N.S.dellaGuardia
Stalin e mao fecero da soli più morti che le sue guerre mondiali messe insieme: cifre per difetto (chissà quanti, quanti esseri umani sacrificati sull'altare delle ideologie, di cui non si saprà mai nulla!) siamo intorno al mezzo miliardo di morti.
Siamo passati dall'occupazione nazista a quella anglo-americana (che fino a qualche mese prima aveva provveduto a radere al suolo la maggior parte …More
Stalin e mao fecero da soli più morti che le sue guerre mondiali messe insieme: cifre per difetto (chissà quanti, quanti esseri umani sacrificati sull'altare delle ideologie, di cui non si saprà mai nulla!) siamo intorno al mezzo miliardo di morti.
Siamo passati dall'occupazione nazista a quella anglo-americana (che fino a qualche mese prima aveva provveduto a radere al suolo la maggior parte delle città italiane, agganciando più bombe di quante la wehrmacht non avesse fatto su Inghilterra e Francia), che allora sembrò un bene, ma come ogni veleno a lento rilascio si sta rivelando altrettanto funesta.
Nulla si crea sulle menzogne, e speriamo che queste che hanno durato più di settant'anni stiano arrivando al loro capolinea.
Anche se con la crisi della finta pandemia vaccinale chissà in quanti resteremo per vederne il crollo...
Diodoro
Oltre il semplice e determinante fatto identitario ("O lavoro per l'Italia o lavoro per altri"), carissimo, c'è il fatto geopolitico di base: AUT l'Italia è Paese Mediterraneo che arriva alle Alpi, AUT Essa è un'interminabile propaggine di un nucleo d'Europa potente e ultramassonizzato (sostanzialmente la Valle del Reno), che si protende verso il Nulla: verso il mare, visto come luogo di svago, …More
Oltre il semplice e determinante fatto identitario ("O lavoro per l'Italia o lavoro per altri"), carissimo, c'è il fatto geopolitico di base: AUT l'Italia è Paese Mediterraneo che arriva alle Alpi, AUT Essa è un'interminabile propaggine di un nucleo d'Europa potente e ultramassonizzato (sostanzialmente la Valle del Reno), che si protende verso il Nulla: verso il mare, visto come luogo di svago, e verso l'Africa, visto come territorio irredimibile
Diodoro
Ieri, domenica 25 aprile, la mattina era luminosissima in un gentile paese del cosiddetto Sud -cioè di ciò che fu per secoli il Regno di Napoli. Passava una GIOVANE coppia di sposi (speriamo), con il loro piccolo nel passeggino. La signora parlava al telefonino, dicendo: "Ginevra, di' una preghiera anche per me".
Un tratto di vita normale.
Un tratto di "pornografia estrema" per il torvo Occhio …More
Ieri, domenica 25 aprile, la mattina era luminosissima in un gentile paese del cosiddetto Sud -cioè di ciò che fu per secoli il Regno di Napoli. Passava una GIOVANE coppia di sposi (speriamo), con il loro piccolo nel passeggino. La signora parlava al telefonino, dicendo: "Ginevra, di' una preghiera anche per me".
Un tratto di vita normale.
Un tratto di "pornografia estrema" per il torvo Occhio Centrale di Sorveglianza e Rieducazione che pretende di dominare l'Italia e il mondo, specie il mondo cattolico.
Certamente è vero che decenni, secoli di menzogne sono stati tollerati, caro professore.
Vorrei introdurre due sottolineature: sono stati tollerati soprattutto dalla Chiesa (emblematico il fatto che il tentativo di costruire un tempio votivo a San Giuseppe sulla balza della collina di Torino, per dominare la Mole Antonelliana che portava in cima il Genio con la stella a cinque punte, fu fatto fallire dalla stessa Curia. Fin da quei tempi non se ne parla, è stato risucchiato nel nulla). E sono stati tollerati e resi strutturali soprattutto dalla DC (= la Democrazia -cioè il lascito della Rivoluzione Francese e di quella cavuriana- riverniciata di Cristiano -non di Cattolico).
Nel concreto, l'esplosione delle bombe atomiche del Divorzio e dell'Aborto, con la partecipazione attiva di tutti i giornali più venduti, come dice il giornalista Toscano, non fu vissuta né presentata dalla DC né dal Clero come una doppia immensa tragedia, bensì come un naturale adeguamento ai canoni contemporanei. Come dire che non si gira più in calesse, ma in auto