Clicks53
gioiafelice
"La famiglia naturale creata, maschio e femmina, ad immagine di Dio". (FAMILIARIS CONSORTIO) CHIESA E OMOSESSUALITÀ: “NO” ALLA LEGALIZZAZIONE, SÌ A “RISPETTO” ED “ACCOGLIENZA” card. Joseph …More
"La famiglia naturale creata, maschio e femmina, ad immagine di Dio". (FAMILIARIS CONSORTIO) CHIESA E OMOSESSUALITÀ: “NO” ALLA LEGALIZZAZIONE, SÌ A “RISPETTO” ED “ACCOGLIENZA” card. Joseph Ratzinger, prefetto del dicastero pontificio.

31 luglio 2003 @ 12:01

” “”Il rispetto verso le persone omosessuali non può portare in nessun modo all’approvazione del comportamento omosessuale oppure al riconoscimento legale delle unioni omosessuali”. E’ quanto ribadisce la Congregazione per la dottrina della fede, nelle “Considerazioni circa i progetti di riconoscimento legale delle unioni tra persone omosessuali”, firmate il 3 giugno scorso dal card. Joseph Ratzinger, prefetto del dicastero pontificio, e diffuse oggi dalla sala stampa della Santa Sede. “Riconoscere legalmente le unioni omosessuali oppure equipararle al matrimonio – si legge nel documento – significherebbe non soltanto approvare un comportamento deviante, con la conseguenza di renderlo un modello nella società attuale, ma anche offuscare valori fondamentali che appartengono al patrimonio comune dell’umanità”. Nel testo – 12 pagine, divise in quattro capitoli – l’omosessualità viene definita “un fenomeno morale e sociale inquietante”, soprattutto “nei Paesi che hanno già concesso o intendono concedere un riconoscimento legale alle unioni omosessuali che, in alcuni casi include anche l’abilitazione all’adozione di figli”. “Non esiste fondamento alcuno per assimilare o stabilire analogie, neppure remote, tra le unioni omosessuali e il disegno di Dio sul matrimonio e la famiglia”, è la tesi centrale della nota. Anche se nella Bibbia le relazioni omosessuali “sono condannate come gravi depravazioni”, non tutti coloro che “soffrono di questa anomalia” ne sono “personalmente responsabili”, e la Chiesa deve accoglierli con “rispetto, compassione e delicatezza”, senza tacere però che “l’inclinazione omosessuale è oggettivamente disordinata e le pratiche omosessuali sono peccati gravemente contrari alla castità”.
” “

agensir.it/…-si-a-rispetto-ed-accoglienza/

CONSIDERAZIONI CIRCA I PROGETTI
DI RICONOSCIMENTO LEGALE
DELLE UNIONI
TRA PERSONE OMOSESSUALI

vatican.va/…0731_homosexual-unions_it.html