Clicks472
Spagna: La sfortuna di avere un Papa sciocco Sado-Masochismo cattolico. La settimana scorsa, Francesco ha scritto una lettera all'arcivescovo di Monterrey Rogelio Cabrera López, il presidente dei …More
Spagna: La sfortuna di avere un Papa sciocco

Sado-Masochismo cattolico
. La settimana scorsa, Francesco ha scritto una lettera all'arcivescovo di Monterrey Rogelio Cabrera López, il presidente dei vescovi messicani, in occasione del bicentenario della dichiarazione di indipendenza del Messico. In un paragrafo, Francesco si è impegnato con il solito sado-masochismo cattolico inventato da Giovanni Paolo II. Guardando alla storia del Messico, parla di "purificazione della memoria", riconoscendo "gli errori commessi in passato" che sono stati "molto dolorosi". Chiede "perdono per i peccati personali e sociali, per tutte le azioni o omissioni che non hanno contribuito all'evangelizzazione".

Nessun amico della verità. Queste parole non sono piaciute a molti commentatori. Carlos Colón ha accusato Francesco nel Diaro de Sevilla di giudicare il passato - o meglio una sua leggenda nera - con criteri del presente. Ha accusato Francesco di non fare una sola allusione ai frutti dell'evangelizzazione e gli ha detto che la smania di andare d'accordo con chi è al potere e il politicamente corretto non sono amici della verità.

Vigliaccheria. Francisco Marhuenda ha detto a Francesco su La Razon che "l'accettazione del revisionismo storico è codardia morale e intellettuale". Ha definito Francesco il "Papa peronista che mette in discussione lo straordinario lavoro di evangelizzazione fatto dalla Spagna". Per Marhuenda, la Chiesa di Francesco non è la Chiesa che ha difeso la fede e la verità di fronte alle persecuzioni degli imperatori romani, dei comunisti o dei nazionalsocialisti.

Specola ha notato su InfoVaticana.com che l'America è il continente con il maggior numero di cattolici al mondo grazie all'immensa opera evangelizzatrice di Spagna e Portogallo. Citazione: "Ci deve essere qualche merito in questo". E: "Siamo di fronte alla bizzarra storia di un Papa argentino, di strettissime origini italiane, che chiede perdono a un presidente messicano, con nonni spagnoli, per la conquista spagnola di cinque secoli fa."

Pablo Molina ha scritto su Libertad Digital l'articolo "La sfortuna di avere un Papa sciocco" in cui afferma che "Bergoglio ha ritenuto opportuno chiedere perdono ai messicani, non per essere il Papa più ridicolo della storia della Chiesa, ma per i peccati personali e sociali perpetrati dagli spagnoli nella conquista ed evangelizzazione dell'America, una delle più formidabili imprese civilizzatrici della storia dell'umanità".
notiziario
Vedi anche:

"Le persecuzioni ai cristiani? Il Messico peggio dell'islam" ilgiornale.it