IL "VANGELO DI MARX...

COMUNISMO vero:
I) Il satanismo di Karl Marx: la Guerra contro Dio
e la religione Cattolica
Gli scritti di Marx rivelano il vero scopo del Comunismo: lo sterminio
della religione e l’abolizione di tutte le libertà, sotto il dominio di un’unica
dittatura mondiale. Negli scritti di Marx non sono il Capitalismo o la
borghesia ad essere il nemico principale, ma Dio. Nell’Invocazione di
un disperato, Marx scrive: “Desidero vendicarmi contro quell’Uno che
regna lassù”, e “Un Dio mi ha strappato il mio tutto, travolto sotto la
maledizione e la pesante pietra del destino… ormai non mi rimane più
che la vendetta…”50 Nel poema “La preghiera”, Marx afferma: “Sorgono
i vapori infernali e mi riempiono il cervello, sin che impazzisco e mi si
cambia il cuore. Vedi tu questa spada? Il Principe delle Tenebre me l’ha
venduta...”
Nell’Invocazione, le parole di Lucifero diventano le parole di Marx.
In Isaia 14,13 Lucifero si vantava così: “salirò in cielo, sulle stelle di Dio
innalzerò il trono.” Nel poema di Marx si legge: “Su in alto costruirò il
mio trono, fredda e tremenda sarà la sua vetta. Terrore superstizioso ne
sarà il suo baluardo, Suo ministro, l’angoscia più nera.” Dio rispose a
Lucifero: “Come mai sei caduto dal cielo, Lucifero? ... Sei stato precipitato
negli inferi, nelle profondità dell’abisso.”51
Nel sua poema “Oulanem”, Marx scrive: “Rovinato, rovinato. Il
mio tempo è trascorso... Presto stringerò al mio petto l’eternità, presto
ululerò colossali anatemi sull’umanità.” Nello stesso poema Marx
continua: “Ah! L’eternità! È il nostro perpetuo dolore, un’indescrivibile,
incommensurabile Morte...non siamo che orologi, ciecamente meccanici... senza uno scopo se non quello di accadere per poter essere
rovinati, così che vi possa essere qualcosa da rovinare.”
Nel suo poema “La vergine pallida”, Marx scrive:
Così ho perduto il Cielo,
Lo so ben io,
La mia anima, un tempo fedele a Dio,
è destinata all’Inferno.
In questi poemi Marx afferma il vero scopo della propria vita:
“Presto ululerò colossali anatemi sull’umanità. Se v’è qualcosa che
possa distruggere, vi piomberò dentro, anche se porterò il mondo nella
rovina, il mondo che sorge tra me e l’abisso lo farò a pezzi, con le mie
durevoli maledizioni. Stringerò tra le mie braccia la sua dura realtà:
abbracciandomi, il mondo perirà in silenzio e sprofonderà nell’estremo
nulla...”52
“È fondamentale”, afferma Richard Wurmbrand, “ribadire con
forza il fatto che Marx e i suoi compagni non erano atei (anche se
pubblicamente facevano finta d’esserlo)… loro odiavano un Dio in cui
credevano… l’obiettivo finale del Comunismo, nel conquistare nuove
nazioni, non è quello di creare un altro sistema economico, bensì di
deridere il Signore e venerare Satana.”
La filosofia Marxista è una vera e propria inversione deliberata della
verità, una cosa tipica dei Satanisti e che affascinava moltissimo Marx.
Ecc......