Un monastero cristiano, forse anteriore all'Islam, trovato negli Emirati Arabi Uniti

By Leman Altuntaş6 November 2022
A Christian monastery, possibly pre-dating Islam, found in UAE - Arkeonews

Un monastero cristiano è stato scoperto sull'isola di Siniyah al largo delle coste degli Emirati Arabi Uniti (EAU), forse risalente agli anni precedenti la diffusione dell'Islam nella penisola arabica. Gli archeologi hanno scoperto chiese e monasteri simili in Iran e in altri paesi del Golfo Persico. Si pensa che le prime chiese e monasteri si siano diffusi dal Golfo Persico alle coste dell'odierno Oman e fino all'India.

Il monastero dell’isola di Siniyah, parte dello sceiccato di dune di sabbia di Umm al-Quwain, getta nuova luce sulla storia del cristianesimo primitivo lungo le coste del Golfo Persico. Il monastero si trova sull'isola di Siniyah, un'isola barriera che protegge le paludi di Khor al-Beida a Umm al-Quwain, un emirato lungo la costa del Golfo Persico a circa 30 miglia a nord-est di Dubai.

La datazione al carbonio dei campioni rinvenuti nella fondazione del monastero risale al periodo compreso tra il 534 e il 656. Si tratta del secondo monastero di questo tipo trovato negli Emirati, risalente a 1.400 anni fa, molto prima che le sue distese desertiche dessero vita a una fiorente industria petrolifera che portò a una nazione unificata che ospitava le alte torri di Abu Dhabi e Dubai.

Gli studiosi ritengono che i due monasteri siano andati perduti nella storia poiché i cristiani si sono gradualmente convertiti all'Islam man mano che l'Islam è diventato più diffuso nella regione.

Giovedì alcuni osservatori visitano un antico monastero cristiano sull'isola di Siniyah negli Emirati Arabi Uniti. Foto: Kamran Jebreili

Per Timothy Power, professore associato di archeologia presso l’Università degli Emirati Arabi Uniti che ha contribuito a indagare sul monastero appena scoperto, gli Emirati Arabi Uniti oggi sono un “crogiolo di nazioni”.

"Il fatto che qualcosa di simile sia accaduto qui 1.000 anni fa è davvero notevole, e questa è una storia che merita di essere raccontata", ha detto. La pianta del monastero sull'isola di Siniyah suggerisce che i primi cristiani potrebbero aver pregato lì all'interno di una chiesa a navata unica. Gli ambienti interni sembrano contenere un fonte battesimale, nonché un forno per la cottura del pane o delle ostie per i riti della comunione.

Inoltre, in una navata erano probabilmente collocati un altare e un allestimento per il vino della comunione. Accanto al monastero si trova una seconda struttura con quattro ambienti disposti attorno ad un cortile, che nella chiesa primitiva poteva essere l'abitazione di un abate o di un vescovo.

Gli archeologi hanno scoperto il primo monastero cristiano negli Emirati Arabi Uniti all'inizio degli anni '90 sull'isola di Sir Bani Yas, che ora è una riserva naturale e sede di hotel di lusso al largo della costa di Abu Dhabi, vicino al confine saudita. Risale allo stesso periodo del nuovo ritrovamento a Umm al-Quwain.