Clicks48
Fatima.

"Devi lavorare per l’altra che ha respinto le mistiche Nozze …"

Valtorta - quaderni - 28 giugno 1943

Gesù (alla Valtorta):

(…) DELLE VOLTE, FRA I PECCATORI E I CONVERTITI IO VEDO ANIME COSÌ BELLE E COSÌ RICONOSCENTI CHE LE ELEGGO A MIE SPOSE, AL POSTO D’ALTRE, GIÀ CHIAMATE, CHE MI HANNO RESPINTO.

TU, MARIA, ERI UNA POVERELLA, MENDICANTE, AFFAMATA, AFFANNATA, SENZA VESTI.

DOPO AVERE CERCATO DA TE DI SAZIARE LA TUA FAME, DI CALMARE IL TUO AFFANNO, DI COPRIRE LE TUE MISERIE, SENZA RIUSCIRVI, TI SEI ACCOSTATA ALLA MIA DIMORA AVENDO COMPRESO CHE SOLO IN ESSA È PACE E RISTORO VERO.

ED IO TI HO ACCOLTA, METTENDOTI AL POSTO DI UN’ALTRA CHE, VOCATA DA ME, HA RESPINTO LA GRAZIA, VEDENDOTI RICONOSCENTE E VOLONTEROSA TI HO ELETTA A SPOSA.

LA SPOSA NON RESTA NELLA SALA DEL CONVITO. PENETRA NELLA CAMERA DELLO SPOSO E NE CONOSCE I SEGRETI. MA GUAI SE IN TE SI ASSOPISSE LA BUONA VOLONTÀ E LA RICONOSCENZA.

DEVI CONTINUARE A LAVORARE PER PIACERMI SEMPRE PIÙ. LAVORARE PER TE, PER RINGRAZIARMI D’AVERTI CHIAMATA.

LAVORARE PER L’ALTRA CHE HA RESPINTO LE MISTICHE NOZZE PERCHÉ SI CONVERTA E TORNI A ME.

CHI SIA LO SAPRAI UN GIORNO.

ORA PASCITI DELLA MIA MENSA, RIVESTITI DELLE MIE VESTI, SCALDATI AL MIO FUOCO, RIPOSATI SUL MIO CUORE, CONSOLAMI DELLE DEFEZIONI DEI VOCATI, AMAMI PER RICONOSCENZA, AMAMI PER RIPARARE, AMAMI PER IMPETRARE, AMAMI PER AUMENTARE I TUOI MERITI.

IO DO LA VESTE NUZIALE A CHI AMO DI UN AMORE DI PREDILEZIONE. MA L’AMATA DEVE, CON UNA VITA DI PERFEZIONE ANGELICA, SEMPRE PIÙ ORNARLA.

NON DEVI MAI DIRE: “BASTA”.

IL TUO SPOSO E RE È TAL SIGNORE CHE LA VESTE DELLA SPOSA DEVE ESSERE RICOPERTA DI GEMME ONDE ESSERE DEGNA DI VESTIRE LA PRESCELTA E SEDERE NEL PALAZZO DEL SUO SIGNORE.»