Clicks927

BenedettoXVI al Sinodo Greco Cattolico Ucraino

HerzMariae
72
BenedettoXVI al Sinodo Greco Cattolico Ucraino: “Bisogna coltivare l’unità nel mondo così diviso e frammentato di oggi. Il mondo ha bisogno di unità”.
Anna Dagmar likes this.
Non ho capito cosa lui voglia dire realmente.. Unità di che? Il diavolo e l'acqua santa? Fanno unità?
polos likes this.
polos
Tutti si aspettano parole chiare --
ma questi tergiversano, solo per tergiversare...
nolimetangere likes this.
Non si dissocia da quel che dice il suo successore.. Ma lo dice in modo che ognuno capisca quel che vuol capire. Neutro. Siamo giunti alla religione del Neutro.
mjj75 likes this.
N.S.dellaGuardia likes this.
polos
E' certo un grande valore l'unità, ma l'unità con un cancro (la neo-chiesa) non può certo essere Volontà di Dio!!
maria immacolta and one more user like this.
maria immacolta likes this.
nolimetangere likes this.
Tesa
“Il mondo ha bisogno di unità”. Lo ha detto il Papa emerito Benedetto XVI a Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk, arcivescovo maggiore della Chiesa Greco Cattolica Ucraina, che con i dieci arcivescovi metropoliti del Sinodo Greco Cattolico e il segretario del Sinodo Bohdan Dzyurakh.

La delegazione è stata a visitare il Papa emerito nel Monastero Mater Ecclesiae in Vaticano. Si è trattato di un …More
“Il mondo ha bisogno di unità”. Lo ha detto il Papa emerito Benedetto XVI a Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk, arcivescovo maggiore della Chiesa Greco Cattolica Ucraina, che con i dieci arcivescovi metropoliti del Sinodo Greco Cattolico e il segretario del Sinodo Bohdan Dzyurakh.

La delegazione è stata a visitare il Papa emerito nel Monastero Mater Ecclesiae in Vaticano. Si è trattato di un incontro di circa 40 minuti, iniziato alle 16, che ha concluso idealmente un Sinodo iniziato con l’incontro con Papa Francesco lo scorso 2 settembre.

Tema del Sinodo della Chiesa Greco Cattolica Ucraina era “La comunione e l’unità nella vita e testimonianza della Chiesa Ucraina oggi”, ed è proprio questo che ha suscitato l’interesse di Benedetto XVI.

“Bisogna – ha detto il Papa emerito - coltivare l’unità nel mondo così diviso e frammentato di oggi. Il mondo ha bisogno di unità”.
L'apostasia dentro la Chiesa cattolica e' senza dubbio il nodo centrale e decisivo.Pero',detto questo,non e' l'unica divisione possibile ,e frammentazione significa piu' che divisione.Significa un processo di divisione crescente,a partire da una 'apostasia che comincia dai vertici,e che prende molte forme, di fatto ,e non solo quella utopica ,anzi,distopica, che vuol fare intravvedere un nuovo …More
L'apostasia dentro la Chiesa cattolica e' senza dubbio il nodo centrale e decisivo.Pero',detto questo,non e' l'unica divisione possibile ,e frammentazione significa piu' che divisione.Significa un processo di divisione crescente,a partire da una 'apostasia che comincia dai vertici,e che prende molte forme, di fatto ,e non solo quella utopica ,anzi,distopica, che vuol fare intravvedere un nuovo ordine mondiale,perche' in definitiva questo presunto ordine di facciata ha lo scopo di creare il caos e l'isolamento delle anime,il contrario della Comunione.Davanti a questo,vivendo in grazia di Dio,non siamo quelli che buttano via il bambino insieme con l'acqua sporca,sognando una battaglia campale chiara e definita.Troppo facile.D'altra parte la Comunione, in qualunque ambito,e' sempre possibile,e agisce a livello massimalista se cosi' si puo' dire e non minimalista,com'e' di fatto,nonostante tutto,la pseudo rivoluzione modernista e bergogliana.Se essere con Cristo,fare Eucarestia,significasse solo schierarsi,allora non si spiegherebbe perche' in un frammento di Ostia consacrata sia presente interamente Gesu' in Corpo Sangue Anima e Divinita'. Padre Massimiliano Kolbe era solo,nel lager,eppure fece comunione e unita'.Questo e' e deve restare nelle corde del cristiano cattolico e anche di quello ortodosso.
Kiakiar
È Lo Spirito Santo crea l'unità tra i credenti, radunando e armonizzando le diverse membra in un corpo solo. Lo Spirito Santo è luce nel buio, è speranza è vita, è amore veritiero che si pone al servizio di Dio e del prossimo , facendoci scoprire la divina impronta dell' Altissimo su ogni sua creatura fatta a Sua immagine e somiglianza.E Lo Spirito valorizza questa somiglianza , fa si che le …More
È Lo Spirito Santo crea l'unità tra i credenti, radunando e armonizzando le diverse membra in un corpo solo. Lo Spirito Santo è luce nel buio, è speranza è vita, è amore veritiero che si pone al servizio di Dio e del prossimo , facendoci scoprire la divina impronta dell' Altissimo su ogni sua creatura fatta a Sua immagine e somiglianza.E Lo Spirito valorizza questa somiglianza , fa si che le differenti componenti del Corpo di Cristo si muovano in sinergia, si completino, si accordino l' un l' altra come le diverse note di un unica sinfonia. Lo Spirito ci unisce al Padre e al Figlio, perciò solo nella chiesa cattolica è presente in tutta la sua efficacia e pienezza, in quanto come diceva San Pio da Pietrelcina solo essa può dare la vera pace, ( e quindi la vera vita di unione con la Santissima Trinità che deve rispecchiarsi nell' autentica comunione fraterna qui in terra) perché ella solo possiede Gesù Sacramento che è il vero principe della pace. Parole di un santo, e che santo..Se é vero poi, che con il battesimo diventiamo tutti figli di Dio, è vero pero' che non tutti i cattolici lo sono nei fatti, in quanto anche san Paolo specifica che tutti quelli che sono guidati dallo Spirito di Dio, questi sono figli di Dio ( Romani 8.14) . Ci sono uomini che tradendo la loro vocazione, si consegnano piu ' o meno consapevolmente , agli spiriti delle tenebre. Perciò non vi può essere accordo e comunione tra un uomo guidato dallo Spirito di Dio e un uomo guidato dallo spirito del mondo, perché seppur battezzato e cresimato, ha voltato le spalle a Cristo. E chiunque falsifica, strumentalizza , piega ai propri comodi, distorce , non intende ne riconosce in pieno le parole di nostro Signore e della Sacra Scrittura , non è guidato dallo Spirito di Cristo
E se non ha il Suo Spirito , non gli appartiene ( Romani 8, 9) e non può fare unita' con chi invece cerca di custodire gelosamente la sua appartenenza al Signore.