Clicks1.4K

Polemiche per il baby pride con la drag queen vestita da principessa dei ghiacci

Al peggio non c'è fine. E così a Catania, nella sede della CGIL, è andato in scena il baby pride. Inconsapevoli bambini, con la irresponsabile complicità dei loro genitori, manipolati da una drag queen vestita da principessa dei ghiacci.

Fiabe da far rabbrividire anche i più insensibili: dall'elefantina che scappa dal recinto e scopre di poter fare le stesse cose dei maschetti, al leggendario Ettore, simbolo della forza, con l'hobby dell'uncinetto, passando dalla fiaba del piccolo uovo, che mette assieme, come se fossero la stessa cosa, famiglie tradizionali e omogenitoriali.
Fiato sospeso per tutti quando alcuni dei piccini coinvolti dai genitori hanno scoperto che la drag queen in realtà era un uomo! E cosa ha detto ai piccoli per spiegare le motivazioni della sua esibizione? Che a lui piace moltissimo indossare questi costumi, che a suo tempo ne aveva parlato coi suoi genitori e li ha trovati molto comprensivi. Un invito neanche tanto velato a fare altrettanto?

Dura presa di posizione della Lega con i senatori William De Vecchis e Simone Pillon e con l'assessore comunale catanese Fabio Cantarella.
"Conosco eccellenti programmi didattici sull’educazione alle differenze -ha commentato Fabio Cantarella- ma non ho mai visto drag queen leggere fiabe a bambini. Francamente mi sembra che questa volta gli organizzatori del pride etneo abbiano esagerato. Sono fermamente convinto - continua Cantarella - che i bambini debbano essere lasciati liberi dai condizionamenti ideologici e soprattutto che debbano essere educati dai genitori e da chi ha le professionalità adeguate e riconosciute. Iniziative come il cosiddetto ‘baby Pride’ mi sembrano iniziative totalmente inopportune. Giù le mani dai bambini! Solleciterò i parlamentari della Lega a prendere iniziative adeguate per proteggere i nostri bambini da questo tipo di avventurismi educativi”, conclude il responsabile enti locali del Carroccio in Sicilia.

Sulla vicenda sono intervenuti anche i senatori della Lega William De Vecchis e Simone Pillon: "Esprimiamo massimo sostegno all'assessore catanese Cantarella e sposiamo in pieno le sue affermazioni sulla completa irricevibilità delle scorretto e manipolatorio procedere della CGIL di Catania e del cosiddetto mondo arcobaleno, che in modo meschino hanno coinvolto bambini inconsapevoli imponendo loro arbitrariamente idee e modi di fare di chi si professa nemico della famiglia naturale.

Non ci sottrarremo - concludono i senatori William De Vecchis e Simone Pillon - mai e poi mai dalla difesa delle prerogative dei nostri bambini che meritano di essere cresciuti senza vergognosi raggiri ideologici e faremo tutto quanto in nostro possesso, in quanto parlamentari, per difendere il concetto della famiglia naturale, pesantemente e sotto attacco in questa epoca confusionaria".

di Redazione- 4 Luglio 2019
ilpopulista.it
Nella confusione si cerca di far passare idee e modelli. Siamo in una epoca schifosa perchè non c'è più rispetto della tradizione.
Sempre i sindacati e i preti di sinistra dietro progetti aberranti. Si é visto con il congresso mondiale della famiglia qual'e' la loro idea vera di famiglia. Allora vanno a combattere a parole la mafia e faranno passare anche concetti alienanti i valori e la religione. Domani vado a togliere la mia tessera sindacale a questi signori. Se potessi togliere anche i viveri a don Ciotti che si fa …More
Sempre i sindacati e i preti di sinistra dietro progetti aberranti. Si é visto con il congresso mondiale della famiglia qual'e' la loro idea vera di famiglia. Allora vanno a combattere a parole la mafia e faranno passare anche concetti alienanti i valori e la religione. Domani vado a togliere la mia tessera sindacale a questi signori. Se potessi togliere anche i viveri a don Ciotti che si fa pubblicità nelle scuole e realizza delle sedi o dei punti di contatto sul territorio.
Vedi:
veronasettegiorni.it/…/no-al-congresso…
maria immacolta and one more user like this.
maria immacolta likes this.
Pietro da Cafarnao likes this.
Sempre la solita CGIL, da un lato truffa i lavoratori, tranne poi a dichiarare fallimento per non pagare i debiti, dall'altro cerca di traviare i bambini !
Documentario mai trasmesso in Italia ! MAXI TRUFFA A DANNO DEI LAVORATORI
Comunque il compagno Bergoglio non è da meno:

Libri gender a Venezia: Bergoglio benedice le due editrici lesbiche
Pietro da Cafarnao and 2 more users like this.
Pietro da Cafarnao likes this.
nolimetangere likes this.
maria immacolta likes this.