FONTI EXTRABIBLICHE SU GESU' DI NAZARETH. 5

GIUSEPPE FLAVIO e il "Testimonium Flavianum" nelle Antichità Giudaiche. Giuseppe Flavio, figlio di Mattia, nacque tra il 37 e il 38 d.C. . Fu sacerdo…
Giorgio Tonini
Interessante. Integrerei con una mia osservazione: Flavio Giuseppe, da storico, anche solo per dovere di cronaca, non avrebbe potuto e dovuto ignorare il clamore suscitato in Palestina da Gesù Cristo e dai suoi seguaci, non fosse altro che per la divisione creatasi nel popolo tra Ebrei tradizionalisti (seguaci della Dottrina dei loro Padri) e quelli che invece erano passati ad ascoltare San …More
Interessante. Integrerei con una mia osservazione: Flavio Giuseppe, da storico, anche solo per dovere di cronaca, non avrebbe potuto e dovuto ignorare il clamore suscitato in Palestina da Gesù Cristo e dai suoi seguaci, non fosse altro che per la divisione creatasi nel popolo tra Ebrei tradizionalisti (seguaci della Dottrina dei loro Padri) e quelli che invece erano passati ad ascoltare San Pietro e gli Apostoli. Dunque, perché Flavio Giuseppe non avrebbe citato Gesù nelle Guerre Giudaiche? Per un motivo molto semplice: per non dare importanza, risalto e pubblicità a colui (Gesù Cristo), che era stato giudicato un impostore da parte dei Sommi Sacerdoti, dagli Scribi e dai Farisei. Tacendo su Gesù Cristo, Flavio Giuseppe (evidentemente non cristiano), aveva ritenuto di dare il suo contributo a minimizzare e relegare nell’ombra una Dottrina pericolosa per l’Ebraismo e per lo stesso Impero. Citandolo, avrebbe suscitato curiosità e domande attorno a Gesù Cristo tra i cittadini dell’Impero. Ha preferito così IgnorarLo, essendo un personaggio scomodo, per creargli il maggior danno possibile. Se non lo avesse temuto, lo avrebbe citato senza problemi.