it.news
1.7K

Ordine di Malta: lettere rabbiose contro il cardinale Tomasi

I presidenti di moltissime associazioni nazionali dell'«Ordine di Malta» si sono lamentati del piano di riforme del cardinale Tomasi con una lettera del 12 agosto indirizzata a Francesco.

Tomasi ha proposto di trasferire la responsabilità dell'Ordine dai membri laici ai 36 cavalieri professati, che hanno fatto voto di castità, di povertà e di obbedienza.

La lettera rappresenta l'ala tedesca anticattolica e gli alleati di Belgio, Inghilterra, Francia, Honk Kong, Ungheria, Libano, Paesi Bassi, Filippine, Portogallo, Scandinavia, Singapore, Spagna.

I mittenti si fingono in lacrime, minacciano "danni considerevoli" alle attività caritatevoli per poveri, ammalati e immigrati [di massa].

Nel farlo, tentano di mettere in cattiva luce Tomasi e il neo-cardinale Gianfranco Ghirlanda, tra gli autori della proposta respinta dall'attuale leadership dell'Ordine.

Una seconda lettera contraria alla riforma è stata scritta dai membri del Consiglio di Governo, fondato nel 1999, che definisce la riforma "ritorno al comando dei professati".

Secondo LaNuovaBq.it, l'ala tedesca anticattolica è dietro anche alla seconda lettera. Si combatte la volontà di Tomasi di ripristinare la natura religiosa dell'Ordine.

Foto: © Giorgio Minguzzi, CC BY-SA, #newsHvwmookzse