Fatima.
4526

Il dottore si suicida per le bugie di Covid Vaxx (traduzione automatica

Di Jesse Mossman Mar, 16 novembre 2021 12:37 "Il dottor Thomas Jendges si è suicidato lanciandosi dal tetto dell'ospedale. Nella sua nota di suicidio …
Veritasanteomnia
Con il suo gesto forse ha fatto del bene
Don Andrea Mancinella
E due (almeno, di quelli che conosco io, speriamo non ne vengano altri) dopo il povero dottor Di Donno, il cui 'suicidio' però non mi sembra chiaro.
Ritengo che a questa banalizzazione del suicidio, un peccato praticamente inesistente in un'epoca di intensa Fede Cattolica Romana come nel cosiddetto Medio evo, abbia contribuito pesantemente il 'nuovo' atteggiamento pastorale degli uomini di Chiesa …More
E due (almeno, di quelli che conosco io, speriamo non ne vengano altri) dopo il povero dottor Di Donno, il cui 'suicidio' però non mi sembra chiaro.
Ritengo che a questa banalizzazione del suicidio, un peccato praticamente inesistente in un'epoca di intensa Fede Cattolica Romana come nel cosiddetto Medio evo, abbia contribuito pesantemente il 'nuovo' atteggiamento pastorale degli uomini di Chiesa vaticansecondisti (che non è però quello della Chiesa di sempre), che hanno concesso, e concedono tuttora mi sembra, le esequie religiose ai suicidi.
Alla fine, anzichè un atto di 'carità pastorale', come loro la chiamano, diventa un atto di 'irresponsabilità pastorale', perchè fa entrare nella mente dei fedeli, e non solo di loro, che il suicidio non sia più un peccato gravissimo.
La pastorale precedente il Supermegaiperconcilio infatti proibiva severamente qualsiasi tipo di funerale religioso per il suicida, e con ciò - senza voler giudicare circa la salvezza o la dannazione eterne di quell'anima - indicava però con chiarezza la verità: che nessuno, cioè, ha il diritto di togliersi da solo la vita che Dio gli ha donato.

Il risultato è stato, ovviamente, un aumento esponenziale dei suicidi in tutto il mondo (se non è più un peccato grave - così si sragiona - perchè non ammazzarsi?).
E così la tanto sbandierata 'carità pastorale' dei vaticansecondisti si è tramutata in una cooperazione ad una vera e propria strage, di fedeli e non, che sono stati in tal modo ingannati gravemente.

Gesù, Maria SS.ma, San Giuseppe, salvate queste persone che meditano di suicidarsi, date loro la luce e la grazia perchè NON LO FACCIANO, ASSOLUTAMENTE!
don Andrea Mancinella, eremita della Diocesi di Albano
Caterina Greco
Molti rimarranno invalidi, molti moriranno. I più si trasformeranno in una "nuova razza", quella di cui parla Lucia di Fatima nei suoi diari?
ILDEGARDA .
Ovvero? Hai questi diari?
Caterina Greco
Le suore di Coimbra hanno pubblicato degli inediti scritti di suor Lucia Dos Santos dopo la sua morte, sembra con l'imprimatur di Benedetto XVI, poco prima della sua lettera di sede impedita e quindi pubblicato nel 2013, mi pare. Comunque qualcosa trovi in rete
Caterina Greco
ti ho cercato un riferimento al volo:
"Molti vorranno essere tra i morti, poiché milioni di persone perderanno la vita in pochi secondi e soffriranno troppo, arriveranno nuove forme di vita e contribuiranno alla distruzione per ottenere più potere per loro e procreare la loro nuova razza."
ilroma.net/…a-«non-uscite-di-casa-ci-sarà-un-grande-terremoto»
ILDEGARDA .
Grazie
Brigate Rozze
perche togliersi la vita? poteva lottare e salvare il salvabile
Caterina Greco
Stavo pensando la stessa cosa
Don Andrea Mancinella
E due (almeno, di quelli che conosco io, speriamo non ne vengano altri) dopo il povero dottor Di Donno, il cui 'suicidio' però non mi sembra chiaro.
Ritengo che a questa banalizzazione del suicidio, un peccato praticamente inesistente in un'epoca di intensa Fede Cattolica Romana come nel cosiddetto Medio evo, abbia contribuito pesantemente il 'nuovo' atteggiamento pastorale degli uomini di Chiesa …More
E due (almeno, di quelli che conosco io, speriamo non ne vengano altri) dopo il povero dottor Di Donno, il cui 'suicidio' però non mi sembra chiaro.
Ritengo che a questa banalizzazione del suicidio, un peccato praticamente inesistente in un'epoca di intensa Fede Cattolica Romana come nel cosiddetto Medio evo, abbia contribuito pesantemente il 'nuovo' atteggiamento pastorale degli uomini di Chiesa vaticansecondisti (che non è però quello della Chiesa di sempre), che hanno concesso, e concedono tuttora mi sembra, le esequie religiose ai suicidi.
Alla fine, anzichè un atto di 'carità pastorale', come loro la chiamano, diventa un atto di 'irresponsabilità pastorale', perchè fa entrare nella mente dei fedeli, e non solo di loro, che il suicidio non sia più un peccato gravissimo.
La pastorale precedente il Supermegaiperconcilio infatti proibiva severamente qualsiasi tipo di funerale religioso per il suicida, e con ciò - senza voler giudicare circa la salvezza o la dannazione eterne di quell'anima - indicava però con chiarezza la verità: che nessuno, cioè, ha il diritto di togliersi da solo la vita che Dio gli ha donato.

Il risultato è stato, ovviamente, un aumento esponenziale dei suicidi in tutto il mondo (se non è più un peccato grave - così si sragiona - perchè non ammazzarsi?).
E così la tanto sbandierata 'carità pastorale' dei vaticansecondisti si è tramutata in una cooperazione ad una vera e propria strage, di fedeli e non, che sono stati in tal modo ingannati gravemente.

Gesù, Maria SS.ma, San Giuseppe, salvate queste persone che meditano di suicidarsi, date loro la luce e la grazia perchè NON LO FACCIANO, ASSOLUTAMENTE!
don Andrea Mancinella, eremita della Diocesi di Albano