Clicks1.7K

Elezioni europee – Il rosario brandito da Salvini e i fischi della folla a papa Francesco, ecco il sovranismo feticista di Belvecchio

di Belvecchio

Il titolo non è nostro, è quello dell’editoriale di Famiglia Cristiana del 19 maggio 2019.

Siamo in piena campagna elettorale e tutti i partiti in lizza lanciano gli ultimi affondi per convincere il maggior numero di elettori della bontà della loro proposta politica.
Ma cosa c’entra la neochiesa sedicente cattolica in questa arena?
Ebbene, pare che invece c’entri, eccome! E non per predicare il Vangelo, come sarebbe suo dovere istituzionale, ma per bacchettare e perfino fustigare i politici che non sono graditi nelle “alte sfere vaticane”.

Dopo il comizio del capo della Lega a Milano, sabato 18 maggio, incredibilmente sono scesi in lizza tutti i pezzi grossi e meno grossi che fanno capo a questa neochiesa sedicente cattolica.

Il gesuita Antonio Spadaro, noto per il suo rapporto a doppio filo col gesuita Jorge Mario Bergoglio, è piombato lancia in resta contro il capo della Lega, scrivendo sulla sua pagina Facebook che «Rosari e crocifissi sono usati come segni dal valore politico … adesso è Cesare a impugnare e brandire quello che è di Dio», e arrivando perfino ad anatemizzare: «non nominare il nome di Dio invano … per i propri scopi» «non è un comizio politico il luogo per fare litanie (e in nome di valori che col Vangelo di Gesù nulla hanno a che fare). … è chiaro che l’identitarismo nazionalista e sovranista ha bisogno di fondarsi anche sulla religione per imporsi. Ha trovato questa carta della strumentalizzazione religiosa (in Italia come altrove nel mondo, sia chiaro: non siamo originali in questo!) come adatta e la usa. La coscienza cristiana, a mio avviso, dovrebbe sussultare con sdegno e umiliazione nel vedersi così mercanteggiata e blandita. Si facciano i propri discorsi, ma davanti a Dio bisogna togliersi i sandali».

Caspita che sberla!
Solo che a noi sembra che la predica venga dal pulpito sbagliato, poiché i Gesuiti hanno usato la “carta della strumentalizzazione religiosa” per anni, per aiutare i politici cosiddetti demo-cristiani a stringere un patto di ferro con i comunisti notoriamente anti-cristiani. E ci sono pure riusciti, tramite il braccio secolare che si nascondeva dietro uno scudo che portava in mezzo una croce, simbolo religioso dei cristiani, e la ostentava proprio “in nome di valori che col Vangelo di Gesù nulla avevano a che fare”.
Sono passati un po’ di anni, i nuovi “crociati” in abito ecclesiastico adesso fanno la guerra a chi si appella al Rosario, ai Santi protettori dell’Europa e alla Madonna, per combattere a favore di una politica che conduca l’Europa a ritornare alle radici cristiane del continente.

Lo abbiamo già fatto notare: oggi i nuovi preti della neochiesa sedicente cattolica sono in piena campagna elettorale, a favore dell’Europa di Mammona che rifiuta sdegnosamente i valori cristiani sui quali è nata diversi secoli fa la vera Europa.

Perfino il Segretario di Stato vaticano è sceso in lizza; e nel corso di una cosiddetta “Festa dei Popoli” celebrata a San Giovanni in Laterano insieme a tanti gruppi delle diverse comunità di immigrati presenti a Roma, ha sentito il dovere – elettorale? – di dire: «Io credo che la politica partitica divida, Dio invece è di tutti. Invocare Dio per se stessi è sempre molto pericoloso»

Dal canto suo, il quotidiano dei vescovi italiani, Avvenire, ha stigmatizzato il comizio del capo della Lega, affermando che «ancora una volta si proclama alfiere del cattolicesimo, ma di un cattolicesimo tutto suo, “politicizzato” e contraddittorio, piuttosto distante dal magistero del Papa e della Chiesa universale e italiana. Non si può discutere la fede che ciascuno afferma di avere, ma neppure è lecito deformare il messaggio evangelico».

Accade spesso così: quando si vuole attaccare chi ci è antipatico, si finiscono col dire cose strampalate. Quindi, secondo Avvenire, ci sarebbe anche un cattolicesimo “politicizzato”, che ovviamente non sarebbe il suo, che fa politica e campagna elettorale, ma quello del capo della Lega, che è “distante dal magistero”. E tuttavia “Non si può discutere la fede che ciascuno afferma di avere, ma neppure è lecito deformare il messaggio evangelico”.
E qui siamo quasi alla farsa, poiché è da alcuni anni che in Vaticano si deforma il messaggio evangelico e che Avvenire aiuta a far conoscere tale deformazione.

Ma se lo fanno loro è tutto sacrosanto.

Ma insomma, tutta questa caciara perché? Prima di tutto perché la neochiesa sedicente cattolica ha deciso di fare campagna elettorale, e secondo perché c’è chi fa campagna elettorale ricordando i fondanti valori cristiani della vera Europa, cosa che ai preti moderni sembra dare un enorme fastidio.
Cosa avrà mai detto di tanto scandaloso il capo della Lega?
Ci affidiamo alle donne e agli uomini di buona volontà, ai sei Patroni d’Europa, Benedetto da Norcia, Brigida di Svezia, Caterina da Siena, Cirillo e Metodio, Teresa Benedetta della Croce: affidiamo a loro il nostro destino, il nostro futuro e i nostri popoli. E io personalmente affido la mia e la vostra vita al Cuore Immacolato di Maria che sono sicuro che ci porterà alla vittoria

Ohibò! Un politico che invoca i Santi e lo fa impugnando una corona del Rosario! E’ talmente inusuale che diventa scandaloso per molti preti moderni, soprattutto quando il politico critica la loro politica a favore dell’Europa di Mammona e condanna la loro propaganda a favore dell’invasione islamica dell’Europa.

Non abbiamo difficoltà a riconoscere che il capo della Lega esageri nel fare campagna elettorale usando i valori religiosi in cui crede, ma è giocoforza riconoscere che i preti che scendono in lizza per la stessa campagna elettorale non esagerano, ma blasfemano; perché il capo politico non indossa l’abito ecclesiastico e invece loro sì… il capo politico non pretende di dire Messa e insieme di predicare a favore dell’Islam e invece loro sì.

L’ultima novità viene da Pinerolo, in provincia di Torino, dove il vescovo ha messo le chiese a disposizione dei musulmani per permettere loro di svolgere i loro riti in locali adeguati (!?), e cioè in quelle che un tempo si credeva fossero le “case di Dio”; e questo il vescovo l’ha fatto richiamandosi, in televisione, al documento di Abu Dhabi firmato da papa Bergoglio e da lui fatto inviare a tutte le istituzioni cattoliche perché lo studino e lo applichino; documento in cui si dice, blasfemando, che le diverse religioni sono volute dalla sapienza di Dio.

Ecco spiegata la reazione del cardinale Parolin, di padre Spadaro, di Avvenire, di Famiglia Cristiana e di tanti altri appartenenti alla neochiesa sedicente cattolica, di fronte ad un politico che parla dei Santi con in mano la corona del Rosario… essi preferiscono un papa che bestemmia !

Che cos’è, se non campagna elettorale?

unavox.it
Stev33 likes this.
Ho già espresso il mio pensiero, ma qui, voglio solo aggiungere questo: la UE di Mammona bancaria sa blandire e ha blandito da anni questi prelati. Ce ne accorgiamo da come vanno le cose, da come le vuole far andare e da come la Chiesa interessatamente si presta per farle andare. Cosa c' é di strano per cui si agitano tanto adesso?
Non é né l' invocazione ed affidamento alla Madonna e ai Santi, …More
Ho già espresso il mio pensiero, ma qui, voglio solo aggiungere questo: la UE di Mammona bancaria sa blandire e ha blandito da anni questi prelati. Ce ne accorgiamo da come vanno le cose, da come le vuole far andare e da come la Chiesa interessatamente si presta per farle andare. Cosa c' é di strano per cui si agitano tanto adesso?
Non é né l' invocazione ed affidamento alla Madonna e ai Santi, cioé é apparentemente, ma non é la vera causa di tanto livore, visto che hanno sempre politicizzato le omelie in vista delle elezioni, perché sempre hanno avuto il controllo sulla massa tramite la religione appunto, inutile negarlo, per certi versi esercitano anche il controllo delle masse, ma questi isterismi per cui chiosano e condannano al posto di esserne felici, é per un altro motivo: il carisma di Salvini.
E questo carisma li impaurisce e temono che tutta la manfrina messa in piedi, cioé il teatrino allestito, con le dimissioni di Ratzinger, la crisi avvenuta(mah!) per i subprime avvelenati, ribaltone al governo, entrata di Monti che ha saputo solo ROVINARCI, e questo grazie al suo godfather che ce lo ha messo a quel posto, per la crisi indotta dalle banche per poter dare l' affondo finale alla conquista di alcuni stati dell' Europa, che nel frattempo avevano trasformata in sordina da MEC a UE, dove contiamo meno di zero, poi il boom dei barconi, ingressi illegali di afroislamici su cui nessuno può giurare che siano brava gente, islamici in terra cristiana che non si dirigono verso la Turchia o Emirati Arabi, ma vengono in terra cristiana, ci odiano ma vengono qui(!),
e beh,
dopo tutto questo lavoro certosino o maniacale per allestire ogni scena del teatrino e far contento NOM, ora arriva Salvini. Il Cid Campeador.
Ma cosa si é messo in testa? E sale nei consensi e parla bene, parla da amico a tutti ed é paziente e provano a tormentarlo con i forconi, e resiste e sale, sale.. E scendono tutti in campo contro Salvini. Anche i prelati. Che vergogna!

Ma Salvini parla da sé, é se stesso. E gli elettori vedono in lui un fratello, un amico, un figlio. Si fa capire e quel che dice é quel che le persone riscontrano nel quotidiano e di cui vogliono liberarsi e svegliarsi come da un terrificante incubo.
Gli attacchi velenosi a Salvini erano già continui e ripetuti, perché erano gli ordini di scuderia, molto condivisi, ma ora sono questi: fermarlo ad ogni costo.

Ora che il tempo stringe: lotta senza quartiere.
Fermarne l' ascesa e il gradimento presso la popolazione.
E Salvini ha mostrato il fianco, non ha fatto un passo falso invocando la protezione della Madonna e dei Santi. Sapeva che tra i nemici degli italiani c' é ormai questa pseudochiesa, trasformata in un qualcosa che non é di Dio, ma degli uomini di cattiva volontà.
Salvini ha dato il fianco. E i centurioni si sono precipitati a colpire.
Ragioniamo: ha fatto bene o ha fatto male?
Ha fatto bene.
Perché ha compreso e espresso quel che da mesi diciamo sui social e cioé che bisogna pregare e pregare e pregare per Salvini e per difenderci dal potere della massoneria Mammona che vuole islamizzarci per mortificarci.
Mortificare i cattolici significa che vuole mortificare Cristo.
E dunque sono partiti all' assalto avendo individuato dove colpire. Ma é Salvini che ha dato il fianco. E ha fatto bene. Hanno colpito e emesso il loro veleno, e hanno fatto una meschina figura. Anche i non credenti si uniscono ai credenti per Salvini.

Perché é talmente vistoso l' obbrobrio che costoro dicono, che anche i ciechi riescono a capire che siamo tra lupi famelici e non cani pastore, cani per il vregge. Non le difendono le pecore, ma le azzannano e le sbranano.
E credono di aver trovato il tallone d' Achille sull' invocazione di Salvini? Salvini sa bene chi ci sta dietro a tutto questo, continua per la strada intrapresa e ne affida l' esito alla Madonna, e si lascia azzannare da bocche con lingue biforcute e velenose, ben sapendo che questo si ritorcerà contro di loro.
Quando avranno sputato tutto il loro veleno saranno come palloni sgonfiati.

Salvini cresce e comunisti e cattocomunisti tremano.
Qualunque cosa egli dica per risposta riceve un attacco, mirato a demonizzare, ridicolizzare, denigrare per demolire.
Ora invoca la Madonna? Si attacca su questo? Se dice " prometto la vittoria ai prossimi campionati Mondiali di Calcio" idem.. non è l'argomento che interessa, ma demolire chi parla.
Più lui cresce nei consensi più loro ne perdono.
NON É FORTE CHI ATTACCA MA CHI RESISTE ALL' ATTACCO.
E SALVINI RESISTE E NOI RESISTIAMO E PREGHIAMO CHE VENGA IL REGNO DI DIO NON QUELLO DI MAMMONA, CHE ORA SI FA CHIAMARE NOM.
Francesco Federico and 2 more users like this.
Francesco Federico likes this.
Francesco I likes this.
Mi cha el likes this.
Tempi di Maria likes this.
Dovrebbe Lui Parolin fare mia culpa per l'accordo segreto con i capi comunisti cinesi a danno della Chiesa sotterranea: santuari abbattuti, vescovi e sacerdoti deportati e una sottomissione di quelli cattolici a quelli nominati dal regime. Una simile nefandezza non c'è mai stata nella Chiesa e lui sembra esser stato il maggior regista. Ora se lui é andato all'incontro della finanza globale di …More
Dovrebbe Lui Parolin fare mia culpa per l'accordo segreto con i capi comunisti cinesi a danno della Chiesa sotterranea: santuari abbattuti, vescovi e sacerdoti deportati e una sottomissione di quelli cattolici a quelli nominati dal regime. Una simile nefandezza non c'è mai stata nella Chiesa e lui sembra esser stato il maggior regista. Ora se lui é andato all'incontro della finanza globale di cui Monti e Draghi sono le pedine più in vista, che sostengono il processo europeo a danno dei popoli. Questi sedicenti ecclesiastici sostengono l'Europa dei magnati, di cui Bruxelles é la capitale e qualche mistico la paragona alla grande prostituta Babilonia del testo sacro vedi:
APOCALISSE 18, 1-3
«È caduta, è caduta Babilonia la grande
ed è diventata covo di demòni, carcere di ogni spirito immondo, carcere d'ogni uccello impuro e aborrito e carcere di ogni bestia immonda e aborrita.Perché tutte le nazioni hanno bevuto del vino della sua sfrenata prostituzione, i re della terra si sono prostituiti con essa e i mercanti della terra si sono arricchiti del suo lusso sfrenato».
Nb.Per vino di prostituzione potrebbe considerarsi tutto il vizio e la perversione di cui l'uomo diventa schiavo negli istinti più bassi impuri contro le leggi di Dio (non commeterai adulterio e non desidererai la donna d'altri), alle quali i politici e le elite globali hanno imposto le loro leggi peccaminose, che legalizzano le scelte umane (aborto, divorzio, unioni civili, contraccezione, sperimentazione genetica su i feti - vedi Inghilterra ecc...)
E i MERCANTI della terra o le Elite globali si sono pure arricchite in queste prostituzioni che rendono schiavi gli uomini. Vedasi la la clinica Parenthood e i soldi che ha fatto su i feti. I re della terra o governanti si sono poi prostituiti o compromessi con le leggi emanate da Bruxelles, che hanno diffuso e approvato ogni impurità e perversione.
Francesco Federico and 4 more users like this.
Francesco Federico likes this.
Mi cha el likes this.
Walter likes this.
Christoforus78 likes this.
nolimetangere likes this.
Suari
Veramente Salvini è stato razzista, ha invocato la Madonna e i Santi e si è dimenticato di Allah!
Marziale and one more user like this.
Marziale likes this.
Pietro da Cafarnao likes this.
Ermasteo likes this.