Clicks864
Danilo Quinto
2

Sui morti per Covid, sul vaccino e sul Natale di Conte – Danilo Quinto – 04.12.2020

993 morti contabilizzati il 3 dicembre 2020, dicono i dati ufficiali. Un record! Dopo 10 mesi dall'inizio dei “conteggi” non sappiamo – e non sapremo mai, a meno che non vi sia un “giudice a Berlino” che lo scopra e lo denunci – quali sono i morti “per Covid” o “con Covid”. Quel che sappiamo è che a fronte dei 993 italiani, i morti della stessa giornata sono stati 3.000 negli Stati Uniti, che ha più di 5 volte la popolazione italiana e che non vive i divieti italiani. Sarebbe anche interessante capire perchè solo in Italia - a differenza degli altri Paesi europei - aumentino i morti nonostante il lockdown duri ormai da oltre tre settimane. Sappiamo anche che l'attribuzione delle morti per Covid viene fatta sulla base delle indicazioni “larghe” dell'Istituto Superiore di Sanità, che – come avviene in altri Paesi, Francia, Spagna, per citarne solo alcuni – contribuiscono in maniera determinante a seminare terrore e ad eludere qualsiasi tipo di dibattito sulle misure che vengono prese e reiterate dal Governo, che non sono paragonabili neanche a quelle adottate durante la seconda guerra mondiale.

Qualche domanda. Quale protocollo di cure (e se centralizzato o affidato alle singole regioni o addirittura ai singoli direttori generali) viene praticato negli ospedali prima che la situazione della malattia precipiti e i pazienti siano ricoverati in terapia sub-intensiva e poi intensiva? Ai primi sintomi, viene fatta fare ai pazienti a casa dai medici di famiglia la cura (e quale cura?) o si attende che la situazione peggiori per ricoverare le persone in ospedale? Quale assistenza preventiva viene data ai milioni di italiani che sono da considerare “categorie a rischio”, per altre patologie o per età?

Non è tollerabile
che il Governo NON INDICHI chiaramente ai cittadini con quali medicinali devono curarsi ai primi sintomi. Il Governo, attraverso le centinaia di esperti e "scienziati" di cui si avvale, sa che esistono medicinali per contrastare il virus al suo inizio. Perchè non dà queste informazioni e non chiede ai canali televisivi pubblici e privati di darle, lasciando che i cittadini (e tra questi, solo coloro che sono in grado di farlo) le cerchino da soli? A quale strategia e a quale condotta risponde questo di governare l'emergenza?

Questo Governo, che sta contando morti su morti, nonostante le norme liberticide che emana (l'Italia è tra i primi Paesi al mondo per numero di morti; sono ad oggi, più di 58.000 le persone dichiarate colpite e morte con causa Covid), sta iniziando una campagna ossessiva su fantomatici vaccini, di cui non si conosce nulla, se non il fatto che alcuni di essi modificano in modo irreversibile il patrimonio genetico umano, come denunciano scienziati liberi di tutto il mondo, che per grazia di Dio ancora esistono.

Questi scienziati sanno bene che a distanza di circa un anno dalla sua diffusione, di questo virus non si conosca nulla, se non quello che è emerso dalle autopsie, “sconsigliate” dal Ministero della Salute italiano e disposte – ad onore della loro professione – da medici italiani che hanno trasgredito a quella disposizione. Così come, molti medici liberi di tutto il mondo hanno già dichiarato che non si sottoporranno ai vaccini, perchè ancora non si conoscono le modalità con cui sono stati prodotti, la loro efficacia e la loro sicurezza. Questo Governo ha già dichiarato in Parlamento, attraverso il Ministro Speranza, che valuterà nel corso del tempo se rendere obbligatorio il vaccino e che il suo obiettivo è che il Paese, con il vaccino, raggiunga la cosiddetta immunità di gregge. Cosa che non è affatto certa, sempre a parere degli scienziati liberi, i quali sostengono che il Covid-19 avrà una storia analoga a quella di molti altri virus: durerà a lungo, come durò a lungo, all'inizio del secolo scorso, l'influenza spagnola.

Ieri sera, il commissario dell'emergenza – sapete, quello delle mascherine di cui non sono stati dotati gli operatori sanitari, che per questo, nei mesi febbraio, marzo e aprile, sono morti a centinaia, quello dei banchi con le rotelle, sui quali gli studenti non si sono mai seduti, quello che non ha garantito che in 6 mesi, dopo la prima ondata del virus, l'Italia si attrezzasse per affrontare questa pseudo-pandemia (si può chiamare così perchè perfino l'OMS ha dichiarato, sconfessando se stessa, che non si tratta di una pandemia) - ha dichiarato che il Governo si appresta a fare una “GRANDE CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE, SCIENTIFICAMENTE INATTACCABILE, AL VACCINO”. Ha aggiunto che che entro settembre 2021 sarà possibile vaccinare tutti gli italiani, anche con l'aiuto dell'esercito e che non è sua/loro intenzione obbligare gli italiani.

Gli italiani sanno che questo non è vero. Gli italiani già sanno che questo Governo, magari sollecitato dai suoi "padroni" dell'Unione europea, OBBLIGHERA' ALLA SOMMINISTRAZIONE DEL VACCINO. Molti italiani sanno di essere DISINFORMATI SULLE POSSIBILITA' DI CURE DOMICILIARI, CHE PUR ESISTONO. D'altra parte, questo è un Governo che ha già dimostrato di non voler avvalersi della cura con il plasma iper-immune, la cui efficacia è stata scientificamente documentata e che insieme agli anticorpi monoclonali sarebbe fondamentale per la cura del virus.

Sono innumerevoli gli errori commessi e le responsabilità gravissime di questo Governo nel corso dell'intero anno (dalla dichiarazione dello stato di emergenza del 31 gennaio 2020 ad oggi), sia sul piano sanitario, sia sul piano del disastro economico e sociale che è stato provocato e che sarà ulteriormente aggravato con l'ipotesi della patrimoniale, che prende sempre più corpo e che equivale a ledere il diritto alla proprietà privata. Del resto, anche l'uomo vestito di bianco si dice contrario alla proprietà privata. Che si vuole di più?

Di fronte a questi clamorosi errori e a queste gravissime responsabilità del Governo – purtroppo, ma è comprensibile, non venute ancora pienamente alla luce attraverso le indagini della magistratura, che pur sono in corso da parte di molte Procure della Repubblica – occorre mobilitarsi. Non può più trascorrere altro tempo. In altre situazioni storiche e politiche, un Governo come quello attuale – sorretto dall'ideologia catto-comunista che si è alleata con il pressapochismo demagogico dei grillini - sarebbe stato costretto alle dimissioni.

Non si può contare su una rappresentanza politica alternativa. Il centrodestra ieri ha fatto in piazza a Roma una timida protesta contro l'ultimo DPCM e contro lo smantellamento dei Decreti Sicurezza di Salvini. Non ha fatto, quindi, nulla. E nulla farà. Quello che “doveva” fare l'ha già fatto: sostenere con il voto il Governo nello scostamento di bilancio di 8 miliardi. Una follia!

Occorre mobilitarsi come singoli individui. Uno più uno. Con dignità e responsabilità. Con coraggio e determinazione.


Oggi, anche parlare e soprattutto ascoltare le persone, è di per sé un fatto rivoluzionario. Chi parla con le persone? Chi le ascolta? Chi le conforta? Milioni di persone sono sole. Smarrite. Impaurite, Terrorizzate. Non potrebbe essere diversamente dopo 10 mesi di bombardamento quotidiano di notizie sul “terrore”. Milioni di persone vivono il deserto intorno a loro. Non hanno più nessuno che parli loro del Cielo, della necessità di rivolgersi a Dio, di pregare, di pensare alla morte come paradigma della vita sulla Terra. Dei Sacramenti e delle Sante Messe, di cui questa Chiesa mondana e modernista può fare tranquillamente a meno. Che se ne fa, d'altra parte? Crede forse questa Chiesa (intesa come gerarchia ecclesiastica) in Dio che si è fatto Uomo ed è venuto ad abitare in mezzo a noi? Crede in Cristo, che si è immolato sulla Croce per emendare dal peccato originale chi in Lui crede e dare una speranza di vita eterna? Crede nelle ammonizioni che la Santissima Vergine Maria ha rivolto a coloro che amano Suo Figlio? Crede nell'esistenza dell'Inferno e di Satana, che è il dominatore di questo mondo, che ha insidiato Cristo nei 40 giorni del deserto, così come insidia gli uomini – con il permesso di Dio – tutti i giorni della loro vita? Crede nel giudizio particolare e universale o pensa che saremo tutti salvati dopo aver vissuto su questa Terra una grande “stagione” - un “grande abbraccio” - di Fratellanza e Umanesimo Universale. La Chiesa fa da scendiletto al potere civile, perchè nel suo potere e nella Sua Santità, che discende direttamente da Cristo, non crede più.

Può credere nei piani di digitalizzazione e di controllo di massa affidati al “Grande Fratello” di Zuckerberg o di Bill Gates o alle parate ambientaliste di Greta Thunberg o agli obiettivi di sostituzione della popolazione che sono alla base del fenomeno migratorio favorito dalle elite massoniche e mondialiste o alle teorie di stampo comunista di redistribuzione delle ricchezze del pianeta – che si collocano nella strategia del “grande reset” del debito pubblico mondiale, discusso e deciso nelle riunioni di Davos del World Economic Forum, della Trilaterale del Club Bildeberger, dove non a caso partecipa il Segretario di Stato – o alla fenomenale propaganda “gender”, che induce decine di Parlamenti a promuovere leggi in netto contrasto con i princìpi del diritto naturale o alla demagogica, populista ed aberrante teoria per cui “basta essere poveri per essere salvi” o al piano in atto di eliminazione di tutte le iniziative di lavoro che conosciamo, per affidarle a sistemi di distribuzione planetari come quelli di Amazon, che nell'ultimo anno ha assunto circa 500.000 nuovi dipendenti.

Crede in queste o in tante altre cose, ma non crede più in Cristo. Per questa ragione – perchè crede in cose diverse dalla Parola del Signore – la gerarchia ecclesiastica non combatte la più grande operazione satanica della storia dell'umanità, che si sta svolgendo sotto i nostri occhi con il permesso di Dio, a partire da un virus creato in laboratorio in un Paese come la Cina, che rappresenta la più grande minaccia oggi esistente al mondo.

Solo Dio, se vorrà, potrà fermare l'empietà di questo “disegno del diavolo”, ma quelli che fino a poco tempo fa il “Gloria” chiamava “uomini di buona volontà” sono chiamati a combattere per la Verità e a rendersi martiri, se necessario, disobbedendo alle leggi ingiuste degli uomini e avendo il Padre che nei Cieli come loro unica ancóra di speranza e di salvezza.

Continui pure, signor Conte, a raccomandare quante persone devono ricevere nelle loro case gli italiani a Natale e a Capodanno, ad utilizzare la diretta televisiva per propagandare la “lotteria degli scontrini” - “Festa, farina e forca”, si diceva una volta - e per difendere se stesso e la sua fidanzata dall'accusa di aver utilizzato a fini personali l'auto di servizio, sulla quale c'è un'inchiesta in corso. A noi, signor Presidente del Consiglio, il suo presepe non piace.

Il disegno del diavolo – Il virus e l'uomo che vuole fare a meno di Dio” ha un costo di 18,00 euro. La donazione va effettuata con una delle seguenti modalità:

• PAYPAL a questo link PayPal.Me/PQUINTO1

• Bonifico sul CONTO POSTEPAY intestato Pasquale Quinto IBAN IT 54 Y 36081 0513820 1764601769 Codice BIC/SWIFT PPAYITR1XXX (per i versamenti dall'estero)

• Ricarica POSTEPAY intestata Pasquale Quinto Numero carta 5333 1710 7086 6807 Codice fiscale QNTPQL56B10A662I (“i” maiuscola)

Scrivete a questa email il Vostro indirizzo per ricevere una copia del libro: pasqualedanilo.quinto@gmail.com.


#Covid #Conte #Natale #Chiesa
Christoforus78
Non commette errori questo governo. Si attiene scrupolosamente ad un piano inumano e malvagio.
Diodoro