Lingua
Tempi di Maria 2 3

Anguera ci avverte: non siamo ancora alla fine perché solo «quando tutto sembrerà perduto» Dio interverrà…

4.746 – MESSAGGIO DI NOSTRA SIGNORA REGINA DELLA PACE, TRASMESSO IL 17/01/2019

Cari figli, sono la vostra Madre Addolorata e soffro per quello che viene per voi.

Piegate le vostre ginocchia in preghiera.

Vi chiedo di vivere i Miei Appelli e che ovunque cercate di testimoniare che siete di Mio Figlio Gesù.

Vivete nel tempo delle Grandi Tribolazioni e solamente con la forza della preghiera potete sopportare il peso della vostra croce.

In questi tempi difficili, chiamate Gesù e lasciatevi guidare da Lui.


Qualunque cosa accada, non perdete la vostra fede.

Siete del Signore e nulla deve allontanarvi dal cammino della salvezza.

State attenti.

Camminate per un futuro di confusione.

Le verità saranno abbandonate e false ideologie saranno abbracciate.


Rimanete con il Vangelo del Mio Gesù e ascoltate gli insegnamenti del vero Magistero della Sua Chiesa.

Avanti nella difesa della verità.

Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità.

Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta.

Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Amen.

Rimanete nella pace.


***

4.745 – MESSAGGIO DI NOSTRA SIGNORA REGINA DELLA PACE, TRASMESSO IL 15/01/2019

Cari figli, allontanatevi dalla menzogna e dall'inganno e ritornate alla Luce di Mio Figlio Gesù.

Siete del Signore, e solamente Lui dovete seguire e servire.

Voi siete importanti per il Signore e Lui aspetta il vostro Sì.


Convertitevi e servite il Signore con fedeltà.

Vi chiedo di mantenere accesa la fiamma della vostra fede.

Vivete nel tempo delle tribolazioni e solamente con la forza della preghiera potete sopportare il peso delle prove che verranno.

Curate la vostra vita spirituale.

Tutto in questa vita passa, ma la Grazia di Dio in voi sarà Eterna.

Non dimenticate: nelle mani, il SANTO ROSARIO e la SACRA SCRITTURA, nel cuore L'AMORE ALLA VERITÀ.

Coraggio.


Quando tutto sembrerà perduto, la Vittoria di Dio verrà per i giusti.

Ancora berrete il calice amaro del dolore, ma dopo tutta la sofferenza sarete ricompensati.

Sarà questo il tempo del TRIONFO DEFINITIVO DEL MIO CUORE IMMACOLATO.

Avanti.

Io vi amo e sarò sempre vicino a voi.

Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità.

Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta.

Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Amen.

Rimanete nella pace.


***

4.744 – MESSAGGIO DI NOSTRA SIGNORA REGINA DELLA PACE, TRASMESSO IL 12/01/2019

Cari figli, la Grande Imbarcazione provocherà un grande naufragio e grande sofferenza verrà per i Miei poveri figli.

Piegate le vostre ginocchia in preghiera.

Solamente per la verità potete arrivare al porto sicuro della fede.


Allontanatevi dalle notizie del mondo e servite Mio Figlio Gesù con fedeltà.

Conosco ciascuno di voi per nome e pregherò il Mio Gesù per voi.

Non vi allontanate dalla preghiera.

Io sono la vostra Madre e voglio condurvi verso Colui che è la vostra Via, Verità e Vita.

Datemi le vostre mani e Io vi condurrò per il cammino del bene e della santità.


Non perdetevi d'animo.

Dio ha il controllo di tutto.


Ritornate al Signore e sarete vittoriosi.

Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità.

Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta.

Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Amen.

Rimanete nella pace.


***
***

APPROFONDIMENTO TEMATICO:
"Quando tutto sembrerà perduto Dio interverrà"

Il grande san Giovanni Crisostomo, Dottore della Chiesa, ci assicura che « è proprio quando la situazione diventa difficile che devi sperare, perché è allora che Dio fa vedere la sua potenza: non quando le cose sono agli inizi, ma quando la situazione è disperata agli occhi umani, quello è il momento in cui Dio ci viene in aiuto [...]. Il Timoniere dell’universo non seda la tempesta con la propria abilità, la fa finire con un solo cenno. Non lo fa subito, fin dall’inizio, perché Egli suole sopprimere i mali non al loro sorgere, ma quando si sono accresciuti fino a giungere al culmine, tanto che i più hanno perso ogni speranza. Ma è proprio allora che Dio interviene con straordinari prodigi, manifestando la sua potenza » (1).

Adesso mi chiedo: quanto più di così si potrà ancora affondare? Quanto più vicino all’orlo dell’abisso l’umanità si può ancora accostare?

Probabimlemente, come la Vergine ad Anguera ribadisce con costanza, siamo destinati a "vedere ancora orrori sulla terra".

Nel messaggio del 01.05.2005 (vedi immagine nell'articolo), per es., si accenna ad un "fondo" che ancora non è stato toccato. Quale esso sia non siamo in grado di saperlo perchè gli abissi del male, della malizia angelica ed umana, sono inscrutabili.

Comunque stiano le cose, la constatazione della drammaticità dell’ora presente invoca un intervento risolutore da parte di Dio. In ogni caso il sensus fidei dei credenti in Cristo percepisce non lontani i tempi profetizzati, e questi sentimenti vanno usati come pungolo per prepararci con le dovute disposizioni ad ogni evenienza perché, come ricorda sant’Agostino, « ogni cristiano deve vegliare affinché il ritorno del Signore non lo trovi impreparato, e impreparato sarà trovato dal Signore chiunque sarà impreparato per l’ultimo giorno della propria vita ».

Questa “attesa escatologica”, che porta con sé queste disposizioni ideali in vista della venuta del Signore e il compimento delle divine promesse, lungi dal confondersi col fanatismo, con l’ “apocalitticismo”, è un atteggiamento cristiano genuino che i credenti di ogni epoca storica dovrebbero tenere vivo; esso è profondamente pedagogico, dal momento che « presuppone che il cristiano abbia un “sensus fidei” e un senso della trascendenza capaci di sollevargli l’animo dalla soffocante trama delle contingenze storiche e dei meccanismi sociali, in modo tale da capire che questo mondo terreno, e tanto più questa società moderna, per quanto possano sembrare solidi e stabili, in realtà sono fragili e precari, sono come uno “spettacolo” che può concludersi inaspettatamente e rapidamente: “È passeggero lo scenario di questo mondo!” (1Cor 7,31) » (2).

Se questi princìpi e queste verità valgono per tutti in generale, quanto più varranno per la nostra generazione in cui, a confermare tutto ciò, è la Vergine SS. con le sue apparizioni e i suoi messaggi nei quali non fa altro che ripetere con insistenza: "il tempo è quasi compiuto" e dunque "CONVERTITEVI E CREDETE ALLE MIE PAROLE" e a quelle di mio Figlio Gesù?

Beati i cuori sensibili che si lasciano interpellare da questi moniti perchè non saranno travolti insieme agli empi ma saranno custoditi nel Cuore Immacolato della Vera e definitiva Arca dell'Alleanza, Maria nostra Madre!

Note:
1) San Giovanni Crisostomo, Commento ai Salmi, salmo 117, nn. 2-3.
2) G. Vignelli, Fine del mondo? O avvento del Regno di Maria?, Fede & Cultura, Verona 2013, p. 25.
Mi cha el
Si preghiamo per Lui ne ha tanto Bisogno.
Francesco I
Oremus etiam pro conversione "papae" Francisci !