazione. Del card. Schönborn abbiamo parlato altre volte su questo blog, ad esempio in questo articolo.

La carrellata di foto dello spettacolo le potete vedere qui. Per quanto il fine sia benefico, la lotta per l’AIDS, gli organizzatori del Life Ball si ispirano e propongono un “nuovo illuminismo”, non proprio un valore cattolico (si veda il video del Life Ball di giugno scorso in fondo all’articolo). L’evento di cui parlerò si è tenuto il 30 novembre scorso nella cattedrale di Santo Stefano a Vienna.

Leggere tutto a questo link www.sabinopaciolla.com/concerto-rock-n…