Lingua
Click
2 mila
CooperatoresVeritatis 7 2

La caduta di padre Cavalcoli sul Primato petrino

Il modernismo, la «sintesi di tutte le eresie» (San Pio X, Pascendi, 1907), non parlava di cambiamenti dottrinali, ma di “evoluzioni” dei dogmi e delle dottrine, per riuscire in qualche modo a “modernizzare” la Chiesa per metterla “al passo con i tempi”…

Il Diritto Canonico attesta: «Can. 332 – §2. Nel caso che il Romano Pontefice rinunci al suo ufficio, si richiede per la validità che la rinuncia sia fatta liberamente e che venga debitamente manifestata, non si richiede invece che qualcuno la accetti.»
Capito bene? Possiamo accettare o meno tale rinuncia, che non è indispensabile ai fini della validità della rinuncia stessa…. ossia, non si richiede che essa sia accettata da noi, dai laici, o dai cardinali o da altri… neppure da Don Minutella. Punto!
Ma da qui a parlare di pontificato allargato, di esplicitazione di una innovazione a due, magari anche a tre Pontefici aprendo, come qualcuno ironicamente giustamente affermava, un reparto di geriatria papale… il passo è breve!
QUI L'ARTICOLO INTEGRALE
Gesù non ha detto a Pietro che quando sei vecchio puoi ritirarti per andare in pensione. Uno che accetta una missione spirituale come vicario di Cristo non può ritirarsi mai. Ma ahimè occorre aggiornarsi ai ragionamenti dei teologi, che se non stai attento danno scappatoie e alibi perfino al diavolo, senza nominarlo.
Per confutare Padre Cavalcoli: tra le migliori opere che confutano il tentativo di ridefinizione del Primato pontificio c’è un accurato saggio del cardinale Walter Brandmüller dal titolo Renuntiatio Papae. Alcune riflessioni storico-canonistiche. La Tradizione e la prassi della Chiesa attestano con chiarezza – afferma il cardinale – che uno e solo uno è il Papa, e inscindibile nella sua unità … Espandi
Mi cha el
Concordo con Don Minutella su un punto Gesú disse:" Tu sei Pietro "non "Voi siete Pietri."
🎵🎵che confusione sarà perché ti amo é un emozione.....🎵🎵
Tutto chiaro su questo punto.Leggendo pero' sull'Isola di Patmos l'altra questione dibattuta tra Padre Cavalcoli e Don Ariel,quella relativa alla possibilita' di un Papa chiuso volontariamente alla grazia santificante,che diverrebbe privo della grazia di stato e quindi perderebbe l'infallibilita' sancita nel dogma da Pio IX,mi sorgono delle domande.Va bene il libero arbitrio,che Dio normalmente … Espandi
Ciò che dice padre Cavalcoli non è niente di nuovo rispetto a quanto altri alti prelati hanno dichiarato nei mesi e negli anni passati, come per es. Card. Muller e mons. Gaenswein. E' un'assurdità a livello di costituzione della Chiesa così come Cristo l'ha fondata. Come si fa a non capire? Si vede proprio che la confusione non risparmia quasi nessuno!
esatto.... l'articolo affronta infatti anche questo aspetto