it.news
5

Giustizia corrotta: innocente suora di madre Teresa languisce in carcere

Il vescovo Theodore Mascarenhas (58), segretario generale dei vescovi indiani, ha fatto visita all'anziana suora di madre Teresa Concelia Baxla in carcere, come riferito su UcaNews.com (15 febbraio).

Suor Concelia è stata madre superiora di una casa di madre Teresa per madri non sposate a Ranchi. È stata arretata nel luglio 2018 con false accuse di "traffico di minori", ora derubricato a "adozione irregolare". La suora soffre di diabete e di vene varicose.

La madre del bambino ha testimoniato di aver consegnato volontariamente suo figlio. Mascarenhas definisce suor Concelia innocente.

Ogni tentativo di farla uscire su cauzione è stato respinto bruscamente, a volte in pochi minuti.

Mascarenhas descrive il momento in cui la suora gli è comparsa davanti dietro una finestra con doppie sbarre e rete: "Mi ha guardato a lungo con occhi lucidi e poi ha cominciato a piangere."

Ha detto: "Perdonami, Signore, ho portato vergogna nella Chiesa, ma sono innocente, Signore."

Il vescovo confessa la sua piena ammirazione per questa "sorella altruista" usata dai poteri politici per punire la Chiesa. "Non era preoccupata delle proprie pene. Era preoccupata del danno che il suo arresto aveva fatto alla Chiesa."

"Io prego" ha proseguito la suora "e dico al mio Gesù 'tu hai sofferto e sei morto per me, potrò io non sopportare questa sofferenza per te, pur da innocente?' Accetto la volontà di Dio."

Foto: © Mazur/catholicnews.org.uk, CC BY-SA, #newsHsxprpmoug
A vincenzo angelo e a 4 utenti piace questo.
A vincenzo angelo piace questo.
A Stella cometa piace questo.
A Pio V piace questo.
A Stev33 piace questo.
A Fatima. piace questo.