Clicks3.4K

La risurrezione dei morti-viventi e il trionfo del Cuore Immacolato di Maria

La crociata della nostra epoca consiste nell’annunciare, preparare e affrettare quell’improvviso e traumatico intervento divino che compirà il prodigio di risuscitare gli attuali morti-viventi, anzi una intera civiltà spiritualmente morta sebbene materialmente viva.

Essendo principalmente soprannaturale, questo intervento bisogna innanzitutto implorarlo con la preghiera e poi meritarlo con la lotta e col sacrifìcio.

Se il “resto d’Israele”, se i cristiani rimasti fedeli pregheranno, lotteranno e si sacrificheranno per l’avvento del Regno di Cristo in Maria, dimostrando di desiderare quel bene futuro che non possono vedere, essi forse otterranno da Dio la grazia di vedere ciò che hanno desiderato.

Cor Jesu, adveniat Regnum tuum (et sociale); adveniat per Mariam

Dott. Guido Vignelli

ferralex
Se è vero che Padre Pio pregava per non essere vivo per assistere alle cose terribili che sarebbero avvenute in questi ultimi tempi, io prego come Simeone, di poter essere vivo per vedere l'intervento di Dio per la salvezza del Suo popolo ancora una volta, attraverso Maria.