Don Andrea Mancinella
Ricordo anche un'altra iscrizione che presenta un alfabeto ebraico antico (ora non ricordo quale, mi pare sia quella del canale sotterraneo della fonte di Siloe, che è incisa nella parete rocciosa nel punto di incontro delle due squadre di scavatori). A me, vedendola, ha dato l'impressione di un grande somiglianza con gli antichi caratteri fenici, molto diversi da quelli della cosiddetta '…More
Ricordo anche un'altra iscrizione che presenta un alfabeto ebraico antico (ora non ricordo quale, mi pare sia quella del canale sotterraneo della fonte di Siloe, che è incisa nella parete rocciosa nel punto di incontro delle due squadre di scavatori). A me, vedendola, ha dato l'impressione di un grande somiglianza con gli antichi caratteri fenici, molto diversi da quelli della cosiddetta 'scrittura quadrata' adottata nei secoli più tardi. (Da seminarista avevo iniziato a studiare un po' di ebraico biblico, poi purtroppo ho tralasciato per eccesso di materie da studiare, e non l'ho più ripreso - in parrocchia il tempo libero è limitato).
Posso naturalmente sbagliarmi, non sono affatto uno specialista in materia.
Lei, dottoressa Corsini, che in quanto archeologa è indubbiamente più esperta di me in questo campo, cosa ne dice?
Cari saluti in Gesù. Maria SS.ma e San Giuseppe!
don Andrea Mancinella, eremita della Diocesi di Albano
alda luisa corsini
Certamente, si tratta di una iscrizione in alfabeto paleo-ebraico, una variante locale o regionale del fenicio.Ho pubblicato il rinvenimento in Le 15 Scoperte Più Importanti dell'archeologia Biblica al paragrafo n. 13. Per lei e gli amici interessati pubblicherò un approfondimento del rinvenimento del tunnel oggi.
Don Andrea Mancinella
Grazie molte, resto, o meglio, restiamo in attesa dell'approfondimento che ha annunciato.
Cari saluti in Gesù. Maria SS.ma e San Giuseppe!
don Andrea Mancinella, eremita della Diocesi di Albano