Clicks209

LA CHIESA DI GESÙ AL TEMPO DELL'ANTICRISTO - COME RIPARTIRE DAL PICCOLO RESTO

Acchiappaladri
1
In questi giorni, dopo la pubblica testimonianza dell'arcivescovo Viganò sul perdurante malgoverno che favorisce la diffusione della omosessualità fra il clero, ho avuto l'occasione di fare alcuni …More
In questi giorni, dopo la pubblica testimonianza dell'arcivescovo Viganò sul perdurante malgoverno che favorisce la diffusione della omosessualità fra il clero, ho avuto l'occasione di fare alcuni commenti ribadendo la mia congettura che questo meritorio tentativo di spronare la rapida moralizzazione delle più corrotte, o desistenti verso la corruzione, gerarchie vaticane tramite lo svelamento di gravi misfatti nella gestione della Chiesa e l'auspicata attivazione delle "difese immunitarie cattoliche" dentro l'esistente struttura amministrativa vaticana FALLIRÀ.

Per quanto dolore faccia il pensarlo, io sono fra quelli che si aspetta che per un certo tempo la Chiesa di N.S. Gesù Cristo potrà sopravvivere, in attesa del trionfo del Cuore Immacolato di Maria SS, solamente in un Piccolo Resto al di fuori delle corpaccione della istituzione "chiesa cattolica" che continuerà per inerzia a seguire un governo modernista.

Ripropongo qui alcune recenti considerazioni a riguardo fatte da lettori del blog di Marco Tosatti www.marcotosatti.com/…/la-caccia-a-vig…

MAZZARINO
10 settembre 2018 alle 10:25 am
Credo che ancora si faccia fatica capire completamente la portata di ciò che è avvenuto il 28.2.2013 e delle conseguenze che, giorno dopo giorno, stiamo drammaticamente riscontrando.
Dai vescovi sculettanti di Copacabana ad un magistero che contempli come cosa positiva l’omosessualità. Dalla Comunione ai protestanti a quella dei divorziati e risposati. Dai grandi Italiani Napolitano Pannella Bonino, a Lula grande pregiudicato brasiliano. Dalla Comunione a Vladimir Lussuria, nel funerale del compagno comunista Don Gallo, all’accettazione compiaciuta del Cristo attaccato alla falce e martello vero ed unico strumento di salvezza. Dalla Chiesa di Cristo alla Chiesa del Mondo di Obama, dei Clinton, e dei Mc Cain. Dal mettersi il naso da clown allo sguinzagliamento delle spie. Insomma da un Papa che, in piena salute fisica e intellettuale, decide di andare in “pensione” ad un vescovo presidente che sarà cacciato a pedate con vergogna. Come ho già detto altre volte questa gerarchia non potrà sopravvivere.
Da 10 Cardinali, 300 vescovi, e 10.000 sacerdoti si dovrà ripartire per ricostituire gerarchicamente Santa Romana Chiesa. Senza congrua ed insegnanti di religione statali. Senza 8 per mille. Speriamo con quattro lire di pensione e il diritto ad una casa di riposo. Già tanti codardocardinali, per paura, girano in borghese, mentre vescovi e sacerdoti lo fanno sistematicamente da trent’anni.
A Bergoglio Santa Romana Chiesa non interessa. Gli sta tra i piedi e va eliminata. Ha provato con l’eutanasia della misericordia pelosa, ma ha capito che non potrà portarsi dietro più del 50% dei fedeli ed è passato ai metodi spicci della misericordia violenta delle spie e delle minacce. E’ dagli States che parte il repulisti, ma la battaglia finale sarà fra i fedeli e sarà combattuta pastoralmente e canonicamente in Europa. Prepariamoci.

EQUESFIDUS
10 settembre 2018 alle 11:08 am
Esattamente: noi pensiamo sempre che dobbiamo essere in tanti, il più possibile. Non è vero, è un inganno del Demonio pensarlo: siamo partiti in dodici (tredici con Giuda, quattordici con Cristo che non metterei però nel novero degli apostoli), 10 cardinali, 300 vescovi e 10000 preti sarebbero tantissimi, un esercito rispetto a quella prima, minuscola Chiesa. E’ che noi alimentiamo la nostra vanagloria e pensiamo che la Chiesa, per sopravvivere, abbia bisogno dell’8×1000 (che in realtà è uno strumento di controllo del governo sulla Chiesa, la quale dovrebbe essere finanziata solo dalle libere offerte dei fedeli, i quali possono essere ben più generosi di quanto pensano certi prelati), dell’insegnamento nelle scuole statali, di eco-mostri (e non di chiese) nuove e così via: non è vero, la Chiesa per sopravvivere ha bisogno di un cuore di gente disposta a dare la propria vita per Cristo, di celebrare i Sacramenti, di sforzarsi nonostante i propri peccati (anche gravi) ad essere cattolica integralmente, senza “dialoghi”, “ecumenismi” e cavolate varie. Se la Chiesa, per tornare a splendere e tornare ad essere grande (non come numero di appartenenti, non solo almeno, ma anzitutto spiritualmente, liturgicamente e dottrinalmente), dovrà vedere le sue fila enormemente assottigliate, con apostati e sedicenti cattolici che se ne andranno a fondersi col protestantesimo, con l’ateismo, col satanismo ben venga: non sarà la fine, ma l’inizio. Saremo finalmente liberi nella Verità di Cristo.

MARIA CRISTINA
10 settembre 2018 alle 1:48 pm
L’ “ opzione Benedetto” richiede un cambio di mentalita’ Che sara’ molto difficile, molto doloroso.
Lo Spirito del “ gregge” ha sempre fatto parte della mentalita’ del cattolico medio. Va’ dove ti porta il gregge, affidati ai tuoi pastori, non pensare con la tua testa ma segui le indicazioni della gerarchia.
Anche fra i preti lo Spirito gregario e’ dominante, pochi i ribelli e pochi gli eccentrici. Di Don Minutella c’è n'è uno contro centinaia di migliaia di preti conformisti, di cardinali dei Dubia c’è ne sono stati quattro su centinaia di cardinali.
L’ opzione Benedetto presuppone che i pochi cattolici sparsi, rimasti soli come isolette in un mare di ateismo pratico e di apostasia delle gerarchie cattoliche, abbiano la forza d’ animo degli antichi eremiti del deserto o dei primi martiri.
La vedo dura. Mi sa che la stra-maggioranza aderira’ a qualsiasi cambiamento della dottrina, a qualsiasi trasformazione storica e diventera’ per conformismo e amor del quieto vivere Il gregge dell’ Anticristo ( come profetizzato ne Il Padrone del Mondo di Benson) .
Come dice giustamente anche se pessimisticamente don Ariel , non nutriamoci di facili illusioni.

EQUESFIDUS
10 settembre 2018 alle 5:04 pm
Non farsi illusioni non significa essere pessimisti; e quell’articolo lo è. Tuttavia, essere cattolici non vuol dire essere né pessimisti né ottimisti ma realisti, con la certezza che Cristo sarà con noi tutti i giorni fino alla fine del mondo. Se vediamo la Chiesa come un’entità umana, pensare alla “caduta” pronosticato da padre Ariel come un disastro è inevitabile, quando invece non necessariamente è così. I brontosauri si sono dovuti estinguere per fare posto all’uomo.
Acchiappaladri
Bellissima questa dalla stessa pagina del blog (ci sono anche tanti altri commenti interessanti, oltre alla selezione dei rimi che ho postato sopra): preso dalla gravità degli eventi recenti mi ero dimenticato completamente di quegli umoristi di UCCR ma vedo che ancora sono attivi ;-)

ANDREA M
9 settembre 2018 alle 7:59 pm

UCCR = Unione Cabarettisti Cattolici Ridolensis

Il Vaticano sapeva …More
Bellissima questa dalla stessa pagina del blog (ci sono anche tanti altri commenti interessanti, oltre alla selezione dei rimi che ho postato sopra): preso dalla gravità degli eventi recenti mi ero dimenticato completamente di quegli umoristi di UCCR ma vedo che ancora sono attivi ;-)

ANDREA M
9 settembre 2018 alle 7:59 pm

UCCR = Unione Cabarettisti Cattolici Ridolensis

Il Vaticano sapeva di McCarrick dal 2000: allora cosa c’entra Francesco?

www.uccronline.it/…/il-vaticano-sap…