Clicks700
it.news
6

Coronavirus: improvvisamente i fedeli sarebbero "legalisti"

Gli mancava soprattutto la voce dei fedeli, ha detto don Dominique Rimaz, parroco di Christ-Roi, Friburgo, Svizzera, a LaLiberte.ch (2 giugno), dopo due mesi di Messe celebrate senza fedeli.

Rimaz insiste anche sul fatto che Cristo ha detto "prendetene e mangiatene tutti" non "prendi e mangia". Però Cristo ha indirizzato queste parole solo agli apostoli.

Nella prima Messa dopo il coronavirus, il Credo non è stato lanciato per motivi "di prudenza". L'ostia è stata "gettata" gentilmente nelle mani delle persone per evitare alcun contatto.

A Saint-Joseph, Friburgo, don Alexis Morard spiega che l'Acqua Santa non è "indispensabile". È stata sostituita con disinfettante.

Ovviamente, nessuno ha pensato di fare una Aspersione.

“Devo dire, ho quasi benedetto il gel idroalcolico: dopo tutto, contiene anche acqua" – questa la battuta di Morard.

Sembra un fedele abbia detto: "Sono felice di riunirmi agli altri e di allungare le mani al sagrestano, che le spruzza di disinfettante. Un nuovo rito."

I fedeli si adeguano senza lamentarsi, secondo LaLiberte.ch. Ecco le parole di un Gesuita [non Francesco]: "I partecipanti sono alquanto legalisti, non mi preoccupo che non seguono le regole."

Non sono tutti felici: "Se continua così, rovineremo ancor di più dei due mesi senza Messa" ha detto un prete locale a Gloria.tv.

#newsQykckomqbt

paolinux
Fratelli e sorelle,
cerchiamo di non fare di tutta un erba un fascio.
Premetto che sono d'accordo con voi in parte quando parlate di legalisti e di sacrilegi continui, ma se mi permettete io credo che quotidianamente e ogni minuto Dio è testimone di tutto questo. Voi dimenticate che Egli è onnipresente e quindi vede tutto e sa tutto. Se anche tutte le persone in chiesa si comportassero bene, …More
Fratelli e sorelle,
cerchiamo di non fare di tutta un erba un fascio.
Premetto che sono d'accordo con voi in parte quando parlate di legalisti e di sacrilegi continui, ma se mi permettete io credo che quotidianamente e ogni minuto Dio è testimone di tutto questo. Voi dimenticate che Egli è onnipresente e quindi vede tutto e sa tutto. Se anche tutte le persone in chiesa si comportassero bene, sappiamo tutti che al di fuori ci sono degli ulteriori se non peggiori scempi da far accapponare la pelle. Con questo non voglio dire che si deve tirare i remi in barca in barba alle cose che si vedono in giro e sopratutto, come avete detto anche voi, all'interno delle nostre chiese, ma vorrei rispondere come ha detto a suo tempo la Madonna di Medjugorje... "Testimoniate con la vostra vita" se la moltitudine di persone viene insegnato come comportarsi vedrete che anche gli altri faranno di conseguenza... io vi dico che molte cose i nostri fratelli non le sanno, e molti, parlo quelli di una certa età, si muovono si con fede ma sopratutto per tradizione e voi sapete meglio di me quanto non sempre le tradizioni non vanno a braccetto con la volontà di Dio. Quindi vi esorto a non criticare i nostri fratelli e sorelle ma di accompagnarli gentilmente con un gesto gentile o con amore verso la rettitudine. Non dobbiamo essere sempre critici contro di loro. Il primo a dover essere critico dovrebbe essere proprio Dio. Ma se lui stesso ha richiesto e preteso il libero arbitrio, chi sono io per volere il contrario? Anche qui non voglio dire che da adesso in poi anarchia totale, ma semplicemente che Dio da noi pretende amore verso il nostro prossimo, ma se noi siamo solamente presenti per le critiche vuol dire che non abbiamo capito nulla (parlo anche per me stesso). Per quanto concerne i discussi metodi adottati all'interno delle chiese contro il contagio da coronavirus voi dovete capire che la chiesa poiché avendo questo ruolo di tramite con Dio e il suo popolo, è sempre tra l'incudine e il martello. Non è facile, non per poca fede ma per la durezza dei cuori della gente, fare il tramite e dare le spiegazioni a tutto il mondo se il mondo non è pronto o comunque non riesce a comprendere l'insegnamento che la chiesa deve interpretare al mondo per farlo capire. Quando i comandi sono facili o addirittura imperativi del tipo i 10 comandamenti... Non uccidere, Non rubare, Non dire falsa testimonianza etc, etc... questi sono facili da dimostrare e spiegare, ma quando si deve spiegare una parabola, oppure quando si spiega la Trinità o il concepimento tramite lo Spirito Santo, oppure l'amore che vince il male, a volte ci perdiamo in questi concetti e ognuno dice la sua causando molta confusione. In pratica se voi ripensate agli apostoli dopo la morte di Gesù e documentati negli atti, voi capite che i discepoli diretti di Gesù iniziarono già allora a trovare difficoltà nell'insegnare la retta via al popolo perché le leggi del mondo come sappiamo non sono uguali alle leggi di Dio. Leggendo bene queste pagine, capirete anche del perché la chiesa si assoggetta o si abbassa (a seconda dei punti di vista e fino ad un certo punti chiaramente) alla comprensione e al coordinamento della vita pastorale ed eclesiale. Tutti sappiamo che se mangiamo il corpo di Cristo e se immergiamo le nostre mani nell'acqua santa, non ci potrà fare alcun male e se anche fosse tutti sanno che non è stata l'acqua o il corpo di Cristo a procurarci del male ma se mai altre cose, ma se a beccarsi qualcosa ci va la persona più tiepida è chiaro che magari di un piccolo mal di pancia chi ne pagherà le conseguenze non sarà il fedele incauto che magari si è procurato il mal di pancia mangiando troppo ma tutta la parrocchia e come tutte le macchie d'olio di conseguenza anche al chiesa stessa in veste di garante a tutela dei suoi parrocchiani che non ha fatto nulla per evitare il tutto.
Concludo dicendo che con il senno del poi, io credo che il papa abbia preso le misure più adatte e consone alle difficoltà di quei momenti.
Drop20
Io invece non sono daccordo con quello che dici. La persona tiepida, ossia quella che ha timore di ammalarsi andando in chiesa (totale assenza di fede), deve stare a casa. Con questo ragionamento allora tutte le persone in malafede potrebbero dare la colpa sempre alla chiesa per qualsiasi cosa. Siccome questa finta pandemia non la lasceranno finire più dovremmo adeguarci sempre a questo …More
Io invece non sono daccordo con quello che dici. La persona tiepida, ossia quella che ha timore di ammalarsi andando in chiesa (totale assenza di fede), deve stare a casa. Con questo ragionamento allora tutte le persone in malafede potrebbero dare la colpa sempre alla chiesa per qualsiasi cosa. Siccome questa finta pandemia non la lasceranno finire più dovremmo adeguarci sempre a questo protocollo? Ossia essere schiavi della paura? Ma Cristo ci ha insegnato ben altro! Con che coraggio testimoniamo Cristo risorto se abbiamo paura di tutto? E' vero che è un rischio, ma chi l'ha detto che credere in Cristo e testimoniarlo sia facile?
A mio parere allora era meglio tenere tutto chiuso piuttosto che vedere questo scempio.
paolinux
Ciao fratello Drop20,
hai frainteso tutto il senso del discorso. Non volevo assolutamente dire di lasciare perdere e fare finta di niente, tutt'altro!... anzi ho detto chiaramente che dobbiamo e sottolineo dobbiamo testimoniare non tanto con i messaggi il nostro dissenso, qui o in qualsiasi altro posto, ma semplicemente accogliendo il fratello che troviamo in errore con gentilezza e amorevolezza …More
Ciao fratello Drop20,
hai frainteso tutto il senso del discorso. Non volevo assolutamente dire di lasciare perdere e fare finta di niente, tutt'altro!... anzi ho detto chiaramente che dobbiamo e sottolineo dobbiamo testimoniare non tanto con i messaggi il nostro dissenso, qui o in qualsiasi altro posto, ma semplicemente accogliendo il fratello che troviamo in errore con gentilezza e amorevolezza e con calma fargli capire non tanto a parole (nel limite del possibile chiaramente) ma con i nostri gesti quotidiani. Come ho detto, se tutta la parrocchia capisce l'errore di cui tu scrivi, e magari una persona ci parla o comunque da un avviso del parroco o meglio ancora usando il vangelo del giorno per far capire anche altri concetti più pragmatici sarebbe meglio che il solito bacchettone. Qua a volte sembra che non vediamo l'ora di fare altro. Se proprio devo dirla tutta non ti volevo neanche postare il mio intervento perché so che a volte certi concetti sono difficili da spiegare di persona a voce, figuriamoci scrivendo e senza vedersi. Vedi fratello Drop io sono forse più d'accordo con te più di quanto tu pensi e a tuo favore potrei citare diversi passi che conferma il tuo dissenso, ma concludo dicendo che la maniera più veloce per far capire certi concetti d'amore e di fedeltà a volte non sono quelli più facili e veloci da prendere... Gesù questo lo sa perfettamente!..
Un abbraccio a te e pace a tutti.
il vandea
San Pio li chiamerebbe 'macellai'. Dappertutto e' un sacrilegio continuo contro la SS.Eucarestia.
Veritasanteomnia
Quanto è vero: qualche Messa fa una Santa Particola anziché finire sul palmo di una mano tesa è finita per terra. Al fedele successivo che ha aperto la bocca è stata negata l'Eucarestia...
Christoforus78
Tutti sacrileghi e contenti..la messa ormai è una sofferenza continua uniamo almeno la nostra alla sofferenza del Cristo.