jamacor
1K
Il Papa al segretario del partito comunista del Vietnam: “Collaboriamo” 22/01/2013 Il Papa al segretario del partito comunista del Vietnam: “Collaboriamo” BENEDETTO XVI INCONTRA NGUYÊN PHU …More
Il Papa al segretario del partito comunista del Vietnam: “Collaboriamo”

22/01/2013

Il Papa al segretario del partito comunista del Vietnam: “Collaboriamo”

BENEDETTO XVI INCONTRA NGUYÊN PHU TRONG
Nguyên Phu Trong ha avuto con il pontefice un colloquio di mezz’ora. Tra le situazioni pendenti la libertà d’educazione e gli immobili confiscati alla Chiesa
ALESSANDRO SPECIALE
CITTÀ DEL VATICANO

Per la prima volta nella storia, papa Benedetto XVI ha ricevuto questa mattina in udienza il leader del Partito Comunista del Vietnam. Nguyên Phu Trong, segretario generale del Comitato Centrale, ha avuto con il pontefice un colloquio privato di circa mezz'ora ed è stato ricevuto in Vaticano con gli stessi onori normalmente riservati a un capo di Stato. Singolarmente, Trong è stato anche ricevuto di martedì, giorno in cui normalmente papa Ratzinger non ha impegni pubblici.

Secondo un comunicato della Sala Stampa vaticana, durante i “cordiali colloqui sono stati trattati temi di interesse per il Vietnam e la Santa Sede”. Inoltre, i due leader hanno auspicato che presto “possano essere risolte alcune situazioni pendenti e che possa rafforzarsi la proficua collaborazione esistente”.

Il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, ha spiegato ai giornalisti che tra le “situazioni pendenti” bisogna annoverare il ruolo della Chiesa nel settore dell'istruzione – al momento la Chiesa non può aprire e gestire ufficialmente scuole in Vietnam –, le controversie sulla restituzione delle proprietà confiscate alla Chiesa da parte del regime comunista e il progresso dei rapporti tra i due Stati.

Dopo tre incontri della Commissione bilaterale creata nel 2009, si è arrivati due anni fa alla nomina del primo rappresentante diplomatico della Santa Sede, anche se non residente in Vietnam, da tempi della vittoria comunista nella guerra civile degli anni '70.

Secondo padre Lombardi, la visita odierna – che si è svolta in un clima “molto cordiale e costruttivo” anche se non c'erano specifici accordi da firmare sul tavolo – costituisce “un nuovo passo del cammino dei rapporti tra Santa Sede e Vietnam, che sta andando avanti con intensità”.

È la terza volta dal 2007 - anno della ripresa dei rapporti con la Santa Sede dopo la vittoria del Nord comunista nella guerra civile, nel 1973 - che viene ricevuto in Vaticano un dirigente comunista del Paese del Sudest asiatico.

Prima di Trong, nel 2009 Benedetto XVI aveva ricevuto il presidente del Vietnam, Nguyên Minh Triêt, mentre nel 2007 aveva incontrato il primo ministro, Nguyên Tan Dung. Il primo alto dirigente vietnamita a far visita in Vaticano fu il vice-primo ministro Wu Khoang, nel 2002. In quell'occasione, Wu Khoang incontrò l’allora Segretario di Stato, cardinale Angelo Sodano, e il 'ministro degli Esteri' di papa Giovanni Paolo II, cardinale Jean-Louis Tauran.

Dopo l'incontro con il pontefice, Trong – accompagnato da una ampia delegazione che comprendeva tra l'altro i ministri degli Esteri e della Difesa – ha avuto un breve incontro con il cardinale Segretario di Stato, cardinale Tarcisio Bertone, con il Segretario per i rapporti con gli Stati, monsignor Dominique Mamberti, e con altri funzionari della diplomazia vaticana.