Walter Ernst Fritzsch shares this
34
Diodoro
E via la paura, l'angoscia, la sensazione di vivere come morti ("zombie": altro riferimento mitico degli ambienti magico/esoterici), caro professore, non solo perché siamo nel vero, ma anche perché abbiamo da fare.
"Facciamo il bene ora ch'avemo tempo"
, sta scritto su un monumentino a Roma.
E questo è forse il discrimine primo, il più evidente, fra Cattolicesimo e Protestantesimo: il Cattolices…More
E via la paura, l'angoscia, la sensazione di vivere come morti ("zombie": altro riferimento mitico degli ambienti magico/esoterici), caro professore, non solo perché siamo nel vero, ma anche perché abbiamo da fare.
"Facciamo il bene ora ch'avemo tempo"
, sta scritto su un monumentino a Roma.
E questo è forse il discrimine primo, il più evidente, fra Cattolicesimo e Protestantesimo: il Cattolicesimo sa che si va in Cielo, se ci si va, perché si è cooperato con il Signore; il Protestantesimo rinvia perennemente l'agire a "quando ogni aspetto della filofia di vita sarà stato definito", cioè all'infinito. Inoltre il gravame di tale Definizione Assoluta viene imposto sulle spalle del singolo: che avrebbe il Diritto/Dovere di qualificarsi come Illuminato.
Tante volte mi è capitato di dire che il nostro dovere non è quello di sviscerare ogni aspetto della perversione del Clero e del ceto degl'Illuminati, ma quello di vivere sanamente, liberamente, "leggermente", oggi.
Domani, se ci saremo, lo stesso; dopodomani, speriamo di goire in Cielo, con tante persone amate e amanti