Don Andrea Mancinella
Grazie dottoressa, è molto interessante! Io avevo confuso il nome della piscina di Siloe con la Fonte, che invece Lei indica correttamente come Fonte di Ghicon. Ancora cari saluti in Gesù, Maria S.ma e San Giuseppe!
don Andrea Mancinella, eremita della Diocesi di Albano
florior
Bei ricordi
alda luisa corsini
Bravi, cari amici!
RICCARDO CARIAGGI
Posso ricordare con una "vena di orgoglio" di avere percorso questo cunicolo negli anni '90 in occasione di un pellegrinaggio in Terra Santa nella bella stagione. Eravamo accompagnati da don Piero Ottaviano Salesiano di Torino che nei mesi invernali ci faceva lezione di Cristianesimo per adulti presso il Didaskaleion.
Francesco I
La morte di Piero Ottaviano è stata una grande perdita. Laureato in fisica, trovò impiego presso l'Olivetti dove progettò e realizzò il primo computer italiano, nel 1960 aveva già uno stipendio di 600mila lire al mese (per gli amici svizzeri: al cambio corrispondevano a quasi 4500 franchi dell'epoca). Era figlio della signora Luigina Fassio consigliere regionale del Piemonte, poi delegata per l'…More
La morte di Piero Ottaviano è stata una grande perdita. Laureato in fisica, trovò impiego presso l'Olivetti dove progettò e realizzò il primo computer italiano, nel 1960 aveva già uno stipendio di 600mila lire al mese (per gli amici svizzeri: al cambio corrispondevano a quasi 4500 franchi dell'epoca). Era figlio della signora Luigina Fassio consigliere regionale del Piemonte, poi delegata per l'elezione del Presidente della Repubblica oltre ad essere membro del consiglio di amministrazione della Cassa di Risparmio di Torino . Piero Ottaviano abbandonò una brillante carriera per predicare il Vangelo: Non volle insegnare nelle scuole salesiane in quanto gli avrebbero assegnato la cattedra di matematica e fisica, preferì insegnare religione nel liceo pubblico "Segré" dove era molto apprezzato dagli allievi, tanto che si faceva a gara per poter essere accompagnati da lui nelle gite scolastiche (fatto insolito in quanto normalmente l'accompagnatore degli allievi è il docente di Storia dell'Arte)
Gli ultimi anni della sua vita furono dedicati alla Evangelizzazione della Turchia. Tornando proprio dalla Turchia fu colpito da una violentissima emicrania: ricoverato all'ospedale Molinette di Torino gli fu diagnosticata una neoformazione cerebellare che lo portò alla tomba in pochi giorni,
Fu sepolto accanto ai suoi genitori, nel cimitero di Rocca d'Arazzo in provincia di Asti.
Il centro da lui fondato il "Didaskaleion" contava sulla presenza di numerosi docenti dell'Università di Torino tra cui il Professor Eugenio Corsini docente di letteratura cristiana antica
vedi : wikipedia.org/wiki/Eugenio_Corsini
ed il prof. Ezio Gallicet che gli subentrò nella Cattedra.
alda luisa corsini
😊 😇 😍 Abbiamo già parlato dell'omonimo di mio padre, caro Franco. Bellissimo racconto...