Fatima.
194

VACCINAZIONI COVID COME TAPPA INTERMEDIA VERSO IL TRANSUMANESIMO?

Secondo Mons. Schneider, ordinato da Papa Benedetto XVI e inviato nel 2011 dallo stesso quale vescovo ausiliare di Maria SS. ad Astana (città notoriamente edificata con evidenti simboli massonici), l’imposizione della “vaccinazione” comporta il rischio di perdere il diritto decisionale sulla persona, nonché di consentire allo Stato di diventare proprietario del corpo umano. Ciò potrebbe perfino rappresentare una prefigurazione del marchio della Bestia, tanto che il vescovo invita a resistere con fiducia alle pressioni verso l’obbligo vaccinale, a rifiutare la contaminazione dei vaccini con feti abortiti e a creare comunità etiche e solidali di mutuo aiuto, scambio, con mobilità personale senza uso di tessera sanitaria.
Egli invita a resistere alla dittatura forzata su corpo e libertà al fine di evitare una schiavitù che, altrimenti, decreterebbe la fine della società umana.

Il vescovo Schneider teme che al transumanesimo sarà permesso di prosperare fino al punto da creare un nuovo tipo di essere umano, tramite i poteri della scienza: “Dio non lo permetterà”, dichiara con forza.
Infine egli incoraggia tutti i fedeli a porsi sotto la protezione della Vergine Maria, che ha tutti i poteri di intercessione per noi. (Fonte: brigatadifesa)