Lingua
Click
459
Radom

Il Servo di Dio Mons. Pietro (Piotr) Gołębiowski

Il Servo di Dio Mons. Pietro (Piotr) Gołębiowski nasce il 10 giugno 1902 a Jedlińsk. Nel 1918 durante una grave malattia, sperimenta la grazia della guarigione per l’intercessione della Madre di Dio. Dopo aver ultimato il ginnasio a Radom, nel 1919 entra nel Seminario Maggiore di Sandomierz. Ancora seminarista viene mandato a Roma per perfezionare i suoi studi, conseguendo due dottorati, in Filosofia e Teologia.

Viene ordinato sacerdote il 12 ottobre 1924 a Sandomierz, ancora studente. Rientrato in Polonia nel 1928, negli anni svolge il suo ministero pastorale come docente e padre spirituale nel seminario di Sandomierz. La totale dedizione per questo servizio è testimoniata dagli affettuosi ricordi degli allievi, anche se per lui comportò tanta fatica e sofferenza. Superata questa difficile fase, ritorna a svolgere il suo ministero come parroco in Baćkowice (1941-1945). In questa parrocchia vivrà insieme ai fedeli il dramma della guerra e dello sfollamento. La sua presenza, in quei momenti così drammatici, infonde fiducia e serenità. Negli anni 1945-1947 è rettore della chiesa della Santa Trinità a Radom. Successivamente intraprende il ministero di parroco e decano a Koprzywnica. Nel 1950 ritorna a Sandomierz come docente del Seminario Maggiore.

Il 3 giugno 1957 è nominato da Pio XII Vescovo ausiliare di Sandomierz. Riceverà l’ordinazione episcopale nel Duomo di Sandomierz il 28 luglio 1957 per l’imposizione delle mani di S.E. Mons. Giovanni (Jan) Lorek, Vescovo di Sandomierz. Come motto episcopale sceglie le parole: "Maria spes nostra" ("Maria, nostra speranza"). Sarà paterno ed esigente, inflessibile per quel che riguarda la gloria Divina, la fedeltà alla Chiesa e alla Santa Sede. Dedito, inoltre, alla preghiera e attivo nel servizio di cura delle anime nella diocesi, secondo quanto previsto dal Concilio Vaticano II. Vigilerà con fermezza sull’unità della Chiesa, in una delle parrocchie della diocesi di Sandomierz, drammaticamente divisa, facendo fronte ai tentativi di distruzione da parte del governo comunista, che ha creato la cosiddetta “parrocchia indipendente”. Lo stesso governo affermerà che quella parrocchia è un “esperimento”. In risposta a questa sua ferma opposizione, il governo gli respinge il permesso per partire per Roma. E’ infatti, uno dei due vescovi polacchi cui viene negato il diritto di partecipare al Concilio Vaticano II. Le autorità statali non accetteranno la sua nomina a vescovo diocesano nella diocesi di Sandomierz. In questo contesto, nel 1968, Paolo VI lo nomina amministratore apostolico di Sandomierz, con tutti i diritti dei governanti delle diocesi.

S.E. Mons. Piotr Gołębiowski prepara e realizza le incoronazioni di immagini mariane a Studzianna (1968), Wysokie Koło (1974) e Błotnica (1977). Sarà definito "il Vescovo Mariano" e "il Vescovo Martire". Guadagnerà una grande autorità morale agli occhi del Cardinale Stefan Wyszyński, Primate della Polonia, e del Cardinale Karol Wojtyła, Arcivescovo Metropolita di Cracovia, e di Papa Giovanni Paolo II.

Muore il 2 novembre 1980 in Nałęczów, mentre sta’ celebrando la Santa Messa, nel momento della distribuzione della Santa Comunione. Nel telegramma inviato nel giorno del suo funerale il Papa Giovanni Paolo II scrive: “Con commozione ricordo quel buon e intrepido Pastore della Chiesa di Sandomierz che con tanta fede, speranza e amore si dedicò senza riserve al servizio del Vangelo, non preoccupandosi delle difficoltà e delle sofferenze”.

Preghiera per la beatificazione

Signore Gesù Cristo, sommo Pastore

Tu hai chiamato il vescovo Pietro al ministero sacerdotale,

annoverandolo tra i successori degli Apostoli .

Ti ringraziamo per il suo zelo per la santità e l'unità della Chiesa.

Aiutaci a imitare il suo illimitato affidamento,

il suo servizio sacrificale e la filiale devozione alla Madre Tua.

Fa’ che sia elevato agli onori degli altari,

perché queste sue virtù risplendano per la Chiesa e i suoi pastori .

Concedici, per sua intercessione e secondo la Tua volontà,

questa grazia per cui umilmente ti preghiamo.

(Si prega di voler comunicare le grazie ricevute, per l’intercessione del Servo di Dio S.E. Mons. Pietro Gołębiowski, all’indirizzo: Kuria Diecezji Radomskiej, ul. Malczewskiego 1, 26-600 Radom, e-mail: postulator.radom@wp.pl)

www.bpgolebiowski.blogspot.it

Scrivi un commento