Fatima.
151

Il principale vescovo russo: le élite globali cercano di distruggere l'immagine di Dio negli esseri umani, la Russia affronta una "decisione storica"

A Prayer for Russia - A Beautiful Prayer and Wonderful Video

Trascrizione russa (trascrizione automatica)

Questo straordinario sermone di 12 minuti della scorsa settimana, all'inizio della Quaresima e del digiuno di Natale (Avvento), è diventato virale in Russia, poiché affronta direttamente il furioso dibattito attualmente in corso nel Paese sulle vaccinazioni. Il vescovo Porfiry, abate del monastero di Solovetsky, ha suscitato scalpore a luglio quando ha affermato in un sermone che i vaccini Covid potrebbero alterare l'immagine di Dio negli esseri umani.
In questo sermone, raddoppia questa affermazione e va oltre, dicendo che le élite globali vogliono spazzare via 6 miliardi di persone. Dice che i leader mondiali stanno marciando sotto la bandiera del transumanesimo e che la Russia si trova a un bivio storico, di fronte alla decisione se accettare o meno i vaccini e l'agenda transumanista, o meno. Dice che l'unico modo per prevalere su questo programma infernale è la preghiera e il digiuno, sottolineando che la preghiera senza il digiuno non sarebbe sufficiente.
È un sermone brillante e rappresenta un ideale di ciò che dovrebbero essere i sermoni ortodossi.

Backup su Odysee:

trascrizione inglese:
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ci avviciniamo, cari fratelli e sorelle, alla celebrazione della domenica, una Piccola Pasqua, e nello stesso tempo entriamo nella sacra Quaresima (Avvento). Durante questa Quaresima (digiuno) ci prepariamo a celebrare la nascita salvifica del nostro Salvatore Gesù Cristo. Questo è il senso eterno di questa santa Quaresima, al di là di ciò che sta accadendo in questo momento.
Stiamo vivendo tempi straordinari per il nostro popolo, un momento in cui dobbiamo affrontare l'ennesima decisione storica, e quindi siamo in conflitto l'uno con l'altro: idee contrastanti, ideologiche, sociali e politiche. La vita delle nazioni è come il movimento di un mare profondo: tempeste e tempeste agitano la superficie, e sembra che in superficie si stia prendendo una decisione storica, una svolta epocale e storica ... Tuttavia, in realtà, grandi vittorie , e le piccole vittorie sono precedute da avvenimenti nelle profondità di questo mare, cioè nelle profondità del cuore umano, dove si decide la vittoria o la sconfitta spirituale.
Se le nazioni ottengono una grande vittoria storica, significa che a livello spirituale è stata ottenuta una grande vittoria spirituale e morale, e viceversa. Se è una vittoria come nel 1945, significa che il popolo ha compiuto una grande impresa spirituale. Se è una sconfitta storica come quella del 1991 o del 1993, significa che c'è una specie di terribile fallimento nei loro cuori, nelle loro scelte morali e nella vita spirituale nel profondo della loro vita nazionale.
Che tipo di conflitto spirituale si sta verificando nella nostra epoca?
La cultura e la civiltà moderne sono come un bozzolo attorno alla sua idea centrale. Questa idea si è evoluta negli ultimi due secoli attorno a una visione del mondo articolata nel 18° secolo, da uno dei fondatori dell'Illuminismo, il grande matematico e filosofo Descartes, che ha articolato succintamente questo sentimento delle persone di oggi, questa visione del mondo. Ha detto "Cogito ergo sum". - "Penso, quindi esisto". Il suo errore è nelle prime parole: "Penso", ... perché l'uomo che vede il mondo in questo modo, vede solo se stesso e quindi non vede le forze spirituali ed esterne che lo influenzano. Non si rende conto che non sta solo pensando, ma che le forze spirituali stanno combattendo nell'arena del suo cuore, - Bene e Male, Dio e il Diavolo, - e che l'unica decisione che prende effettivamente,
è morale.
Agli ortodossi non è necessario che gli venga detto che è così, o perché. Per duemila anni. I cristiani hanno pensato in questo modo, e nella nostra epoca, è così che pensano gli ortodossi. Capiscono che l'uomo non è solo, non autonomo, e il cielo vieta all'uomo di cadere in questa illusione di essere libero, fluttuante in una specie di spazio senz'aria, dove agisco, stabilisco obiettivi, raggiungo determinati risultati e risolvo problemi.
La cultura della nostra civiltà attuale è costruita su questa falsa premessa, è costruita intorno al primato dei diritti umani. Nel difendere i diritti umani, le persone non si rendono conto che stanno difendendo i diritti delle forze oscure, i demoni che agiscono attraverso il cuore delle persone.
Noi, negli scritti dei nostri santi padri, siamo da tempo consapevoli di questa illusione, e da tempo siamo stati avvertiti dai santi che in nessun caso si dovrebbe commettere questo errore. Lo disse così bene il venerabile Andrea di Creta, nella sua grande preghiera penitenziale: "Mi sono eretto un idolo", e san Giovanni della Scala, e gli insegnamenti dei santi padri, ci mostrano tutti che le passioni dell'uomo crescere da una radice - che è orgoglio e autoaffermazione.
Il nostro grande pensatore e profeta cristiano. Fëdor Dostoevskij, di cui abbiamo recentemente festeggiato il 200° compleanno, ha mostrato che tipo di civiltà e cultura sarebbero risultate da queste idee sbagliate. Ha mostrato che c'è una tendenza naturale negli esseri umani a pensare a se stessi come dei. E al giorno d'oggi, se ci guardiamo intorno e vediamo quei bambini terrificanti che vengono con le pistole nelle loro scuole e assassinano, il loro slogan è: "Io sono Dio" - è così che si sentono.
Questa è anche l'auto-percezione dei governanti del mondo, che hanno un potere tremendo, che dirigono interi governi. Stanno progettando di spazzare via la maggior parte dell'umanità, 6 miliardi di persone, di lasciare solo una piccola parte di noi, ma non solo, stanno progettando, e sono trattenuti solo dagli attuali limiti della scienza, di violare l'uomo stesso , di profanare la parte più intima dell'uomo, l'immagine di Dio dentro di noi, e di distruggere quell'immagine, per trasformare l'essere umano in un incrocio tra un essere biologico, tecnico e digitale. Lo chiamano un "post-umano". Lo chiamano "convergenza. (La singolarità)"
Questi potenti leader mondiali stanno marciando sotto la bandiera del transumanesimo e del postumanesimo. A questo è arrivata questa cultura della difesa dei diritti umani, questa idea al centro della civiltà occidentale negli ultimi due secoli. E quindi, ci è chiaro che tipo di vittoria spirituale deve essere ottenuta e dove sarà ottenuta. Sarà vinto nei nostri cuori.
E come lo vinceremo? Per fede. Distruggeremo la fiducia in noi stessi, l'orgoglio e il senso di essere il centro dell'universo e la fonte della vita, con la fede. La preghiera schiaccia anche le passioni minori che sono come serpenti malvagi che escono da questo nido di orgoglio: passione, vanità, ... paura, giudizio, preoccupazione per ciò che coloro che ci circondano pensano di noi, paura animalesca delle cose che sono veramente insignificanti e irrilevante rispetto al timore di Dio, alle nostre numerose passioni vili, alle nostre passioni carnali, alle nostre abitudini, al nostro amore per il piacere, al comfort, alla nostra riluttanza a rinunciarvi a causa della nostra pigrizia e mancanza di disciplina. Tutto può essere superato attraverso la preghiera.
Ma affinché la preghiera sia efficace, richiede il digiuno. Quando gli apostoli non poterono scacciare il demone dall'indemoniato, solo il nostro Salvatore fu in grado di farlo. Spiegò loro che queste forze oscure possono essere espulse solo con la preghiera e il digiuno. Pertanto, mentre entriamo in questo tempo di Santa Quaresima, prestiamo particolare attenzione alle sue istruzioni. Queste non sono istruzioni umane, provengono piuttosto dal nostro Salvatore Cristo Gesù stesso.
Sabato prossimo è festa della Madre di Dio, ...La Presentazione della Madre di Dio. È preceduto da mercoledì e venerdì. (Giorni di digiuno rigoroso). Noi al monastero trascorreremo questi tre giorni precedenti secondo le regole del Grande Digiuno. Questi tre giorni portano alla domenica, e la festa della Presentazione della Madre di Dio del giorno prima, una delle 12 festività religiose più importanti dell'anno.
Questa prima settimana della Quaresima di Natale è un buon momento per prepararsi a un serio lavoro spirituale, a un vero lavoro spirituale, al pentimento e al miglioramento. E possa Dio concedere che ciascuno di noi ottenga anche una piccola vittoria nel proprio cuore, perché in questo modo possiamo davvero fare la differenza, ciascuno di noi, qualunque sia il ruolo che svolgiamo nella società, e contribuirà a far sì che questa scelta storica davanti a tutta la nostra nazione, sarà per il bene e la salvezza di tutti.
Amen.

A Prayer for Russia - A Beautiful Prayer and Wonderful Video