01:56
Clicks1.2K
gioiafelice
Milano, terapie intensive al collasso per l’influenza: già 48 malati gravi molte operazioni rinviate 10 gennaio 2018 | 07:56 Difficoltà ad accogliere nuovi pazienti, prenotazioni sospese per i posti…More
Milano, terapie intensive al collasso per l’influenza: già 48 malati gravi molte operazioni rinviate 10 gennaio 2018 | 07:56

Difficoltà ad accogliere nuovi pazienti, prenotazioni sospese per i posti letto delle rianimazioni destinati ad accogliere i malati dopo le operazioni, turni straordinari (gratis) per medici e infermieri richiamati dalle ferie. Appello dei medici alla Regione.

Intanto si allarga l’emergenza sangue
, a causa del virus influenzale che impedisce a molti donatori di recarsi nei centri di raccolta. Dopo l’appello del Policlinico, il virologo Roberto Burioni segnala difficoltà anche al San Raffaele, con operazioni chirurgiche sospese per la carenza di sangue. E invita i cittadini a dare il proprio contributo.

corriere.it/…inviate-c9dc43a6-f5d1-11e7-9b06-fe054c3be5b2.shtml

“Questa strategia generale non ha molto a che vedere con la clinica delle malattie respiratorie, questo è il problema. C’è una sproporzione talmente evidente tra i fatti e la reazione sociale, sanitaria e geopolitica. Soltanto un cretino può pensare che la questione sia la presenza e la circolazione di un virus respiratorio prevalentemente invernale. Dai tempi di Numa Pompilio, quando è stata fatta la classificazione dei mesi, febbraio è stato chiamato coì perché il mese della febbre. Il sistema immunitario indebolito dalle temperature basse ha sempre dato malattie respiratorie con le quali l’umanità è sopravvissuta per 10 mila anni. Abbiamo vissuto in una situazione nella quale dal mese di ottobre arrivavano i primi raffreddori dovuti a virus parainfluenzali, tipicamente virus da raffreddamento, e solo nel mese di gennaio arrivava il virus della grande influenza. Nelle primavere le cose si scioglievano come la neve dei ghiacciai.”

Prof.
Alessandro Meluzzi