La Madre di Dio è rimasta vergine dopo il parto?

La tradizione distingue nella Madonna la verginità prima della nascita, durante la nascita e dopo la nascita di Cristo (ante partum, in partu e post partum). La presente domanda riguarda il terzo aspetto: la verginità post partum. La Madre di Cristo è rimasta vergine dopo la nascita del suo divin Figlio?

Alcuni volevano vedere nei “fratelli di Cristo” di cui parla san Giovanni, i figli di Maria. La propaganda modernista ha ripreso questo argomento. Ma lo suggeriscono anche altri testi del Vangelo: così in san Matteo si dice che nostro Signore è il primogenito di Maria (Mt 1,25).

Bisogna rispondere che la Sacra Scrittura dà spesso il nome di fratelli a parenti che non sono nati dalla stessa madre. Inoltre, i “fratelli di Gesù” sono invidiosi di lui (Mc 6,4); gli danno consigli (Gv 7, 1); cercano di riportarlo a casa (Mc 3,21). Tra gli orientali, questo può essere compreso solo se sono più grandi di lui. Ora, Nostro Signore è il primogenito…

Il termine “primogenito” è detto in modo assoluto, indipendentemente dal fatto che ci siano o meno ulteriori nascite in seguito. È uno status giuridico. Così, nel 1930, fu scoperta a Gerusalemme, in un cimitero ebraico del I secolo d.C., la tomba di una giovane donna, morta dando alla luce il suo primogenito…

Ma nel racconto dell'Annunciazione, la Beata Vergine chiede all'angelo: «Come si farà questo, dal momento che non conosco un uomo?» Conoscere, in senso biblico, significa la relazione carnale. Questa obiezione di Maria può essere spiegata solo se ella non aveva intenzione di conoscere un uomo in futuro.

I Padri della Chiesa

Essi ripetono spesso questa verità. Sant'Efrem afferma che Maria è vergine dopo il parto. San Zenone riassume la dottrina: «Maria concepì senza corruzione, partorì rimanendo vergine, e rimase vergine dopo la Natività». E sant'Ambrogio tuona: «Alcuni hanno negato che sia rimasta vergine (dopo il parto). Preferiamo ignorare un simile sacrilegio.»

Papa Siricio a sua volta afferma: «Non possiamo negare che bisogna rifiutare altri figli a Maria, ed è a buon diritto che vostra santità condanna che, dallo stesso grembo verginale, da cui nacque Cristo secondo la carne, possa essere nato un altro figlio. Il Signore Gesù non avrebbe scelto di nascere da una vergine se l'avesse giudicata così incontinente da contaminare il palazzo del Re Eterno.»

È di fede che la Madre di Dio sia rimasta vergine dopo il parto.

Motivi di convenienza

Sono enumerati da san Tommaso nella Summa Theologica (III, 28, 3).

– Conviene che Colui che è l'unico e perfetto Figlio del Padre nell'eternità, sia nel tempo l'unico e perfetto Figlio di sua madre.

– Non sarebbe stato opportuno che il corpo verginale di Maria, divenuto santuario del Verbo per opera dello Spirito Santo, vedesse in esso una nuova concezione. Questo per dire che il concepimento verginale di Gesù fu come un'ulteriore consacrazione della Madonna a Dio, così da essere interamente dedicata alla gloria di Dio. Usare il matrimonio in queste condizioni sarebbe stata una profanazione. Maria è il modello della vita religiosa.

– Non sarebbe stato in accordo con la gratitudine che Maria, avendo avuto l'onore e la grazia di essere la Madre di un tale Figlio, conoscesse un uomo e generasse un altro figlio; allo stesso modo la santità di Giuseppe rispettava la purezza di Maria.

La maternità divina della Madre di Dio è pienamente verginale. La verginità è una proprietà così caratteristica di Maria che è diventata uno dei suoi nomi più comuni: la Vergine Maria.

8 GENNAIO 2022

FONTE: FSSPX.NEWS
Teresa Zattarin
In tempo di avvento ho riletto il 1 volume di Maria Valtorta (sono 10 vol.)
Il Poema dell'Uomo Dio... dove in visione e messaggi viene descritto tutto
minuziosamente, a cominciare di S. Anna e di San Gioacchino, genitori
di Maria. Rimango incantata per la meravigliosa storia di queste nascite
prodigiose...Che storie meravigliose, anche quella di S. Anna! E' incredibile
ma vero... A Dio tutto è …More
In tempo di avvento ho riletto il 1 volume di Maria Valtorta (sono 10 vol.)
Il Poema dell'Uomo Dio... dove in visione e messaggi viene descritto tutto
minuziosamente, a cominciare di S. Anna e di San Gioacchino, genitori
di Maria. Rimango incantata per la meravigliosa storia di queste nascite
prodigiose...Che storie meravigliose, anche quella di S. Anna! E' incredibile
ma vero... A Dio tutto è possibile e lo dimostra in queste storie! Se Maria
è sempre stata detta Maria sempre vergine... non c'è nessun dubbio!
altrimenti sarebbe stata una donna quasi come tutte le altre...ma Dio ha
pensato a Lei, ancora al momento della creazione... e tutto ha fatto
in vista di Lei. creatura indescrivibilmente bella e umile, per ricevere da Lei
il suo puro Amore... Ci dice che l'ha fatta poco meno di Dio...
Mi viene da ricordare anche una figura straordinaria di un frate teologo
massimo...che aveva affermato, ancora nel 1305...Maria, Immacolata
Concezione...Per i suoi superiori questo era una eresia, perchè neppure San Tommaso D'Aquino affermava questo..Così chiamarono da Roma la
sacra inquisizione, per accertare che non fosse una eresia...Fu messo a
dura prova dai dotti domenicani...Lui invece povero francescano... Ci fu
una disputa durissima...ma lui ne uscì vittorioso, riportando con somma
sapienza delle Sacre Scritture... la Verità...Giovanni dr. Scoto...Morì 3 anni dopo....ma la Chiesa riconobbe questo dogma 500 anni dopo... Che figura
straordinaria!
Marzgiam
bellissimo commento, grazie anche per aver menzionato l'Opera valtortiana grandiosa.
Francesco I
@lamprotes
Quando ci troviamo di fronte ad un individuo che fa affermazioni come questa:
"Maria non è nata in santità"
è doveroso ribadire l'insegnamento bimillenario di Santa Romana Chiesa.
lamprotes
Ma si possono mai fare queste domande?
Kiakiar
Maria sempre Vergine è la Purezza, l' Immacolatezza, la Verginita appunto fatta persona. Chi ancora non crede alla Verginita perpetua della Madonna non ha il dono dello Spirito Santo e ragiona con la logica umana e non con quella divina.
Riccardo Giachino
I cugini di Gesu' sono i figli di S. Maria di Cleofa e S.Alfeo (fratello di S.Giuseppe) e si chiamano: Simone, Giuseppe, Giacomo e Giuda Taddeo. (I 2 Apostoli). Un saluto a tutti ! RG
Francesco I
Circa la disputa relativa ai "fratelli" di Gesù, la questione è più semplice di ciò che si possa credere: è vero che i vangeli sono scritti in greco, ma da parte di persone che pensavano in aramaico-giudaico in cui non vi era distinzione tra il vocabolo cugino e (relativamente ai cugini primi aventi lo stesso avo in comune) e fratello. Ancora oggi esistono certe confusioni: in italiano ad …More
Circa la disputa relativa ai "fratelli" di Gesù, la questione è più semplice di ciò che si possa credere: è vero che i vangeli sono scritti in greco, ma da parte di persone che pensavano in aramaico-giudaico in cui non vi era distinzione tra il vocabolo cugino e (relativamente ai cugini primi aventi lo stesso avo in comune) e fratello. Ancora oggi esistono certe confusioni: in italiano ad esempio usiamo il vocabolo "nipote" sia per indicare il "nipote" di un nonno (quello che in francese viene reso più opportunamente con "petit-fils") sia per indicare il figlio di un fratello (che in francese viene reso con "neveu").
Ma queste distinzioni esistono anche nell'italiano regionale: a Perugia, ad esempio, si usa il termine "cugino" per indicare tutti i cugini, tranne quelli di primo grado che vengono indicati con il termine di
"cugini-fratelli".
Riccardo Giachino
Esatto ! Sempre Immacolata, Pura e senza peccato, nella Nascita, nel Matrimonio, nel Parto e nella "Morte" Un saluto ! CSSML-NDSMD