Lingua
Click
1 mille
Giuseppe Di Tullio 3

Gli USA stanno preparando un'aggressione esterna contro la Russia

controinformazione.info | Gli USA stanno prepararando una aggressione esterna contro la Russia

Home
Archivio
2018
2017
2016
2015
2014
2013
2012
Chi siamo
Sostienici
Termini e condizioni
Privacy Policy
Contatti

Home
Archivio
2018
2017
2016
2015
2014
2013
2012
Chi siamo
Sostienici
Termini e condizioni
Privacy Policy
Contatti

Attacco alla Russia
Gli USA stanno prepararando una aggressione esterna contro la Russia
2 novembre 2018
da Redazione
13 commenti
“Il Budget di spesa militare degli Stati Uniti ha subito un aumento impressionante, il Pentagono si è mosso verso una forma di ostilità attiva, in modo simile a come abbiamo visto in Ucraina”, lo ritiene un alto funzionario della Difesa russa.
Il senatore Frants Klintsevich, vicepresidente del Comitato di difesa e Sicurezza della Camera Alta russa, ha avvisato lo scorso giovedì circa il significativo e forte aumento del bilancio militare USA che, a suo parere, si sta producendo non soltanto nel campo dell’intelligence, ma anche in tutte le strutture e i compartimenti delle Forze Armate statunitensi.
“Il budget totale del Dipartimento della Difesa USA (il Pentagono) corrisponde a più di 700.000 milioni di dollari. Gli USA spenderanno da qui all’anno prossimo altri 800.000 milioni per riarmarsi il prima possibile. Tutto questo si fa con un solo obiettivo: preparare una aggressione straniera contro la Russia”, ha dichiarato Klintsevich nel corso di una intervista.

Il senatore ha fatto queste dichiarazioni in riferimento alla pubblicazuione dei dati relativi alla spesa degli USA per la sola intelligence che, dai 19.000 milioni di dollari, è prevista per il prossimo anno in 22.000 milioni di dollari.
Inoltre, dai dati pubblicati, risulta che il paese nordamericano ha speso in totale oltre 59.000 milioni di dollari in operazioni militari all’estero, superando l’intera spesa militare della Russia, in conformità a quanto dichiarato dal ministro della Difesa russo, Serguei Shogù.
Washington ha annunciato il martedì che sono stati stanziati 40 milioni di dollari per fare fronte a quella che gli americani chiamano la campagna di disinformazione dell’Iran, della Russia e della Cina, con fondi provenienti dal Congresso e dal Pentagono.
L’obiettivo che sta perseguendo Washington con lo stanziamento di questi fondi, nonostante tutte le dichiarazioni ufficiali, secondo il senatore Klintsevich, è quello di creare un immagine negativa della Russia sulla scena internazionale e fare pressione su Mosca con le sanzioni.
Nello stesso tempo, secondo l’opinione del senatore, il Pentagono si è mosso verso una fase attiva, preparandosi nel procedere ad una attività ostile che, ha aggiunto, si rende evidente con l’Ucraina, paese che si è trasformato in un soggetto “provocatore” verso Mosca, mentre la Russia è pronta a difendere i suoi cittadini.
“Questo forse è un tentativo di costringere la Russia a lanciare una nuova corsa agli armamenti, visto che l’amministrazione Trump rompe uno per uno tutti gli accordi militari in essere, incluso il trattato delle Forze Nucleari Intermedie (INF) e questo viene considerato un fatto significativo”. Fonte: HispanTv
Avvertimenti caduti nel vuoto
Dichiarazioni simili ed anche più esplicite sono state fatte da Andrei Belousov, vicedirettore del Dipartimento per la non proliferazione e il controllo degli armamenti del Ministero degli Esteri russo, il quale ultimamente ha dichiarato:
“Recentemente durante un incontro, gli Stati Uniti hanno dichiarato che la Russia si sta preparando per la guerra. Sì, vero, la Russia si sta preparando per la guerra, posso confermarlo. Sì, ci stiamo preparando a difendere la nostra patria, la nostra integrità territoriale, i nostri principi, i nostri valori, le nostre persone. Ci stiamo preparando per una guerra del genere. Ma c’è una grande differenza tra noi e gli Stati Uniti. Linguisticamente, questa differenza è solo in una parola, sia in russo che in inglese: la Russia si sta preparando alla guerra mentre gli Stati Uniti stanno preparando una guerra “(enfasi aggiunta).
È quindi fondamentale rendersi pienamente conto che i funzionari e i diplomatici russi, a differenza di quelli occidentali che sproloquiano su tutto, misurano attentamente ogni parola che dicono e che quando ripetono più e più volte che la Russia è pronta per la guerra, in realtà lo intendono davvero!
Naturalmente, ci sono stati quelli in Occidente che hanno visto completamente questo pericolo e lo hanno avvertito per anni, penso soprattutto al Prof. Stephen Cohen e Paul Craig Roberts che hanno pubblicato delle analisi realistiche ed allarmanti. Noi di controinformazione avvisiamo già da diverso tempo di quanto la situazione internazionale si stia facendo pericolosa in particolare da quando la setta dei neocon ha preso in mano tutto il potere a Washington.
Ma, nonostante tutti i nostri sforzi, siamo stati fra le “voci che ululano alla luna” nella totale indifferenza dei media ufficiali. Questo non sorprende visto che persino il brusco avvertimento di Putin durante il suo discorso del 1 marzo all’Assemblea federale russa è stato rapidamente liquidato come “postura” e rapidamente dimenticato. Questo è il motivo per cui due settimane dopo quel discorso storico in cui Putin ha paragonato la Russia a un sereno serpente a sonagli, cercando disperatamente di mettere in guardia un “idiota ubriaco” per fargli fare marcia indietro ma inutilmente: l’idiota non ascolta e cerca di afferrare il serpente.
Terza Guerra Mondiale
Si può concludere dicendo che:
Theresa May, Trump, Macron e la Merkel, loro con tutti i loro cortigiani e le mandrie di seguaci zombi sono tutti convinti della loro superiorità e invulnerabilità . La verità terrificante è che queste persone non hanno idea con le chi hanno a che fare, neppure capiscono le conseguenze di voler spingere la Russia fino in fondo. Probabile che lo sappiano in teoria ma non prestano attenzione agli interessi dei loro popoli in Europa.
I politici europei si sentono al sicuro, si considerano superiori e non riescono a concepire che possono morire, e la loro intera società può semplicemente scomparire.
Purtroppo, da allora le cose sono peggiorate. Questo è il motivo per cui Putin, chiaramente disgustato e frustrato, lo ha recentemente dichiarato :
” Qualsiasi aggressore dovrebbe sapere che la retribuzione sarà inevitabile e sarà distrutto. E poiché saremo noi le vittime della sua aggressione, andremo in paradiso come martiri. Loro semplicemente gracchieranno e non avranno nemmeno il tempo di pentirsi “
Inutile dire che l’apparato dei media occidentali ha interpretato questo avvertimento come un segno di “aggressione russa”, non come un tentativo disperato di svegliare un impero delirante e infinitamente arrogante.
In questo contesto, mentre la Russia si sforza di mandare “avvertimenti” all’Occidente, i leader dell’impero anglo-sionista sembrano essere decisi nel moltiplicare le loro provocazioni contro la Russia che vanno dal tenere esercitazioni militari importanti al confine russo al decretare sanzioni su sanzioni, basate su accuse precostrute e senza fondamento. L’UE ha anche mancato di notare gli atti di pirateria degli Ukronazi nel Mar d’Azov, ma ha invece condannato la Russia per far rispettare rigorosamente il suo diritto legale di vendicarsi per le azioni del regime di Kiev.
Un tale livello di ipocrisia è disgustoso, ovviamente. Ma è anche molto, molto pericoloso.
In netto contrasto con i media aziendali occidentali, i media russi hanno discusso quotidianamente della possibilità di guerra con gli Stati Uniti / NATO , e la discussione ruota sempre intorno alla domanda ” sono davvero pazzi abbastanza da attaccarci davvero anche se questo significherebbe la loro certa distruzione ?! “. In tutta onestà per i russi, vedendo gente come Nikki Haley o John Bolton, la domanda “sono pazzi?” È logica. Ma penso che sia anche probabilmente fuorviante.
Questo perchè mentre effettivamente alcuni neocons sono veramente degli psicopatici, una buona parte di loro non lo sono. Piuttosto sono stupidi, ignoranti, arroganti, odiosi e malvagi. questo sì. Ma non necessariamente pazzi. E per questo motivo, si può pensare che i leader anglo-sionisti si imbatteranno in una guerra contro la Russia a causa della loro follia.
La loro illusione è quella di mandare gli altri a combattere la loro guerra e che tale conflitto debba svolgersi nel teatro europeo e asiatico, lasciando fuori gli Stati Uniti dal pericolo. Una perfetta illusione che soltanto gli psicopatici dei neocon possono nutrire.

Condividi:
Condividi su:

Articolo precedente
13 Commenti
rispondi
atlas
3 novembre 2018
RUSSI, fatemi vedere Tel Aviv in cenere e morirò soddisfatto
rispondi
Silvia
3 novembre 2018
E’ piu’ facile che riducano in cenere Roma e altri Paesi della NATO
rispondi
Fabio Franceschini
3 novembre 2018
Dubjto che da tel a viv partirà mai un missile un aereo o quant’altro contro la russia.
rispondi
Fabio Franceschini
3 novembre 2018
Sono criminali ma non pazzi e neppure scemi non attaccheranno mai militarmente e direttamente la Russia .il problema è che stanno cercando di strangolarla e di metterla in una condizione economicamente è strategicamente insostenibile.purtroppo la Russia non ha e non potrà mai avere i mezzi per un vero attacco convenzionale contro l’Occidente e questo la mette in una condizione di grave difficoltà strategica. La russia può solo difendersi sul piano militare ed è per questo che i militari usa impediranno ai neocon di imbarcarli in una guerra convenzionale. Dopo di questo possiamo dire che la guerra alla Russia è già in atto ma è una guerra prevalentemente politica economica con elementi di geostrategia militare.
rispondi
atlas
3 novembre 2018
quando si arriverà al dunque la Russia prenderà la mira. In guerra non si fanno chiacchere e Putin non è cretino, lo sa chi è la causa di tutto il male del mondo
e non credo mi deluderà
rispondi
Monk
3 novembre 2018
Putin, facciamola finita una volta per tutte con queste merde e come finisce si racconta..se sopravviveremo.
rispondi
atlas
3 novembre 2018
ma davvero ci tieni tanto a questa vita terrena ? Io ora me la sto godendo anche se il regime democratico mi chiuse nelle sue prigioni speciali maltrattandomi per i miei anni migliori, ma sono sempre convinto che di fronte alla vita futura perpetua questa non vale l’ala di una mosca
rispondi
Farouq
3 novembre 2018
Non ci sarà nessuna guerra, poco prima di schiacciare il pulsante rosso saranno fucilati tutti questi nani e comincerà la caccia mondiale al sionista
rispondi
atlas
3 novembre 2018
tu capace vedi futuro in palle di vetro ? Sei mago ? Caccia mondiale ai giudei sicuro
rispondi
Farouq
3 novembre 2018
Tu invece sei un caga ca..
rispondi
atlas
4 novembre 2018
ma tu no europeo …
tu cugino di giudei
rispondi
MONDO FALSO
3 novembre 2018
Sìon odia la razza bianca Europea quindi avalla una guerra in Europa
rispondi
atlas
3 novembre 2018
gli askhenaziti, sionisti, sono europoidi, europidi. Caucasici, nemmeno mediterranei
Rispondi a atlas cancella risposta

Captcha *

Digitare il testo visualizzato sopra:

Commenti Recenti
TANIA su Italia sotto attacco: finanziario e climatico?
atlas su Italia sotto attacco: finanziario e climatico?
RSS
Articoli
Commenti
Seguici

Area Riserata
© Copyright controinformazione.info | Powered by madidus