N.S.dellaGuardia
Ricorda il famoso intervento a braccio davanti ai Francescani dell'Immacolata, allibiti di fronte al loro aguzzino che dice loro:"Questa è opera del demonio"...
Veritasanteomnia
Anche se nella premessa spiegava di essere l'unico responsabile dei loro guai...fu un'udienza surreale ma anche un po' agghiacciante
alda luisa corsini
@N.S.dellaGuardia !! Mi ha tolto le parole di bocca!! Ho pensato a quello e "a tutto e il contrario di tutto". E costui dovrebbe essere una guida? E' il disorientamento in assoluto.
Francesco I
Eccolo qui:
Incredibili affermazioni di Bergoglio!
ma con il diavolo Bergoglio deve avere un rapporto particolare cfr. anche quest'articolo di Mons, Nitoglia:
GIUDA APOSTOLO E DIAVOLO, BERGOLIO PAPA E DIAVOLO?

d'altra parte l'etimo di "diavolo" dal verbo greco διαβάλλω (diabàllo) che significa separare, porre barriera, porre frattura, oppure, in senso metaforico, calunniare. Ecco che …More
Eccolo qui:
Incredibili affermazioni di Bergoglio!
ma con il diavolo Bergoglio deve avere un rapporto particolare cfr. anche quest'articolo di Mons, Nitoglia:
GIUDA APOSTOLO E DIAVOLO, BERGOLIO PAPA E DIAVOLO?

d'altra parte l'etimo di "diavolo" dal verbo greco διαβάλλω (diabàllo) che significa separare, porre barriera, porre frattura, oppure, in senso metaforico, calunniare. Ecco che viene alla luce il significato originale del termine: il diavolo è colui che crea, attraverso la menzogna, separazione, frattura e inimicizia tra uomo e Dio, tra uomo e uomo. È colui che crea, attraverso l'inganno una frattura nell'anima del singolo individuo.
Vedi anche:
Ricevere una telefonata da Bergoglio, per sentirsi augurare l’Inferno…(audio e video)
padrepasquale
Trovo la lettera di Papa Francesco tanto umana e ricca di spiritualità, per nulla contraddittoria.
N.S.dellaGuardia
@padrepasquale magari otterrà presto una promozione col suo "adulatorismo", ma certo il pericolo di cadere nel ridicolo non lo sfiora neanche di striscio...
Buon pranzo e buona siesta...
alda luisa corsini
Bergoglio è quello che in psicoanalisi si chiama "una personalità drammatica"?
Francesco I
Chi ha visto il film “La Pazza Gioia” di Virzì, ha potuto avere un’idea della malattia mentale narcisistica nel personaggio impersonato da Valeria Bruni Tedeschi. “Beatrice”, così si chiama, sta nella villa psichiatrica dove è ricoverata come se ne fosse la direttrice, dà ordini alle altre pazienti che disprezza e giudica sue serve, fruga di nascosto nelle loro cartelle cliniche per vedere come …More
Chi ha visto il film “La Pazza Gioia” di Virzì, ha potuto avere un’idea della malattia mentale narcisistica nel personaggio impersonato da Valeria Bruni Tedeschi. “Beatrice”, così si chiama, sta nella villa psichiatrica dove è ricoverata come se ne fosse la direttrice, dà ordini alle altre pazienti che disprezza e giudica sue serve, fruga di nascosto nelle loro cartelle cliniche per vedere come può servirsene; seduce l’ex marito – un ricco avvocato che lei ha lasciato per andare con un criminale – e mentre dorme gli svuota il portafoglio per darsi alla pazza gioia con la sua “amica” Donatella, una depressa suicidaria. Per i suoi stessi parenti, persua madre, Beatrice è una immorale, priva di scrupoli, devastatrice di vite e di averi altrui. Un ritratto perfetto di “disturbo narcisistico della personalità”.
Che dire di “Francesco”?
A rileggere le testimonianze di quanti l’hanno conosciuto in Argentina, colpisce la frequenza con cui dalle loro labbra sorgono spontaneamente termini psichiatrici, e spesso descrittivi, a loro insaputa, della turba mentale che abbiamo sopra delineata.
“Non fidatevi di Bergoglio, è un grande attore”, scrisse nel 2013 Horacio Verbitsky, il giornalista che lo ha accusato di aver non aver difeso (o addirittura consegnato ai carnefici) i preti dissidenti durante la dittatura, denunciandole il lato doppio e istrionesco. E aggiunse, profetico: «Quando celebrerà la sua prima messa in una via di Trastevere o nella stazione Termini di Roma, e parlerà delle persone sfruttate dagli insensibili che hanno chiuso il loro cuore a Cristo, ci sarà chi si dichiarerà entusiasta del tanto invocato rinnovamento ecclesiastico». Ma guai a lasciarsi fuorviare dalle parole di un “professionista”. La sorella di uno dei gesuiti che non avrebbe difeso: «Ha ottenuto quello che voleva. Mio fratello m’aveva avvertita: «Vuole diventare Papa: è la persona più indicata, è un esperto nel dissimulare».
Quando nel 1990 la compagnia di Gesù lo allontanò da Buenos Aires per “esiliarlo” a Cordoba, 800 chilometri più a Nord, la voce fu che “era malato, pazzo”. L’altra voce: Bergoglio continuava ad esercitare una forte leadership personale su una frazione della Compagnia anche dopo che non aveva più ruoli dirigenti, agiva “como un superior parallelo“, influendo su molti gesuiti, in un decennio nel quale più di un centinaio di loro lasciarono l’ordine e il sacerdozio: e la maggior parte dei fuorusciti apparteneva al gruppo di coloro che non stavano dalla parte di Bergoglio ma piuttosto volevano liberarsi di lui”.
Aveva evidentemente reso loro la stessa vita d’inferno che adesso infligge alla Curia romana. E ancor peggio: ha devastato la Compagnia di Gesù in Argentina, l’ha spaccata in uno scisma , ha incenerito un centinaio di vocazioni sacerdotali.
Fonte:
maurizioblondet.it/credo-bergoglio-un-referto-clinico/
alda luisa corsini
😱