Lingua
it.news

Il Padre Nostro di Francesco non è una traduzione corretta

La versione originale greca del Padre Nostro non è in alcun modo ambigua, scrive Anhony Esolen, professore di letteratura classica al "Thomas More College of Liberal Arts", USA.

Su firstthings.com (11 dicembre) egli fa notare che il testo greco dice "non ci indurre in tentazione" e nient'altro.

La nuova versione francese "fa' che non cadiamo in tentazione" che papa Francesco sostiene, per Esolen è piena di problemi: "Non possiamo passare da un verbo attivo, modo indicativo, tempo presente, seconda persona singolare, con un complemento oggetto chiaro, ad un verbo completamente diverso – 'non permettere' – completato da un infinito che non esiste nel testo – 'cadere' – senza passare da una traduzione ad una esegesi teologica".

Foto: © Jeffrey Bruno, CC BY-NC-ND, #newsIlhhxxjrvr

Scrivi un commento
Diodoro
E infatti: i Modernisti dicono a Dio "Apprezziamo i tuoi sforzi, ma i professionisti siamo noi".
Sembra una battuta, ma non lo è