Clicks236
alda luisa corsini
3

Trovata una pietra con alfabeto israelita del X secolo a.e.v.

israele.net/…a-pietra-con-alfabeto-israelita-del-x-secolo-a-e-v

Il reperto offre quella che alcuni studiosi ritengono essere la prova più sicura che gli israeliti erano alfabetizzati già allepoca di Davide e Salomone.

Gli archeologi che scavavano lo scorso luglio a Tel Zayit, meno di 50 km a sud di Tel Aviv, hanno scoperto quello che sembra essere il primo campione conosciuto dell’alfabeto ebraico, nonché un importante punto di riferimento nella storia della scrittura.

La pietra incisa, trovata nel muro di un antico edificio che risale al X secolo a.e.v., porta il più antico esempio di un abbecedario: le lettere dell’alfabeto scritte nella loro sequenza tradizionale.
Il reperto offre quella che alcuni studiosi ritengono essere la prova più sicura che gli israeliti erano alfabetizzati già nel X secolo a.e.v. “E’ un ritrovamento molto raro. Per molti anni in futuro si scriverà a proposito di questa pietra”, ha detto l’archeologo Ron E. Tappy, professore al Seminario teologico di Pittsburgh, autore della scoperta.

L’iscrizione è stata trovata nel contesto dei resti di un numeroso gruppo di edifici, il che ha portato Tappy a suggerire che Tel Zayit fosse probabilmente un’importante città di confine costituita da un regno israelita in espansione con base a Gerusalemme. Una città di confine di tale grandezza e cultura significava una burocrazia centralizzata, una leadership politica e livelli letterari che avvalorano l’immagine biblica del regno unificato di Davide e Salomone nel X secolo a.e.v.

Christopher Rollston, professore di studi semitici all’Emmanuel School of Religion di Johnson City, Tennessee, che non ha partecipato al ritrovamento, ha detto che la scrittura è probabilmente fenicia oppure una lingua di transizione tra fenicio ed ebraico. “Abbiamo poco materiale epigrafico del X secolo in Israele, e questo ritrovamento aumenta in modo consistente il materiale a nostra disposizione”, ha spiegato Rollston.

(Da: NYT, Jerusalem Post, 9-10.11.05)

Nella foto in alto: Kyle McCarter, professore di studi dell’antico vicino oriente alla John Hopkins University, parla durante una conferenza a Pittsburgh lo scorso 9 novembre dell’alfabeto israelitico del X sec. a.e.v. trovato inciso su una pietra a Tel Zayat, Israele. Alle sue spalle, l’immagine ingrandita del reperto.

Vedi anche:
The Zeitah Excavations

zeitah.net

16 Novembre 2005
Don Andrea Mancinella
Ricordo anche un'altra iscrizione che presenta un alfabeto ebraico antico (ora non ricordo quale, mi pare sia quella del canale sotterraneo della fonte di Siloe, che è incisa nella parete rocciosa nel punto di incontro delle due squadre di scavatori). A me, vedendola, ha dato l'impressione di un grande somiglianza con gli antichi caratteri fenici, molto diversi da quelli della cosiddetta '…More
Ricordo anche un'altra iscrizione che presenta un alfabeto ebraico antico (ora non ricordo quale, mi pare sia quella del canale sotterraneo della fonte di Siloe, che è incisa nella parete rocciosa nel punto di incontro delle due squadre di scavatori). A me, vedendola, ha dato l'impressione di un grande somiglianza con gli antichi caratteri fenici, molto diversi da quelli della cosiddetta 'scrittura quadrata' adottata nei secoli più tardi. (Da seminarista avevo iniziato a studiare un po' di ebraico biblico, poi purtroppo ho tralasciato per eccesso di materie da studiare, e non l'ho più ripreso - in parrocchia il tempo libero è limitato).
Posso naturalmente sbagliarmi, non sono affatto uno specialista in materia.
Lei, dottoressa Corsini, che in quanto archeologa è indubbiamente più esperta di me in questo campo, cosa ne dice?
Cari saluti in Gesù. Maria SS.ma e San Giuseppe!
don Andrea Mancinella, eremita della Diocesi di Albano
alda luisa corsini
Certamente, si tratta di una iscrizione in alfabeto paleo-ebraico, una variante locale o regionale del fenicio.Ho pubblicato il rinvenimento in Le 15 Scoperte Più Importanti dell'archeologia Biblica al paragrafo n. 13. Per lei e gli amici interessati pubblicherò un approfondimento del rinvenimento del tunnel oggi.
Don Andrea Mancinella
Grazie molte, resto, o meglio, restiamo in attesa dell'approfondimento che ha annunciato.
Cari saluti in Gesù. Maria SS.ma e San Giuseppe!
don Andrea Mancinella, eremita della Diocesi di Albano