it.news
11.2K

Donne accusano il cardinale Ouellet di "palpeggiamenti" pubblici

Il cardinale di curia Marc Ouellet, 78, è stato querelato per "palpeggiamenti" in pubblico da F., all'epoca 23 anni, operatrice pastorale dell'arcidiocesi del Quebec.

Ouellet ha guidato quell'arcidiocesi dal 2003 al 2010, finché Benedetto XVI non l'ha nominato prefetto della «Congregazione per i vescovi», nel 2010.

F. sostiene che i palpeggiamenti sgraditi siano avvenuti dal 2008 e accusa Ouellet di averla "baciata" durante una festa di ordinazione (molto pubblica) nel 2010, mentre "le faceva scivolare la mano dietro la schiena fino a toccarle il sedere".

F. sostiene anche che Ouellet l'avrebbe massaggiata senza che lei acconsentisse, abbracciandola e baciandola varie volte sulle guance, in un'occasione "premendola contro di sé e accarezzandole la schiena con le mani".

La causa legale (multipla) afferma che altre donne abbiano riscontrato lo stesso "problema" con i presunti "palpeggiamenti" del cardinale.

È improbabile che le accuse sfocino in una condanna penale, ma secondo la legge canonica sarebbero "violazioni del sesto comandamento". Francesco, che spesso non rispetta la distanza nei saluti pubblici, sa delle accuse da 19 mesi.

Foto: Marc Ouellet © Mazur, CC BY-SA, #newsSqbyztjraj
Mons Lelio Baresi shares this
356
Francesco, che spesso non rispetta la distanza nei saluti pubblici, sa delle accuse da 19 mesi.