Papa Francesco, la lettera anonima che smaschera il cerchio magico di Bergoglio

Anche in Vaticano si sta consumando una guerra. Non è una guerra fatta con le bombe, ma con le insinuazioni, con le raccolte firme e una lettera anonima. Come quella che circola da giorni e della quale dà conto Marco Grieco su L’equidistanza vaticana sulla guerra non convince più che riguarda in particolare il dicastero della Comunicazione riformato da papa Francesco con un motu proprio nel 2015 per accorpare tutti i media della Santa Sede.

La lettera anonima ha come obiettivo di denunciare pubblicamente il malessere ormai cronico dei professionisti della comunicazione vaticana: "Due persone hanno raccolto firme su un documento", c'è scritto, "per fare arrivare in alto le questioni dei continui sprechi economici e le voci del disagio di tanti lavoratori sono state pesantemente punite e messe a tacere".

Del resto, di fatto, esistono due apparati paralleli di comunicazione: quello che fa capo a Papa Francesco con don Marco Pozza, il prete passato dal carcere padovano di Due Palazzi al cortile di Casa Santa Marta, dove realizza interviste; e quello che segue l'ordinario come le funzioni religiose, i viaggi, le pubbliche relazioni.

Tutto questo, fa notare Grieco, si ripercuote sui dipendenti vaticani, stremati da una concorrenza che si tradurrebbe in assunzioni e demansionamenti.

"Si può immaginare e giustificare l'amarezza e lo sconforto dei lavoratori dipendenti al fatto che in una economia ristretta si chiede di ridurre al minimo o di azzerare le spese straordinarie, mentre altri dicasteri e segreterie moltiplicano i subappalti per i servizi di comunicazione, ovviamente pagati, e ignorando le risorse umane, professionali e tecniche già disponibili internamente, non prendendole in considerazione neanche a livello consultivo" riporta la lettera che smentisce anche le "assunzioni bloccate" alla Santa Sede. Perlomeno nel mega dicastero per la Comunicazione dove "si è continuato ad assumere a livelli alti delle tabelle organiche, spesso in nome del fittizio turnover per pensionamento. Il problema è che le risorse interne già qualificate e specializzate si vedono scavalcare ingiustamente da parvenus dell'ultimo momento, spesso amici degli amici".
Papa Francesco, la lettera anonima che smaschera il cerchio magico di Bergoglio

Intervista a don Marco Pozza

16:02
Riccardo Cariaggi
Ormai dopo le scuse del Papa per le "colpe storiche del Vaticano" le dighe sono saltate e tutto il letame è venuto a galla con il beneplacito del Modernismo.
lamprotes
Gli esempi che Bergoglio ci ha dato del suo quanto meno criticabile stile e governo sono così lampanti e così numerosi che difenderlo significa darsi la zappa sui piedi! Ma si sa: non c'è peggior sordo di chi non vuol udire!
N.S.dellaGuardia
Soprattutto difenderlo significa comprovata allergia alla vergogna...
padrepasquale
Sono gli sgomitamenti che sono presenti ovunque. Da qui giudizi sul Papa sono avventati.
Francesco Federico
Non mi risulta che nessuno abbia qui parlato male del Papa legittimo!

Christus vincit; Christus regnat; Christus Imperat.
Benedicto summo pontifici et universalis patri:
Pax, vita et salus perpetua.
Tempora bona veniat;
Pax Christi veniat;
Regnum Christi veniat.
Oscar Magnani
@padrepasquale : per adesso sono solo "sgomitamenti", tra un po diventerá una scazzottata.
Tocca sanare: pretendere di sopravvivere nell'errore, coscientemente riconosciuto, é diabolico. Pretendere a quel punto la benedizione di Dio, non ti dico...
lamprotes
Il solito circo di raccomandazioni che riceve ulteriore stimolo da un papato che appare come corrotto e corruttore.
Oscar Magnani
Opsss! Qualcuno sta cominciando ad accorgersi di qualcosa...