Lingua
Don Reto Nay 3 8

Santità, non abbiamo paura dello straniero - abbiamo paura di Lei

Lettera aperta a Papa Francesco pubblicata sul sito di Marco Tosatti:

Santità, deve rasserenarsi, noi non abbiamo paura dello straniero o del diverso, sia paziente e misericordioso con me se oso dirle che (in tal senso) noi abbiamo paura di Lei e di chi la circonda.

Perché è lei che ci ha insegnato ad avere paura dei diversi. Le ricordo che ci ha insegnato ad avere paura di chi lei considerava diversi e per lei stranieri, come il card. Caffarra, il Card. Brandmüller, il Card. Burke, tanto che lei ha temuto persino di rispondere alle loro suppliche.

Per non parlare della paura che ci ha insegnato ad avere verso un cardinale proveniente dalla Guinea, come Sarah, o di un altro cardinale tedesco come Müller o della paura che ha manifestato verso i Francescani dell’Immacolata, o verso altri che per Lei erano “diversi”, stranieri.

Perciò, mi creda, la nostra paura dell’immigrato è minima rispetto alla paura che abbiamo di chi la circonda e la consiglia, abbiamo paura di Paglia, di Galantino, di Spadaro, di Coccopalmerio, di Ravasi, di Marx, di Sorondo.

Ma chi le ha detto che noi abbiamo paura di confrontarci, di essere solidali, di dialogare? Noi lo facciamo da sempre secondo gli insegnamenti di Gesù Cristo.

Ma nessuno dei suoi consiglieri, neppure il fondatore di Sant’Egidio, Riccardi, le ha mai spiegato come nasce il processo di immigrazione, chi l’ha voluto e pianificato? Chi ne sta traendo vantaggi?

La turberebbe Santità, scoprire che è stato concepito e pianificato al fine di imporre un “sincretismo religioso” per relativizzare la troppo dogmatica fede cattolica?

Le hanno mai fatto leggere ciò che hanno scritto negli ultimi anni fa i segretari dell’ONU, Kofi Annan e Ba-Ki moon?

Mi perdoni l’ardire Santo Padre, ma ora capisce quindi di chi, e perché, abbiamo paura?

Imploro la Sua Benedizione

Romana Vulneratus Curia.
Diodoro
Importante non avere paura: sapere che il Vaticano è occupato e occuparsi d'altro. Ci distruggono se passiamo il nostro tempo a dire "Ma davvero volete distruggerci?" ("Do you really want to hurt me?"... diceva una canzone inglese, al singolare)
Mi cha el
Preghiamo per il Papa!!